RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Olgiate, Prima Comunicazione rinasce con Phonixa Spa. La Cisl: “Grazie ai lavoratori, hanno dato fiducia al nostro piano”

Si prospetta una decisa svolta per il futuro della Prima Comunicazione group srl di Olgiate Comasco. Oggi, giovedì 14 luglio ai 124 dipendenti dell’azienda l’imprenditrice Sabrina Boschi Amministratore Unico di Phonixa Spa ha comunicato la loro associazione in partecipazione a Prima Comunicazione Group srl per riprendere le attività produttive e dare continuità industriale. Accanto a lei anche il Antonio Guizzetti, economista bergamasco di fama mondiale che ha giocato un ruolo fondamentale nel salvataggio dell’azienda.

Lunedì 18 luglio Prima Comunicazione riprenderà ufficialmente le attività (qui le ragioni della chiusura), con la nuova gestione e una trentina di lavoratori, che cresceranno con il tempo via via che aumenteranno i contratti con nuovi partner commerciali, fino all’integrazione di tutte le unità lavorative.

“Un traguardo reso possibile anche grazie a tutti i lavoratori che hanno dato fiducia alla strada indicata dalla Fim Cisl – commenta Gennaro Aloisio segretario organizzativo, che ha seguito la partita per la Fim Cisl dei Laghi – nonostante le criticità attraversate, partendo dall’arresto dell’amministratore unico delle società collegate al fallimento della Giovanni Maspero&Co Giovanni Maspero, dal sequestro delle quote societarie e dal mancato stipendio che ad oggi è pari a 6 mensilità”.

Dopo l’arresto dell’amministratore unico, nell’aprile scorso – prosegue Aloisio – come sindacato ci siamo mossi immediatamente: chiedendo un incontro al Prefetto di Como e al Giudice delegato del fallimento; che fossero da subito dissequestrati i conti correnti per poter pagare gli stipendi ed eventuali ricambi per portare avanti le attività lavorative; incontrando più volte le maestranze, esortandole a non interrompere l’attività, con l’obiettivo di mantenere le commesse e non precludere l’attività futura. Ci siamo trovati per mesi a vivere dentro un garbuglio burocratico, il dissequestro delle quote societarie è avvenuto dopo circa 2 mesi dall’arresto gestendo sindacalmente una società con commesse e possibili acquirenti, ma a rischio chiusura perché privata della testa, con i conti correnti frutto delle attività delle maestranze sequestrati e con esse anche le quote societarie; situazione paradossale in quanto pur avendo manifestazioni di interesse le stesse non potevano essere attivate a garantire le continuità”.

“Premiante – conclude Aloisio – è stato l’atteggiamento costruttivo dei lavoratori, che hanno accettato di non fermarsi, pur nella totale incertezza del futuro. Gli stessi clienti ‘leader delle telecomunicazioni e delle assicurazioni’, riconoscendo gli sforzi del personale e la loro professionalità, non hanno rescisso i contratti”.

“L’esperienza di Prima Comunicazione Group è unica nel suo genere – le parole di Sabrina Boschi -. Ha dell’incredibile che i dipendenti di un’azienda non percepiscano lo stipendio da sei mesi, e nonostante questo decidano di non fermarsi, continuare il lavoro, restando a disposizione. Le risorse umane, la loro qualità professionale e soprattutto umana sono il valore aggiunto dell’azienda di Olgiate. È questo che mi ha spinto ad accettare la sfida”.  “Da lunedì inizia una nuova era per Prima Comunicazione – il commento di Antonio Guizzetti – una realtà dalle professionalità apprezzate in Italia e nel mondo. Professionalità che peseranno nel processo di ripartenza che è appena iniziato ma, siamo certi, porterà ottimi frutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo