Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cronaca

Pugni al parabrezza, poi cerca di rubare il bus. Portato in questura aggredisce e minaccia gli agenti. Arrestato

E’ successo nel pomeriggio di ieri, lunedì 15 giugno, quando è arrivata alla Sala Operativa della Questura una richiesta di intervento. Si segnalava, spiegano da viale Innocenzo, “una persona in evidente stato di alterazione psicofisica che, dopo aver inveito contro i passanti, prendeva a pugni il parabrezza di un autobus di linea, salendovi successivamente e tentando di aggredirne l’autista”.

Sono intervenute subito le volanti cui, diversi testimoni hanno raccontato che “nonostante avessero cercato di dare una mano all’autista del bus, cercando di far scendere dal mezzo l’uomo, quest’ultimo repentinamente fosse riuscito a risalire impadronendosi della cabina di guida del mezzo e cercando di metterlo in moto”.

Poi, “grazie alla destrezza di un cittadino, che è riuscito a sfilare le chiavi del veicolo, si è riuscito ad evitare che ciò accadesse”.

Gli agenti dopo aver cercato di placare l’uomo (uno straniero, 24 anni, con diversi precedenti) “che inveiva e sferrava calci e pugni nei loro confronti, provvedevano ad accompagnarlo nei pressi della Questura per gli atti di rito”.

E’ stato “poco collaborativo” anche in questura dove ha insultato e minacciato il personale.

“Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate veniva, inoltre, indagato in stato di libertà per interruzione di pubblico servizio ed oltraggio a pubblico ufficiale.
Uno degli agenti ha riportato lesioni alla mano sinistra con prognosi di 7 giorni, mentre all’autista dell’autobus è stata riconosciuta una prognosi di 5 giorni. Il Processo per direttissima previsto per oggi è rinviato al 24 giugno concedendo all’imputato termini a difesa con obbligo di firma”.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: