Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

“Verso l’infinito e oltre”, svelata la meraviglia di luce a Porta Torre. Christmas Light Tree, rinascita per Como

Svelato il gioco di luce a Porta Torre.

20.44

Ecco la magnificenza del gioco di luce, gallery da sfogliare:

16.23

Ieri sera vi avevamo raccontato del misterioso fascio di luce partito da Porta Torre e che per pochi istanti ha illuminato il cielo di Como, scomparendo improvvisamente così come era arrivato.

Miracolo di Natale? Parrebbe di no, ma sicuramente una bellissima iniziativa che vuole essere un messaggio di speranza e fiducia nella situazione che stiamo tutti vivendo a causa della pandemia.

Video – Immensa spada jedi? Stella di Natale? Bellissimo mistero a Porta Torre. Pochi istanti, poi luce spenta

Lo svelano Amici di Como e Consorzio Como Turistica, che con il patrocinio del Comune di Como hanno voluto lanciare dalla nostra città un segno di continuità con la tradizione avviata a New York nel 2002 per commemorare le vittime dell’attentato terroristico alle Torri Gemelle e diventare un appuntamento fisso dedicato alla luce nel mese di dicembre per la Città di Como.

“Christmas Light Tree” verrà acceso per la prima volta oggi alle 18.45 alla presenza del presidente della regione Lombardia Attilio Fontana e del presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi.

Dalla città natale di Alessandro Volta, la luce diventa quindi protagonista di un segno per tutti coloro che a Como, in Lombardia, in Italia e nel mondo stanno resistendo senza arrendersi al Covid-19.

In questo Natale orfano di Città dei Balocchi, a Como si accende “Christmas Light Tree” una torre di luce che si insinua fino a 5 chilometri nel buio del cielo a evocare un simbolico albero di Natale per riscoprire ciò che da sempre è sinonimo di splendore, vita, gioia, bellezza e pace.

L’iniziativa – che ha come main sponsor Amici di Como ed è organizzata da Consorzio Como Turistica, con il Patrocinio del Comune di Como – si unisce ad altri innumerevoli progetti dello stesso genere: da Sidney a Singapore, da Bruxelles a Belgrado a Hong Kong, Rio de Janeiro, Dubai, San Pietroburgo o Reykjavik, sono decine gli spettacoli di luce che interpretano ogni volta un contesto particolare per dare forma a sogni o aspirazioni, sempre e solo attraverso il gioco creativo di luci sfolgoranti, multiformi, dai colori cangianti, inafferrabili e potenti.

L’installazione “Christmas Light Tree” è stata affidata a Space Cannon con l’intervento operativo di Arcuri Ponteggi. Space Cannon, azienda associata ad Amici di Como, è un marchio storico che ha svolto un ruolo chiave nella realizzazione di numerosi e unici progetti di illuminazione architettonica internazionale. Il più noto è “Tribute in Light”, due torri luminose formate da 88 fari accesi ogni anno nella notte dell’anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle per celebrare lo spirito indistruttibile di New York.

Nel 2004 quelle luci sono state usate per “Symphony of Light” un progetto di Hong Kong che ha celebrato la fine dell’epidemia di Sars e che da allora è diventato un evento permanente, entrato nel Guinness dei primati. Successivamente le stesse luci hanno illuminato “Image Peace Tower”, il memoriale dedicato a John Lennon e voluto da Yoko Ono che si accende ogni anno a Reykjavik in Islanda dal 9 ottobre, data di nascita di Lennon, fino all’8 dicembre, data della sua scomparsa.

Quest’anno a Como per il Natale 2020 – nuova tappa internazionale di questo viaggio di luce – si illumina a Porta Torre il primo “Christmas Light Tree” al mondo: cinque fari di luce bianca come gigantesche candele verso il cielo unite in un unico fascio luminoso che nelle serate più limpide sarà visibile fino a 100 km di distanza.

Questa grande installazione vuole ricordare Alessandro Volta e la sua invenzione, entrare nel ciclo di eventi unici al mondo legati alla luce, ma soprattutto accendere un faro di speranza. Fino al 6 gennaio 2021, tutti i giorni dalle 18.00 alle 23.00, “Christmas Light Tree” rappresenterà un anelito verso l’infinito, un grido al cielo, una preghiera. Un messaggio chiaro di resistenza e voglia di rinascita.

5 Commenti

  1. Rubare il cielo notturno a chi lo osserva e perturbare gli animali notturni per iniziative di dubbio gusto, ad alto inquinamento luminoso e costi ignoti ma sicuramente elvati. Pessima Lega, pessimo Fontana.

  2. Ennesima dimostrazione di quanto poco concreti siamo in questo paese, oserei dire pagliacci. Invece di cercare soluzioni ai problemi, li creiamo. Perdiamo tempo e buttiamo risorse con iniziative simboliche inutili e dispendiose. Una medaglia d’argento all’ideatore ed una d’oro a chi ha approvato. A.V. si sta rivoltando nella tomba…altrochè?!

  3. il segno della rinascita quale sarebbe?
    fregarsene dei regolamenti sul risparmio energetico e inquinamento luminoso da parte di chi dovrebbe farli rispettare?
    fregarsene ancora e ancora del nostro pianeta con questi ecomostri?
    mi chiedo, questa è la rinascita?
    la bellezza è soggettiva, va bene, ma un fascio laser sparato in cielo che cosa ha di bello?
    Rispondendo a Laura dico:” l’universo non lo vedrai mai visto che viene completamene oscurato da questo laser..”

  4. Bellissima iniziativa. Guardando la foto, e soprattutto a cielo terso, mi pare di vedere come un passaggio da noi all’universo, attraverso il quale ci arriverà la forza , la capacità di sopportare con pazienza fino al momento in cui tutto questo buio finirà. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo