Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Ambiente, Attualità, Politica

VIDEO Rapinese e Lombardi: “Piazza Volta, discarica a cielo aperto. Oggi gentili e puliamo, poi tolleranza zero”

Blitz del sindaco Alessandro Rapinese e dell’assessore all’Ambiente Ivan Matteo Lombardi questa sera in piazza Volta. E’ il giorno in cui i due hanno annunciato (questa mattina: qui i dettagli) un cambio di passo sul fronte della gestione dei rifiuti in città, soprattutto nel fine settimana quando l’ondata turistica si fa più pressante.

Con ordine. Spiega Rapinese: “Domenica scorsa mi sono vergognato di essere il sindaco di Como. Era la mia prima domenica da sindaco e la città era lercia da far schifo. Da allora, con i miei consiglieri, ci siamo messi all’opera per intervenire immediatamente. I risultati iniziano a vedersi e, giovedì prossimo, in una conferenza stampa, spiegheremo ai comaschi tutto ciò che abbiamo fatto per ripristinare l’ordine, il decoro e la pulizia della nostra Como. In questi giorni saremo tolleranti e collaborativi. A breve, però, l’atteggiamento muterà e chi sbaglierà ne pagherà le conseguenze. Tutte”.

Entrando nello specifico di piazza Volta, spiegano i due in un video: “Ci sono organico, vetro e lattine. Ma in piazza Volta l’organico dovrebbe esserci solo dalle 9 di sera e solo per chi ne ha fatto richiesta, per il resto dovrebbe esserci solo del cartone, nient’altro. In verità qui troviamo di tutto, qualsiasi tipo di rifiuto. Stiamo parlando dell’utenza non domestica (bar, ristoranti, negozi, Ndr) quindi delle attività commerciali. E’ una discarica a cielo aperto, quello che vedere è la metà di quello che c’era perché Aprica ha già fatto un passaggio e dimezzato. Oggi abbiamo pulito a spese del Comune in partnership con Aprica. Stiamo tenendo una linea di condotta gentile, tollerante, provvediamo noi anche se ci sono dei responsabili con bidoni che portano il loro nome. None che non facciamo ma andremo da loro tra poco a dire che questa storia è finita. Puliremo tutto ma questa è l’ultima volta. Si collabora ma ci sono regole da rispettare, facile dire ‘la città è sporca’. C’è inciviltà da parte di chi conferisce quando non deve, ora il sistema sarà monitorato”.

Per quanto riguarda le promesse di stamane: “Oggi la città è stata pulita, i cestini perfettamente svuotati, sono vuoti e abbiamo verificato. Ottimo lavoro. L’amministrazione comunale c’è ma queste cose qui (sempre in riferimento a Piazza Volta) le discariche a cielo aperto con la giunta Rapinese non saranno più tollerate. Fino a oggi venivano tollerati gli incivili, non succederà mai più”.

5 Commenti

  1. Certo però non bisogna fermarsi alla città murata! Sono 2 anni che nel resto della convalle i cestini sulle strade sono andati via via diminuendo così meno sono e meno bisogna svuotarli poi però ovviamente sono sempre stracolmi, vedremo se il Sindaco terrà fede alle sue parole o se si limiterà alla città murata!

  2. Ma come si fa a chiedere di più a questi poveracci che, stando almeno ai redditi che dichiarano, fanno fatica a tirare sera ?

  3. L’espressione “tolleranza zero” lascia sempre un po’ perplessi. Quando si parla di rispetto di regole non esistono sfumature. O le regole si rispettano o le regole non si rispettano. Quindi diamo atto al Sindaco Rapinese e al suo Assessore all’Ambiente che almeno provano a farle rispettare. Quello che invece non si spiega, è come mai la Giunta precedente, tanto esaltata dall’ordine, dal decoro e dai Regolamenti draconiani abbia tollerato la sporcizia per le strade e l’anarchica gestione dei rifiuti da parte degli esercenti del centro. È proprio vero. Un certo tipo di destra finisce per distinguersi per essere “forte con i deboli e debole con i forti”. Vediamo se Rapinese, anch’egli di destra per chi non lo avesse capito, non sia ammalato della stessa malattia e vada fino in fondo con i suoi propositi. Anche questa è una prova del fuoco. Il Lungolago pliniano può anche piacere al nuovo corso, la “monnezza” non piace proprio a nessuno.

  4. Fate pulire e PAGARE ai locali della zona che guadagnano cifre enormi e lasciano alla città ed alla collettività solo sporcizia e disordine. Basta con il buonismo da “ristori” con questa gente !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo