Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Economia

Villa Erba, bilancio 2021: utili per 1.6 milioni di euro. Valore di produzione 8.7 milioni. Torna il progetto del palco al galoppatoio

Si è tenuta questa mattina l’Assemblea ordinaria dei Soci di Villa Erba S.p.A. convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio chiuso al 31.12.2021 e per la relazione del Consiglio di Amministrazione. Presente il Consiglio d’Amministrazione, il Collegio Sindacale e i tutti i Soci ad eccezione del Comune di Como.
Il Presidente di Villa Erba, Filippo Arcioni, ha esposto ai Soci, in un quadro articolato, l’attività svolta e le caratteristiche della gestione dell’esercizio 2021 che si è chiuso con un positivo risultato economico.
Tre i punti chiave all’ordine del giorno: la ripresa dell’attività post pandemia, le prospettive di sviluppo sostenibile, il piano degli investimenti.
L’esercizio 2021 chiude con un utile di € 1.644.387 ed un valore della produzione di € 8.734.264, valori ben diversi rispetto a quelli dell’esercizio precedente profondamenti penalizzati dalla pandemia. La suddivisione dei ricavi dell’anno 2021 evidenzia la percentuale maggiore al wedding, a seguire i congressi/meeting e le fiere.
L’importante utile conseguito nell’esercizio, certamente non coerente con i ricavi derivanti dalla gestione caratteristica perché fortemente influenzato dai contributi ricevuti ex COVID, necessita di un’analisi che abbraccia il biennio colpito dalla pandemia. Infatti, l’utile di € 1.644.386 compensa l’ingente perdita dell’esercizio 2020 pari ad € 1.140.749. Il risultato particolare del 2021 si può dire che si ragguagli ai potenziali utili degli esercizi 2020 e 2021 che furono stimati a fine 2019 in oltre 500 mila euro al momento della presentazione del piano triennale, che indicava anche in quasi 20 milioni di euro i ricavi previsti del suddetto biennio. Va dato atto – sottolinea Arcioni – che l’azione del Governo e in particolare del Ministero del Turismo, hanno consentito di mitigare gli effetti devastanti della pandemia: Villa Erba ha infatti potuto beneficiare di importanti contributi statali che hanno permesso di coprire, non solo la perdita del 2020, ma anche di ragguagliarsi agli utili stimati prima della pandemia per gli esercizi 2020 e 2021 come previsti nel piano industriale pluriennale.
Nonostante le difficoltà del biennio, Villa Erba si era comunque prefissata alcuni significativi obiettivi per l’anno 2021. Principalmente: la sottoscrizione dell’Accordo di Programma che avrebbe dato l’avvio all’importante realizzazione del piano degli investimenti, la valorizzazione delle risorse umane grazie ad un piano di welfare aziendale comprendente anche la formazione, l’implementazione di un nuovo gestionale, alcune manutenzioni straordinarie del compendio, il completamento del progetto di digitalizzazione del centro espositivo, l’apertura al pubblico del parco, della Villa e del Galoppatoio nei mesi estivi con manifestazioni culturali di elevato livello.
Per quanto concerne le prospettive di sviluppo del triennio 2022- 2024 i punti chiave messi in evidenza sono stati:
  • Completamento del piano degli investimenti anche grazie al PNRR
  • Coproduzione di un evento fieristico
  • Valorizzazione dell’autosilo
  • Valorizzazione dell’ex Galoppatoio
  • Trend in crescita verso i 10 milioni di euro
  • Riduzione del peso wedding a favore del corporate
  • Piano di sostenibilità e bilancio sociale
  • Trasformazione in società for benefit
Il progetto, denominato #VillaErbaGetDigital ora concluso consente a Villa Erba di ampliare la capacità di accoglienza dei propri eventi abilitando nuovi scenari di contaminazione tra fisico e virtuale e nuovi servizi digitali per le aziende con l’obiettivo di supportare, anche in futuro, le più avveniristiche modalità di esposizione rese possibili dall’innovazione. La soluzione messa a punto permette, a vantaggio degli organizzatori di eventi e dei visitatori, di agevolare i processi organizzativi delle manifestazioni dando a Villa Erba una nuova leva competitiva per fronteggiare i cambiamenti nel settore MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions) e le nuove forme di relazione digitale con gli ospiti.
Il potenziamento del Piano di comunicazione digitale ha previsto l’attuazione di campagne di marketing digitali (Facebook, Instagram, LinkedIn) volte ad attrarre nuovi clienti in modo più diretto e rapido, in un mercato sempre più competitivo soprattutto nell’area MICE. Tutta l’attività di comunicazione è stata ed è da supporto all’attività commerciale principale realizzata in presenza con la partecipazione a manifestazioni di settore, con visite dirette ai potenziali clienti, e con l’organizzazione di educational mirati. Di rilievo il Lake Como Mice Workshop & trip, prodotto da Lake Como Convention Bureau nel mese di settembre: una tre giorni interamente dedicata alla promozione della destinazione Lago di Como che ha visto presenza, a Villa Erba, di 45 buyer altamente profilati.
Con riferimento allo sviluppo sostenibile, Villa Erba pur non svolgendo attività̀ particolarmente impattanti sull’ambiente, da anni gestisce questo aspetto in modo puntuale attraverso un controllo mirato. È importante evidenziare i positivi risultati ambientali conseguiti dai nuovi impianti di condizionamento capaci di abbattere le emissioni di CO2 e i costi energetici grazie all’utilizzo di energia rinnovabile e dell’acqua a bassa temperatura del lago. Significativo anche l’impianto di illuminazione del centro espositivo, ora dotato unicamente di lampade LED a basso consumo.
A queste basi si aggiunge il percorso intrapreso a inizio anno con due partner di eccellenza, Lifegate e KPMG. Villa Erba, ispirandosi ai valori e all’agenda 2030 dell’ONU, ha assunto un impegno per promuovere lo sviluppo sostenibile della sua attività̀ attraverso progetti ambientali e sociali. L’obiettivo nel medio termine è di trasformare Villa Erba in una “location sostenibile” capace di offrire “eventi a Impatto Zero” grazie alla definizione di progetti di riduzione di impatto ambientale e di un’azione di sensibilizzazione che coinvolgerà̀ tutti: dai clienti business ai privati, dal personale ai fornitori, dalle pubbliche amministrazioni ai cittadini. Con il supporto di KPMG si giungerà alla redazione del primo Bilancio di Sostenibilità della società entro la primavera del prossimo anno.
L’attività di Villa Erba consentirà di riportare già dall’esercizio 2023 i ricavi agli stessi livelli dell’anno record 2019 con un trend già avviato in proiezione verso i 10 milioni di fatturato con una riduzione del peso degli eventi “wedding” a favore di quelli “corporate” e quelli in generale MICE.
Si sottolinea che ad oggi sono state ospitate con successo di pubblico e soddisfazione degli organizzatori le fiere “Comocrea Primavera” e “Proposte”, il “Concorso di Eleganza”, una importante convention di primaria azienda farmaceutica, un evento del settore elettronico, un importante forum ed una fiera legata al settore del fumetto. Per i prossimi mesi sono confermate “Comocrea Autunno”, “Orticolario” e “TedX”. Non mancheranno importanti eventi congressuali e convegnistici, anche di richiamo internazionale e riprese cinematografiche. Fiorente il settore wedding, di cui il primo tenutosi nella seconda metà di febbraio, e che ad oggi consta di oltre 50 eventi. Nel mese di luglio, sono confermati eventi legati alla cultura aperti alla cittadinanza, anche in ossequio alle finalità̀ statutarie.
Con riferimento ai progetti strategici di medio – lungo periodo di grande interesse per lo sviluppo di Villa Erba si sottolinea l’area dell’ex galoppatoio con la riqualifica delle ex serre in punto di ristoro aperto alla città e la realizzazione di un palco idoneo ad ospitare eventi musicali in grado di richiamare una forte presenza di pubblico. La riqualificazione dell’area ex-galoppatoio ha l’obiettivo di esaltare il valore pubblico della struttura in concessione, potenziando la fruizione pubblica del parco, nonché́ sostenere l’attività̀ di impresa di Villa Erba. Di particolare interesse è anche la ricerca avviata con il Comune di Cernobbio per una migliore valorizzazione ed utilizzazione dell’autosilo a favore della collettività. A questi progetti si aggiunge la ricerca di possibili intese con altri operatori, in primis con la collegata Fiera Milano, per portare a Villa Erba un evento fieristico che trovi la sua ideale collocazione nel compendio, dove verde, lago e Centro Espositivo costituiscono un unicum non riscontrabile altrove.
“Il 2021 si è caratterizzato all’insegna della forte voglia di incontrarsi in presenza e questa voglia si è trasferita tout court in una ripartenza degli eventi molto decisa – dichiara Piero Bonasegale, Direttore Generale di Villa Erba SpA –. Considerando meno di un semestre di attività con la ripresa degli eventi solo dal 15 di giugno e la nuova interruzione causa aumento dei contagi alla fine di novembre, il dato dei ricavi comparato con il medesimo periodo del 2019 (che è stato il nostro anno record di fatturato), è addirittura migliore; questo dato ci ha quindi subito fatto intuire che il 2022 al netto di fattori esogeni imprevisti, potesse essere un anno di notevoli soddisfazioni e al momento il trend ce lo sta sicuramente confermando. Non escludo infatti che, salvo imprevisti che possano interrompere le attività, potremmo trovarci di fronte a risultati molto soddisfacenti. Concludo con un sentito ringraziamento ai miei collaboratori che vivono questa intensa attività sempre con grande spirito di squadra e forte senso di appartenenza senza mai lesinare l’impegno.”
“Il nostro triennio si era avviato in piena pandemia, senza alcuna visibilità di miglioramento nel breve periodo – commenta Filippo Arcioni, Presidente di Villa Erba SpA -. Fortunatamente l’esito della campagna di vaccinazione ha consentito una forte ripresa di tutta l’attività di Villa Erba nella seconda parte dell’anno. Inoltre, i contributi dello Stato, a favore del nostro settore così danneggiato dalla pandemia hanno permesso a Villa Erba il riequilibrio finanziario. L’esercizio 2022 si concluderà certamente in modo positivo e la società è avviata in un prossimo futuro a superare l’ambiziosa soglia – che sembrava irraggiungibile – di 10 milioni di fatturato. Ma a fianco di questi tangibili e lusinghieri successi economici Villa Erba guarda anche agli interessi più generali della collettività con l’importante investimento per la totale riqualifica dell’ex Galoppatoio che, una volta ottenute le prescritte autorizzazioni della sovrintendenza dei Beni Artistici e Culturali, diventerà il luogo ideale per eventi e concerti a favore delle giovani generazioni. Continuerà, quindi, in modo ancora più incisivo ed evidente il progetto “la cultura di Villa Erba” con eventi di forte richiamo sia nel Parco sia nell’ex Galoppatoio durante i mesi estivi. Di particolare importanza sarà il completamento del piano degli investimenti e della redazione del bilancio sociale che tenga conto degli obiettivi raggiunti nella sostenibilità economica ed ambientale, e delle attività svolte a favore della collettività per lo sviluppo del territorio dando puntuale accoglimento agli obiettivi previsti nello statuto di Villa Erba sin dalla sua costituzione”.

 

In conclusione, il Presidente ha ringraziato i colleghi consiglieri per il lavoro realizzato in piena condivisione e l’intero staff di Villa Erba per il costante impegno e professionalità dimostrati. L’assemblea si è conclusa con brevi interventi da parte dei Soci che si sono dimostrati solidali con il management per gli sforzi introdotti in questo anno complicato. Il bilancio di esercizio al 31.12.2021 è stato approvato dai Soci presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo