Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Coronavirus – Trasporti pubblici a Como: cosa sapere per i bus Asf, Trenord e Navigazione

Anche i mezzi pubblici si adeguano alle ultime disposizioni del Governo in ambito emergenza Coronavirus.

Per quanto riguarda la città di Como e le aree limitrofe, Asf Autolinee fa sapere ai viaggiatori quali sono i comportamenti corretti da seguire sui propri autobus di linea.

“Premesso che il sistema di trasporto pubblico è considerato un servizio essenziale – si legge sul sito dell’azienda dei trasporti comasca – e pertanto va garantito, allo scopo di tutelare dipendenti e passeggeri, con effetto immediato vengono stabilite le seguenti norme di comportamento”.

Per cercare di arginare ogni rischio di contagio durante la salita e discesa dai mezzi, Asf Autolinee comunica: “E’ vietato l’uso della porta anteriore su tutti i mezzi con almeno due porte; nei mezzi a tre o più porte, la salita avverrà dalla seconda porta e la discesa dalle porte posteriori; nei mezzi a due porte, la porta posteriore sarà usata sia per la salita che per la discesa; nel caso di utilizzo promiscuo di una sola porta sia per la salita che per la discesa, i passeggeri in discesa hanno la precedenza su quelli in salita; i passeggeri non devono accalcarsi durante la salita e la discesa e devono distribuirsi uniformemente a bordo del mezzo mantenendo la distanza minima di un metro”.

Inoltre, l’azienda ha posto delle barriere fisicamente molto evidenti sui propri mezzi. “Su tutte le vetture, la prima fila di sedili non potrà essere utilizzata dai passeggeri – così si legge nell’avviso pubblicato da Asf – Questi sedili saranno delimitati con un nastro”.

Non solo passeggeri: nell’attuale situazione che limita gli spostamenti e suggerisce di uscire solo in caso di stretta necessità, anche la salute dei dipendenti dell’azienda è stata giustamente tutelata.

“Come da indicazioni del Ministero della Salute, i nostri mezzi vengono sanificati quotidianamente con prodotti specifici – aggiunge l’azienda dei trasporti comasca – in più, già da due settimane, sono stati distribuiti kit a tutto il personale viaggiante, contenenti: mascherine ffp2, guanti monouso, gel disinfettante e vademecum con le regole di comportamento prescritte dal Ministero. La dotazione è da utilizzare solo nei casi di necessità previsti dal Ministero”.

“Stiamo infine valutando la possibilità di limitare la zona nei pressi dell’autista – conclude Asf – ma stiamo approfondendo la questione soprattutto per il tema della sicurezza”.

Le misure per agevolare l’utilizzo dei trasporti e arginare il rischio di contagio non si limitano agli autobus urbani ed extraurbani dell’azienda di trasporto pubblico comasca.

Coronavirus – Crollo dei passeggeri Trenord: meno 60%. Nuove modifiche agli orari

Anche la stazione ferroviaria di Como Lago, infatti, ha introdotto una novità per favorire il controllo dei viaggiatori: una sola entrate/uscita, in corrispondenza della biglietteria.

E proprio stamattina è comparso il presidio della Polizia Ferroviaria, per controllare che i passeggeri in transito dalla stazione siano muniti di autocertificazione.

Alle misure prese per adeguarsi all’ultimo Decreto del Governo, si aggiungono le disposizioni della Navigazione Lago di Como.

navigazione-biglietteria-como

L’azienda ha infatti deciso di introdurre variazioni dell’orario del servizio pubblico di linea, come si legge nell’avviso pubblicato sul sito:

In riferimento ai contenuti del D.P.C.M. del 08/03/2020 riguardanti le misure da adottare per il contenimento dal contagio da COVID-19, tenuto conto delle indicazioni emanate dal Governo finalizzate alla tutela delle persone, si comunica alla Clientela che da mercoledì 11 marzo 2020 fino a venerdì 3 aprile 2020 saranno effettuate le seguenti variazioni dell’orario del servizio pubblico di linea attualmente in vigore, attuando le seguenti soppressioni:

• (Quadro 1) servizio battello: 402, 404, 408, 416, 214, 318, 322, 326, 328, 332, 334, 338, 342, 444, 348, 350, 454

• (Quadro 1) servizio rapido: SR114, SR124

• (Quadro 2) servizio battello: 405, 409, 411, 415, 215, 417, 319, 323, 327, 329, 333, 335, 339, 343, 445, 349, 351, 455

• (Quadro 2) servizio rapido: SR105, SR121, SR124

• (Quadro 5) servizio traghetto:

Partenze da Cadenabbia per Bellagio: T606, T620, T622

Partenze da Menaggio per Bellagio: T607, T609, T611, T613, T619

Partenze da Menaggio per Varenna: T607, T609, T611, T613, T615, T619

Partenze da Bellagio per Cadenabbia: T605, T619, T621, T623

Partenze da Bellagio per Menaggio: T606, T608, T610, T612, T614

Partenze da Bellagio per Varenna: T606, T608, T610, T612, T168

Partenze da Varenna per Menaggio: T608, T610, T612, T618

Partenze da Varenna per Bellagio: T607, T609, T 611, T613, T167, T619

Partenze da Varenna per Cadenabbia: T619

Si comunica che l’orario invernale in vigore sarà prorogato dal 22 marzo 2020 al 3 aprile 2020 e potrà essere modificato in funzione di eventuali ulteriori direttive in merito.

NAVIGAZIONE LAGO DI COMO
LA DIREZIONE DI ESERCIZIO

CORONAVIRUS TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

Un commento

  1. Buongiorno vorrei sapere se è possibile ottenere un rimborso o proroga dell’ abbonamento mensile degli studenti dato che nel mese di marzo non hanno usufruito del servizio ma l’hanno pagato…..grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: