Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Como, da un controllo la polizia risale alla “palazzina della marijuana”. Tre denunce

Nella prima serata di ieri 22 gennaio, la Polizia di Stato ha denunciato per spaccio tre cittadini italiani residenti in città.

Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Como sono stati attratti dall’atteggiamento particolarmente nervoso di 2 soggetti controllati.

Uno dei due, infatti, cittadino italiano classe 1993, dopo non poche resistenze ha consegnato ai poliziotti una busta contenente oltre 50 grammi di marijuana, per un valore di mercato di circa 350 euro.

Una volta accompagnato il soggetto in Questura, gli agenti hanno cercato di ricostruire la filiera della droga, risalendo ad un pusher, cittadino italiano classe 1985, residente in appartamento nel centro cittadino.

La polizia ha dunque deciso di effettuare una perquisizione domiciliare, in cui sono stati rinvenuti ulteriori 15 grammi di marijuana e una somma di denaro di 380 Euro, probabilmente il corrispettivo della partita di droga ceduta al primo.

Ma le sorprese, in quello che si è rivelato come un vero e proprio “palazzo della droga” non erano finite. Da ulteriori indagini, infatti, gli agenti hanno appurato che il “pesce grosso” della filiera si trovava proprio in un altro appartamento dello stesso stabile.

Dopo un controllo domiciliare a casa del terzo protagonista della vicenda, un cittadino italiano classe 1975, i poliziotti hanno sequestrato infatti ben 215 grammi di marijuana ed una somma di denaro pari a 2.100 Euro.

In accordo col P.M. di turno, i poliziotti hanno proceduto ad un ultimo controllo domiciliare a casa del primo ragazzo controllato dove è infine stato rinvenuto un bilancino di precisione, oltre a materiale per il confezionamento delle dosi e a una somma di denaro di 2.500 euro.

I tre uomini sono stati denunciati a piede libero per spaccio di sostanze stupefacenti. La droga, il denaro e tutti le altre cose pertinenti al reato sono state sequestrate.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo