Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Fontana: “Lombardia sta per entrare in zona rossa, punizione immeritata. Nel caso, scuole chiuse”

“I numeri stanno migliorando eppure c’è il rischio che si entri in zona rossa, una punizione che la Lombardia non si merita perché abbiamo fatto tanti sacrifici, i cittadini si sono comportati bene e la zona rossa è estramente penalizzante. L’ho detto anche al ministro Speranza al quale ho chiesto di riguardare”.

Così si è espresso questa mattina il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, in attesa della decisione ufficiale del governo. Che, però, il governatore ha di fatto anticipato pur contestandola e avendo chiesto all’esecutivo di Roma di rivedere la decisione in arrivo (dunque non ancora formalizzata).

Poi Fontana ha detto che il calcolo dell’indice Rt “è estremamente opinabile e soprattutto si riferisce a dati vecchi e non tiene conto dell’evoluzione. Cosa mi ha risposto Speranza? Mi ha detto che riguarderà. Le scuole, in zona rossa non riaprono”. Il riferimento è in particolare alle superiori, per cui nelle ultime ore si era invece fatta concreta la possibilità di una riapertura al 50% da lunedì.

Como e Lombardia, ore decisive per la riapertura delle scuole da lunedì. Incognita zona rossa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab