Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Turismo

Case vacanza e B&B, il supervertice a Villa del Grumello: “Luglio e agosto meglio del 2019. Boom tedeschi”

Si è tenuto in questi giorni il primo Meetup in presenza degli Host del Lago di Como e dell’Associazione Ospiti per Casa.
Le due Community riuniscono più di 200 gestori di strutture del territorio che si estende lungo tutto il Lago, la Brianza e le Valli. Da scenario la suggestiva serra di Villa del Grumello, a Como.
Obiettivo comune delle due realtà è, spiegano, “Fare rete, creare una visione condivisa dell’accoglienza con la A maiuscola per il Lago di Como con proposte formative ad hoc, collaborare con le amministrazioni locali per una ricettività in regola e trasparente secondo le normative vigenti”.

Più di 35 i partecipanti, nonostante il maltempo dei giorni scorsi, “tutti entusiasti e curiosi di conoscersi o rivedersi, e di confrontarsi sulla ripresa del turismo nel territorio e sui possibili scenari futuri”.

Sono stati poi discussi alcuni insight condivisi di Airbnb sul fronte prenotazioni:
– Gennaio-giugno è stato un periodo di crollo dei pernottamenti su Airbnb sul Lago di Como a causa della pandemia, in linea con quanto avvenuto nel resto del Paese
– Luglio e agosto sono stati invece mesi positivi, addirittura in crescita rispetto al corrispondente periodo del 2019 grazie all’esplosione dei flussi dalla Germania e alla forte crescita del turismo domestico
– Rispetto alle prenotazioni di qui in avanti, lievemente sotto rispetto al corrispondente periodo del 2019. Le opportunità maggiori sono quelle di dare impulso ai flussi dagli Stati Uniti, dal Regno Unito e dall’Austria (in ordine di importanza) che stanno registrando cali significativi.
Gli Host dal canto loro hanno confermato una buona ripresa dal mese di giugno, un significativo afflusso di francesi e tedeschi e l’apprezzamento di strutture fuori dal centro urbano, posizionate nelle valli del Lago.
Gli organizzatori hanno poi condiviso con i presenti alcune proposte da portare all’amministrazione del Comune di Como, come per esempio creare un parternariato su un evento turistico annuale promosso dal Comune, anche promuovendo tra i propri affiliati ospitalità gratuita a relatori e ospiti provenienti da altri territori, e, sulla scia di quanto accaduto questa estate, sensibilizzare gli host rispetto all’eventuale accoglienza in casi sfollamento e ricollocazione temporanea di residenti o turisti per emergenze ambientali. “Le proposte – spiegano – vogliono essere un chiaro segno di collaborazione e di disponibilità, nella certezza che il fare rete e il sostegno da più parti può far tornare il turismo del nostro Lago tra i più desiderati. La serata si è chiusa con un aperitivo per brindare alla fine di questa stagione con uno sguardo positivo al futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo