Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

LacMus festival: gran finale con la greenway musicale e il concerto di chiusura

Nel weekend continueranno gli appuntamenti con LacMus, il festival sul lago di Como che sposa musica e panorama.

Tremezzina, seconda edizione del festival LacMus: incontro tra musica e panorama

Sabato 7 luglio a partire dalle 18 ritornerà la “Greenway Musicale”, che percorrerà il tragitto dalla Chiesa di Sant’Eufemia ad Ossuccio fino ad arrivare a Villa Balbianello a Lenno.

Protagonisti della camminata saranno i musicisti del festival, che si esibiranno sia da solisti sia in piccole formazioni da camera.

L’arpista francese Marie-Pierre Langlamet, vincitrice nel 1992 del prestigioso concorso internazionale di Israele e prima arpa dei Berliner Philharmoniker, accoglierà il pubblico al punto di partenza presso la Chiesa di Sant’Eufemia.

A seguire, il Settecento di Leclair e lo Stradivari di Gary Levinson, musicista formatosi alla Juilliard Schhol di New York e Concertmaster alla Dallas Symphony, si uniranno per il concerto nella Casa Brenna Tosatto a Lenno.

La terza tappa sarà in Piazza Campidoglio, dove il pubblico incontrerà i giovani maestri della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio.

Mentre, in piazzetta Brenna i due fondatori del festival, Louis Lortie e Paolo Bressan, si esibiranno insieme al pianoforte in una trascrizione dell’Ouverture dal Guglielmo Tell di Rossini.

Rossini verrà anche celebrato sulla scalinata di Villa Monastero: la violoncellista coreana Christine J. Lee e il contrabbassista Gabriele Carpani riprodurranno il Duetto rossiniano in re maggiore.

La meta della Greenway Musicale verrà raggiunta anche dai maestri della Cappella Musicale Regina Elisabetta, i quali suoneranno a Villa Balbianello sulle note di Souvenir de Florence di Tchaikovsky; insieme a loro  anche il grande violista Miguel da Silva, che della Cappella è docente.

Appuntamenti da non perdere anche nella giornata di chiusura del festival, domenica 8 luglio. Alle 19:30 il Grand Hotel Tremezzo ospiterà gli artisti, che sono stati protagonisti di questa edizione del festival. 

Ritornano, dunque, in veste di solisti l’arpista francese Marie-Pierre Langlamet e e il clarinettista Anton Dressler. A seguire, anche la LacMus ensemble diretta da Paolo Bressan, che coinvolgerà anche artisti di istituzioni prestigiose come la Dallas Symphony Orchestra, la Royal Academy of London, i Berliner Philharmoniker, le italianissime orchestre dell’Arena di Verona e della RAI di Torino, il Conservatorio di Amsterdam e la Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio.

Il programma del concerto finale accosterà alcuni brani che hanno costituito il fitto cartellone del festival, ricordando ancora una volta Rossini, Debussy e Tchaikovskij.

 

INFO
Modalità di ingresso: Biglietto intero € 35 – ridotto € 25 (residenti in Tremezzina e studenti under 26).
Maggiori informazioni si possono trovare sul sito 

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: