Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Raffica di disagi sulla ferrovia Como-Lecco, la Regione accusa Rfi. I pendolari: “Dipendono da voi”

Trasporti ferroviari, la polemica torna a correre veloce sulla linea Como-Lecco. Poche ore fa l’assessore ai trasporti e infrastrutture di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi è intervenuta commentando alcuni disservizi verificatisi su diverse linee ferroviarie in maniera netta, sottolineando come si fosse intervenuti per chiedere conto ai responsabili.

Queste le sue parole: “Mi sono arrivate segnalazioni di molti disagi sulla rete ferroviaria a seguito di diversi guasti agli impianti che hanno provocato ripercussioni sul servizio nell’intera rete. Numerose le linee interessate da ritardi e soppressioni: S9 e linee provenienti da est e sud Lombardia, linea Domodossola, linee S8, S7, S11, S9 e Como Lecco. Abbiamo contattato Rfi affinché procedano al più presto alla risoluzione delle problematiche in corso”.

Solo poche ore dopo la dura presa di posizione del rappresentante del Comitato dei pendolari Como-Lecco, Giovanni Galimberti: “Gentilissima Assessore sulla Como-Lecco i disservizi peggiori sono: buco di 4 ore al mattino, nessun treno la domenica e i festivi, nessun treno per 3 settimane ad agosto, nessun treno per 2 settimane fra Natale e Capodanno. Tutti imputabili a Regione Lombardia. Quindi, mentre aspetta risposte da Rfi per i problemi sulla rete, la invito ad intervenire per mettere una pezza ai non servizi che azzoppano la Como-Lecco”.

“Lei – conclude Galimberti – potrebbe risolvere questi problemi con uno schiocco delle dita, se solo volesse, questi sì che sono i disservizi che le competono. Anche negli ultimi giorni ci sono state diverse corse in ritardo e soppresse per problemi ai treni, leggasi Trenord, leggasi Regione Lombardia, leggasi Lei”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo