Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Riaperture, la bozza del decreto: date per bar e ristoranti, piscine e poi palestre. Cos’è il Certificato Verde

Circola come sempre la bozza del nuovo decreto in fase di composizione.

Bozza, appunto, ma che in qualche modo indica gli orientamenti – graduali – del governo Draghi sulle riaperture annunciate dal 26 aprile.

Intanto, ma questo era piuttosto scontato, tornano le zone gialle e si conferma il coprifuoco dalle 22 alle 5.

CERTIFICAZIONE VERDE PER VIAGGIARE

Il documento ipotizza l’introduzione di un pass per spostarsi. La “certificazione verde” attesterà la vaccinazione, la guarigione certificata da test molecolare o antigenico rapido negativi. il documento dovrebbe avere valenza semestrale. Sarà rilasciato sia in formato digitale che cartaceo. Perderà validità, ovvio, se la persona dovesse risultare positiva.

Per quanto riguarda la certificazione di negatività da tampone la validità sarà di 48 ore.

BAR E RISTORANTI DAL 26 APRILE

Per le zone gialle dovrebbe essere permessa la ristorazione con consumo al tavolo ma solo all’aperto, anche a cena (al netto del coprifuoco).

BAR E RISTORANTI DAL PRIMO GIUGNO

Per le zone gialle consentita la ristorazione anche al chiuso dalle 5 alle 18.

PISCINE DAL 15 MAGGIO

In zona gialla consentita l’attività delle piscine all’aperto

PALESTRE DALL’1 GIUGNO

In zona gialla permessa l’attività delle palestre.

VISITE A AMICI E PARENTI

In zona gialla consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, per le visite. Limite di quattro persone conviventi oltre ai minorenni conviventi, persone con disabilità  o non autosufficienti. Possibilità vietata in zona rossa e consentita in arancione solo nell’ambito del comune di residenza.

TEATRI, CINEMA E CONCERTI

Dal 26 aprile in zona gialla ok a spettacoli aperti al pubblico in teatri, camere da concerto, cinema e locali con spettacoli dal vivo, oltre a locali con spazi aperti, a patto che vi siano posti prenotati e distanza di un metro tra non conviventi. Capienza massima al 50% di quella autorizzata in tempi pre pandemici.

Comunque massimo mille spettatori per gli spettacoli all’aperto e 500 al chiuso.

COMMERCIO

Dal 15 maggio in zona gialla potranno essere avviate attività nei mercati, centri commerciali, parchi commerciali anche nei festivi e prefestivi.

 

 

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab