Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Asili, povertà, disabilità e case popolari: 9 milioni di euro a Como e Varese. Bolognini: “Per uscire dalla crisi”

“Grande attenzione al territorio e impegno di Regione Lombardia costante e confermato. Lavoriamo tutti insieme per uscire da questa crisi che, oltre che sanitaria, è anche economica e, soprattutto, sociale”.

Così l’assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini a margine della Conferenza dei Sindaci del territorio di ATS Insubria, che comprende le province di Como e di Varese.

“ANCHE PER IL 2020 FORTE SENSIBILITÀ VERSO TERRITORIO”

“Regione Lombardia – prosegue Bolognini – ha confermato, anche per il 2020, il suo impegno verso il territorio. Lo ha fatto con un’attenzione particolare per i comuni e le province di Como e di Varese. La Conferenza è sempre un momento utile di ascolto e di confronto con i sindaci sulle politiche sociali e sui temi dell’abitare e della disabilità. Soprattutto quest’anno, che ci vede affrontare l’emergenza Covid, l’azione di Regione ha avuto particolare importanza ed è fondamentale affrontare la crisi, prima sanitaria, poi sociale, che si va manifestando. È fondamentale il confronto continuo e costante con ATS, i comuni e gli enti del territorio, soprattutto in momenti come questi. Solo condividendo con loro le strategie possiamo individuare le risposte più adeguate per i bisogni delle nostre comunità”.

FONDO SOCIALE REGIONALE E SERVIZI PRIMA INFANZIA

Nello specifico, recentemente Regione Lombardia ha stanziato le risorse del Fondo Sociale Regionale 2020, assegnando 8,4 milioni di euro ad ATS Insubria. Cifra che è stata integrata da ulteriori 752.757 euro, specificamente dedicati a servizi per la prima infanzia, quali asili nido, micronidi, nidi famiglia e centri prima infanzia, in difficoltà per l’epidemia. Sul territorio delle due province risultano, infatti, presenti 336 strutture di varia tipologia. In tutto, le risorse del Fondo per ATS Insubria sono quantificate in 9,1 milioni di euro, dei quali 908.596 euro sono andati all’ambito di Como, mentre 747.023 euro all’ambito di Varese. Stando ai numeri più recenti, i servizi dati da unità d’offerta sociali numericamente più consistenti sul territorio di ATS Insubria risultano essere, oltre agli asili nido (227), i Servizi di Assistenza Domiciliare (188), i Servizi di Assistenza Domiciliare per Disabili (176), l’Assistenza Domiciliare per i Minori (157) e i Centri Ricreativi Diurni per Minori (106), per un totale di 1.267 unità d’offerta sociali censite.

“SOSTEGNO AI PROGETTI VICINI AI CITTADINI”

Nell’ambito del Fondo Povertà, creato per sostenere interventi di prevenzione e contrasto a tutte le forme di povertà, il territorio lombardo beneficerà, per l’anno 2020, di 35,5 milioni di euro. Di questi, 4,8 milioni sono stati trasferiti agli ambiti di ATS Insubria per quanto riguarda la ‘quota servizi’. Sono fondi che andranno prevalentemente a sostenere progetti di inclusione sociale sul territorio e a finanziare interventi sperimentali. Per esempio per coloro che, al compimento della maggiore età, vivono al di fuori della famiglia per provvedimento dell’autorità giudiziaria, i cosiddetti ‘Care leavers’. Infine, una parte specifica di 229.642 euro, dedicata ad interventi per il contrasto alla povertà estrema e per le persone senza fissa dimora, è stata assegnata agli Ambiti di Busto Arsizio, Gallarate, Como e Varese.

AIUTI PER I DISABILI

Anche alle persone con disabilità Regione Lombardia ha confermato un’attenzione particolare. Per la misura B1, prevista a sostegno delle persone con disabilità gravissime, sono stati messi a disposizione 8,7 milioni di euro, con 1,5 milioni aggiuntivi dati da voucher per servizi, mentre le risorse messe a disposizione per la misura B2, specifica per persone con disabilità grave, ammontano a quasi 4 milioni di euro. Il fondo ‘Dopo di Noi’, che prevede interventi per sviluppare percorsi di vita rivolti all’autonomia di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, ha messo a disposizione 2,6 milioni di euro nel biennio 2018-2019 e le persone che ne beneficiano risultano essere 200 alla fine del secondo trimestre del 2020. Inoltre, il servizio di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale è stato finanziato con 1,3 milioni di euro e, al momento, risultano essere state presentate 185 domande.

TERZO SETTORE E GIOCO D’AZZARDO

Regione Lombardia ha, inoltre, dedicato, come sempre, grande attenzione al Terzo Settore. Nel Bando 2020 ha, per quanto riguarda il territorio di ATS Insubria, raccolto domande, ancora in corso di valutazione, per 76 progettualità per complessivi 926.380 euro. Quest’anno è stata prevista la possibilità di richiedere un contributo fino a 5.000 euro per iniziative che si sono rese necessarie durante il periodo Covid e, di queste, ne sono state finanziate 29 in provincia di Como, per un totale di 138.150 euro e altrettante 29 per la provincia di Varese (con un contributo totale di 145.000 euro).

Anche per quanto riguarda la prevenzione e il contrasto al Gioco d’azzardo patologico sono stati assegnati 206.753 euro agli ambiti territoriali di Lomazzo-Fino Mornasco, Como, Menaggio, Olgiate Comasco e Mariano Comense, per un totale di 85 comuni coinvolti.

CASA E MISURE PER IL WELFARE ABITATIVO

L’impegno di Regione Lombardia si è confermato in maniera importante anche per le politiche abitative e per i temi della casa. Per le misure di welfare abitativo, tra le quali spiccano il contributo di solidarietà per gli inquilini di case popolari e il sostegno agli affitti per inquilini morosi incolpevoli sul libero mercato, sono stati stanziati 2,35 milioni di euro totali per i comuni delle province di Como e Varese e per Aler Varese-Como-Monza Brianza-Busto Arsizio. In particolare, 339.457 euro sono andati all’Unità Operativa Gestionale Aler di Como e 479.700 euro agli ambiti (di cui 135.200 euro alla città di Como), per un totale di 819.157 euro assegnati alla Provincia di Como. Analogamente, sono stati trasferiti 827.583 euro all’Unità Operativa Gestionale Aler di Varese e 699.200 euro agli ambiti (di cui 83.400 euro per Varese, 117.400 per Castellanza e 109.800 euro per Gallarate), per un totale di 1.526.783 euro assegnati alla Provincia di Varese. Inoltre, sono stati portati avanti, nel corso del 2020, progetti per Laboratori Sociali di Quartiere negli ambiti di Somma Lombardo e di Varese per un totale di 659.604 euro.

IN FASE DI REALIZZAZIONE 60 NUOVI ALLOGGI POPOLARI

Per quanto riguarda gli interventi edilizi sul patrimonio abitativo, sono in corso lavori di realizzazione di 60 nuovi alloggi popolari, per i quali sono stati investiti 5,6 milioni di euro a Como e a Tradate e di recupero di appartamenti pubblici, con 25,3 milioni per lavori su 702 alloggi sparsi e ulteriori 151 edifici. Le linee di intervento sono diverse e prevedono la riqualificazione di alloggi e immobili, la ristrutturazione di alloggi sfitti, la manutenzione straordinaria del patrimonio Aler e la rimozione dell’amianto. Al momento, sono poi previste due aree di intervento future, che prevedono il recupero di almeno 145 alloggi popolari sfitti, con un finanziamento di 4,3 milioni di euro, e ulteriori 550.000 euro per la realizzazione di Servizi Abitativi Transitori. In totale gli investimenti ammonteranno a quasi 5 milioni di euro per un totale di almeno 164 appartamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: