Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Un angolo di paradiso senza auto? Bella: “Valutiamo la pedonalizzazione di viale Geno”

Nella redazione del nuovo Piano del traffico, già in itinere, si valuta anche la pedonalizzazione integrale di viale Geno. Una bomba, insomma, esplosa durante la discussione in consiglio comunale (non ancora terminata) sulla mozione del Pd che chiede già due primi passi: togliere le auto e restituire a pedoni ed eventualmente a locali e tavolini le piazze De Orchi e Croggi, oggi usate anche se non soprattutto come parcheggi.

Zona viale Geno, il Pd sfratta le auto: “Piazze De Orchi e Croggi da pedonalizzare subito”

Intervenendo durante il dibattito consiliare, Bella ha invitato a considerare in una visione più ampia anche quelle due proposte.

“Bisogna capire se viale Geno complessivamente è da destinare a una pedonalizzazione complessiva futura o se lasciare i parcheggi dopo piazza De Gasperi – ha detto l’assessore alla Mobilità Vincenzo Bella – Tutti abbiamo presente la situazione e gli ingorghi che si creano soprattutto nei giorni festivi: non sono piacevoli e, anche per l’impossibilità di sapere se ci siano o meno posti blu liberi, turbano la fruizione dei luoghi. Dobbiamo valutare tutta la sosta di quella zona e per questo almeno la valutazione della pedonalizzazione totale farà parte degli indirizzi strategici alla base del prossimo Piano del traffico. Poi spetterà al consiglio comunale decidere”.

Bella ha comunque evidenziato le varie criticità viabilistiche che dalla zona di Sant’Agostino discendono poi anche nella zona di viale Geno.

“A Sant’Agostino la questione è rendere compatibili i flussi di traffico dalla Lariana, quelli di chi va verso il lungolago, quelli chi cerca posteggio nella zona del lungolago – ha affermato – Purtroppo tutti vogliono parcheggiare dove avvengono le manifestazioni. Lo dimostra il periodo della Città dei Balocchi: avevamo dato la possibilità di archeggiare quasi gratis fuori dal centro, eppure non è stato percepito abbastanza”.

Ribadendo l’invito a considerare le pedonalizzazioni delle piazze De Orchi e Croggi all’interno di un disegno più vasto nell’ambito del nascente Piano del traffico, l’assessore ha anche annunciato che saranno quasi certamente riviste le tariffe dei parcheggi in città.

“Oggi non c’è omogeneità sulla tariffazione nelle varie zone e va rivista anche quella. Per quanto riguarda le piazzette indicate nella mozione, De Orchi di fatto è già quasi pedonalizzata mentre i 19 posti di piazza Croggi sono in parte occupati anche da residenti con abbonamento. Il tema resta comunque complesso, perché la zona non ha autorimesse vicine”.

4 Commenti

  1. Farei in modo allora di consentire la sosta dei veicoli dove c’è il capolinea dei bus dalle 22 alle 5, ovviamente ordinata.
    Però a quante attività gioverebbe l’area pedonale?
    Nel caso per tali attività canone molto ben adeguato alla nuova situazione..
    Personalmente mi piacerebbe passeggiare senza auto

  2. Oh bella, ma che proposte interessanti dal assessore Bella.

    Visto però la situazione dei parcheggi in convalle e soprattutto per evitare i soliti piagnistei dei commercianti & co, si dovrà contemporaneamente potenziare ed efficentare il trasporto pubblico, anche con navette dedicate da parcheggi esterni a città murata

  3. Bella l’idea ma va capito bene come procedere.

    Partire con le piazze Croggi e De Orchi potrebbe essere un buon esperimento per verificare ripercussioni su intasamento, posteggi, etc..

  4. la prima volta che ho sentito parlare della pedonalizzazione di Viale Geno è stato nel 90, sindaco di Como l’ indimenticato Felice Bernasconi, stava in un ampio progetto di rivisitazione complessiva della viabilità cittadina, era il 1990, segno palese di una città immobile, paralizzata dalle lobby e dall’incapacità di fare sistema del mondo imprenditoriale e politico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: