Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

VIDEO Zona stadio, in tre si appostano poi uno sferra un calcio al camper in sosta: arriva la Polizia

Incredibile episodio nel parcheggio in zona stadio, tra l’Hangar e l’inizio della Passeggiata Gelpi. I video che hanno ripreso la scena – quasi incomprensibile anche per le modalità – risalgono a qualche sera fa.

Il primo video, lo vedete qui sotto, inquadra perfettamente il gesto: si nota un trio di ragazzini che si avvicina con passo felpato, quasi addossati al muro, alla zona del posteggio. Una sorta di mini-ispezione generale prima del gesto finale, con uno solo del trio che a un certo punto si incammina verso uno dei camper posteggiati, mentre i due amici osservano da lontano. Una volta raggiunto il mezzo, si vede il giovane in maglietta scura sferrare un calcio e forse un pugno sull’anteriore del camper, con un gran botto e prima di darsi alla fuga assieme agli amici.

Nel secondo video, la situazione prende davvero una piega surreale.

Come se nulla fosse, i due ragazzini che avevano assistito al calcio al veicolo tornano nei pressi del camper in sosta, il cui propietario nel frattempo è sceso per verificare i danni e provare a capire cosa sia accaduto. Ne nasce addirittura un piccolo scambio verbale, non udibile.

Nel terzo video, qui sotto, lo scambio – che non degenera mai – prosegue per qualche secondo, poi il camperista prende lo smartphone (in alcuni istanti sembra quasi riprendere il duo) e poi chiama la polizia.

Infine, l’ultima sequenza con l’arrivo degli agenti e i due ragazzi che assistono sempre impassibili alla scena.

Insomma, un quadro davvero per molti aspetti incomprensibile che però – testimoniano diversi residenti della zona stadio – non è assolutamente infrequente tra intemperanze e vandalismi più o meno gravi che vengono raccontati come frequenti e tutt’altro che saltuari.

TAG ARTICOLO:

12 Commenti

  1. Al di là dell’episodio (da condannare), si amplino le zone riservate ai camper (Ippocastano e Tavernola) e si metta un divieto esplicito di sosta a questi mezzi sia qui (piazzale Somaini) che in fondo a viale Geno (piazzetta Baratelli).

    Vadano nelle aree attrezzate, non ad accamparsi vista lago sottraendo posteggi pubblici.

    1. Sig. Giorgio, scrive bene quando indica la necessità di ampliare le zone riservate ai camper. Scrive male invece quando parla di “divieto di sosta” e utilizza espressioni sprezzanti riguardo la fruzione dei posteggi pubblici da parte dei camperisti.
      Credo che a lei sfugga, pur avendone fatto uso, il significato del termine “PUBBLICO”, sopratutto ignora l’Art. 185 del Codice della Strada, che assimila le autocaravan ad ogni altro mezzo a motore e ne autorizza la sosta sugli stalli pubblici appunto (senza provocare intralcio, ma questo vale appunto per ogni mezzo a motore.)

      La invito inoltre a informarsi riguardo la differenza (normata) tra SOSTA e CAMPEGGIO: indubbiamente il secondo non può essere approvato nelle aree non appositamente attrezzate, ma il fatto esistano comportamenti scorretti da parte di alcuni turisti non la autorizza a ritenere che i cittadini possano fruire dei diritti in maniera variabile a seconda della sua visione del mondo o semplicemente della sua visione di turismo.
      Buone cose.

    2. Sottraendo a chi? I camper sono veicoli normali. In assenza di un cartello specifico che vieti la sosta e se rispettano gli spazi segnati, non fanno campeggio (scala ritirata, tendalino chiuso, oscuranti chiusi, tavoli e sedie riposte all’interno) e pagano la sosta quando previsto, stiamo parlando del nulla.
      Per altro, fino a che ci saranno solo 15/20 posti camper nelle aree attrezzate (in pessimo stato di manutenzione) trovo sterile discutere di divieti in mancanza di alternative.
      Segnalo che il comune di Lazise (7000 abitanti) VR possiede ben due aree camper (50 e 200 posti attrezzati) che forniscono un servizio ottimo ad un prezzo giusto. Uffici comunali e assessore: fate una telefonata al comune veronese… magari vi danno qualche idea.

  2. ma il senso di questo commento? cosa centra il calcio Como con 3 ragazzini e le lore cretinate? credo si possano gestire, commentare e tentare di risolvere svariate e differenti tematiche senza per forza doversi concentrare solo sullo stadio e le altalenanti vicende della squadra cittadina…

  3. Spero che si possa identificarli e che i rispettivi genitori aprano gli occhi e paghino i danni. Non si tratta di area camper o no, ma di una generazione di maleducati ipergiustificati in tutto , che lascia apre quelli che ormai chiamiamo ” i rifiuti della movida”., Che distrugge le aree di gioco per i bambini, ecc. È ora di finirla. In questo sono assolutamente d’accordo con Rapman

  4. Approfitto per chiedere se questa è una zona dove i camper possono sostare per dormire. La mattina ci sono sempre camperisti che si lavano alla fontanella su borgovico , che fanno i loro bisogni perché non sempre si tratta di camper attrezzati, o che campeggiano con tavolini e altro. A me disturba parecchio,ma a parte il disgusto personale, è permesso campeggiare qui?

    1. Buonasera Sig. Alessia,
      i camper vengono definiti “autocaravan” secondo il Codice della Strada e dallo stesso codice sono assimilati agli altri mezzi a motore.
      Da ciò ne consegue che la sosta a tali mezzi NON può essere vietata. Difatti tutte le ordinanze che sovente i Comuni emettono per vietare appunto la sosta agli autocaravan, quando impugnate vengono infine definite illegittime e fatte decadere.
      Chiaramente v’è differenza tra SOSTA e CAMPEGGIO: in tal senso l’Art. 185 del Codice della Strada, “circolazione e sosta delle autocaravan”, risulta chiaro nel delineare tali differenze. Così come chiaramente v’è differenza tra persone civili ed altre incivili.
      Scrivo tutto ciò per invitare ad informarsi e a non ragionare per luoghi comuni. Personalmente da educato (così cerco d’esser) camperista risulto stanco di esser associato a una non ben definita categoria di girovaghi-straccioni-nomadi-zingari o semplicemente di maleducati.
      Concludo con una amara riflessione su quanto Como, una città subisce il dovere di doversi sentire turistica, manchi di adeguate strutture ricettive per le autocaravan appunto. Strutture che spesso abbondano e risultano anche di alta qualità in molte insospettabili aree di questo bel Paese.
      Buone cose.

    1. Infatti, questi ragazzini non hanno capito che queste scemate possono essere fatte solo durante le partite, quando tutto è concesso e con buona probabilità si resta impuniti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo