Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Vittoria Alpha: dopo un anno, giunta all’amo. Se il Consiglio approva si torna a pescare (per bene) anche a Como

Il nuovo Regolamento di Polizia Urbana, approvato a luglio 2019, aveva destato non poche perplessità(quando non rabbie) tra i pescatori comaschi che si erano visti limitare zone e orari per la loro attività nel primo bacino – la cosiddetta Riserva Celesia.

Como, pesca sul lago, Willy lenza infiammata: “Cacciati anziani e bambini, regole sbagliate colpiscono i deboli. Pronti a tornare in piazza” 

Tra manifestazioni in piazza e la richiesta di modifiche al Regolamento, ecco arrivare una vittoria per il gruppo Alpha. Dopo un lungo dialogo con l’assessore alla sicurezza di Como Elena Negretti e il comandante della Polizia Locale Donatello Ghezzo, infatti, le proposte avanzate dall’associazione sono state discusse e approvate in Giunta.

“Ringrazio l’assessore Negretti e il comandante Ghezzo per la grande disponibilità – così William Cavadini leader dei pescatori Alpha – per noi è una grande soddisfazione e una vittoria, siamo speranzosi e attendiamo che le proposte vengano messe a calendario per un prossimo Consiglio comunale”.

Per quanto riguarda i tratti dove svolgere l’attività di pesca, l’associazione ha proposto un’interdizione da dopo il molo di Sant’Agostino fino alla fine della “Passeggiata Ex-Amici di Como”, nel Parco di Villa Olmo e nella diga foranea Caldirola (sul “tondello” del Monumento Libeskind).

“Abbiamo modificato con piacere la nostra prima versione del documento che riportava alcune richieste – continua – abbiamo rinunciato a pescare in alcune zone, chiedendo però un’estensione degli orari per tutto l’anno”.

Nella proposta dei pescatori comaschi, infatti, si chiedeva l’applicazione di determinati orari nella diga foranea Caldirola, zona ad elevato afflusso turistico e di spazio limitato. In particolare: dalle 15 alle 10.30 con l’ora solare, dalle 19 alle 10 (dal lunedì al giovedì) e dalle 20 alle 10 (dal venerdì alla domenica).

“La presenza dei pescatori sulle sponde cittadine è importante, fa parte della storia e della tradizione di Como” conclude William.

L’ARTICOLO CHE HAI APPENA LETTO (AGGIORNATO ALLE ULTIME NOVITA’) E’ USCITO SU COMOZERO SETTIMANALE: ECCO DOVE PUOI TROVARLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: