Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Nasce il pensatoio di Fratelli d’Italia. Il presidente Bianchi: “Mos maiorum, casa dei conservatori”

Tu chiamali, se vuoi, pensatoi o think-thank o associazioni culturali. Movimenti vicini alla politica, formalmente esterni ai partiti partoriti sempre con l’intenzione di muovere, polarizzare, interfacciare quella “società civile” che assai spesso resta più un’astrazione (ormai da Social) che una massa identificabile di persone-elettori. Ma non è certo colpa della buona fede di chi si attiva per la città.

Qualche mese fa l’imprenditore Paolo De Santis ha varato la sua Officina Liberale (qui). Oggi è la volta dei conservatori di centrodestra di area Fratelli d’Italia.

Andrea Bianchi

“Si rende noto che è stata costituita l’associazione “Mos Maiorum – La casa dei conservatori”, associazione culturale non a scopo di lucro con sede in Como, le cui finalità sono, tra le altre, quelle di promuovere la diffusione della cultura, in particolare socio-economica, organizzando conferenze e convegni, nonché di promuovere la diffusione delle idee, delle opinioni, della libertà di espressione e della partecipazione politica”, spiegano dal sodalizio.

“L’Associazione, quale momento di aggregazione sociale, è costituita inoltre per diffondere e promuovere momenti di confronto su di un nuovo modello di società, sul percorso di integrazione europea e sull’evoluzione strutturale della Pubblica Amministrazione nella sua fase di decentramento e federalismo amministrativo” evidenziano il presidente, Andrea Bianchi, il vicepresidente, Mario Conetti, e il segretario e tesoriere, Benedetta Pedraglio.

“L’Associazione – proseguono – intende ispirarsi, come il nome stesso sta ad indicare, al nucleo di valori morali, di ispirazione cristiana, e risalenti alla civiltà romana. La valorizzazione delle nostre origini e l’attenzione per la nascente società europea saranno lo scenario sul quale si intende proporre eventi di carattere sociale e culturale, che siano da stimolo per approfondire argomenti di attualità, fonte di nuove riflessioni e, perché no, promotori di iniziative e di dibattito”.

Il primo evento organizzato da Mos Maiorum è in programma lunedì 4 febbraio 2019 alle 21 a Como (sede da definire):

Esorcismi e riti voodoo al giorno d’oggi, fra schizofrenia e possessione:

– esorcismo e magia nera
– mafia nigeriana e riti voodoo
– il caso di Pamela Mastropietro
“Temi solo apparentemente legati a “pratiche” ritenute ormai passate, ma che, invece, le recenti cronache e i racconti e gli approfondimenti dei relatori dimostreranno essere quantomai attuali e diffuse” evidenziano dal sodalizio.

Perteciperanno il professor Alessandro Meluzzi, psichiatra e criminologo, Don Roberto Pandolfi, parroco di Grandate, e il dottor Claudio Cetti, già primario di psichiatra dell’Ospedale S. Anna

 

EDIT (2019)

Il presidente di Mos Maiorum, circa l’articolo pubblicato, tiene a precisare che: “Il riferimento a Fratelli d’Italia non corrisponde alla realtà. L’associazione si ispira al centrodestra ma non è collegato alla politica. Ci sono fondatori assolutamente estranei, altri magari più vicini alla lega. Ma non siano un’associazione di fratelli d’Italia”.

 

3 Commenti

  1. Lega , fratelli d’italia….signori , non è sufficiente un intestazione Latina per poter essere circolo culturale: servono menti , e a giudicare dai componenti del direttivo, al momento di interessante vediamo poca roba.

  2. Un sincero augurio , il paese ha bisogno di forze intellettuali per elaborare proposte di governo e di riforme . Mentre la sinistra si dimostra sempre più elitaria e atrofica spicca nella destra una carenza di scuola politica ispirata ai valori della democrazia liberale è necessario riportare la politica estera italiana nell’alveo atlantista , liberare l’informazione e la cultura da un monopolio che ha portato le nostre università a tristi posizionamento tra le classifiche mondiali , rimettere ogni cosa al suo posto , uscire da schemi ideologici antistorici per differenziarsi dagli atrofici opponenti . Siamo un paese sempre più invecchiato dobbiamo tutelare gli anziani e divenire attrattivi per giovani studenti . Serve la migliore modernità per conservare al meglio il nostro patrimonio .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab