Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Como, posti gialli e blu gratis per i tavolini dei locali senza dehors. Come funziona, chi può

La giunta del Comune di Como, su proposta degli Assessorati al Commercio ed alla Mobilità, ha deliberato di autorizzare fino al prossimo 30 giugno l’occupazione gratuita delle aree di parcheggio con stalli blu e gialli con tavolini e sedie delle attività di ristorazione che non hanno spazio esterno.

Spiegano dal Comune: “Il provvedimento ha la duplice finalità di consentire agli esercenti il rispetto delle misure di distanziamento e di favorirne la ripresa dopo un lungo periodo di chiusure, considerando anche le importanti limitazioni ancora vigenti”.

La durata di queste concessioni potrà essere estesa fino al 30 novembre, si apprende ancora dall’amministrazione, nel caso in cui il governo prolungasse l’esenzione dal pagamento del canone unico, attualmente in scadenza il 30 giugno. In questo caso il Comune agirà di conseguenza, corrispondendo a Csu l’importo relativo ai mancati introiti dal pagamento dei posteggi (quantificato, in base a una stima di massima, in 150.000 euro per il periodo da giugno a novembre).

Le richieste dovranno riguardare l’area adiacente al locale cui si riferisce l’autorizzazione e saranno concessi al massimo tre stalli esclusivamente a imprese in regola con il pagamento del canone unico. Le occupazioni dovranno rispettare quanto prevede il Codice della Strada e i diritti dei terzi. Nel caso in cui le richieste siano relative ai posteggi gialli, ne saranno ricavati altrettanti per i residenti nelle vicinanze.

Restano esclusi da questa possibilità i posteggi in viale Lecco e viale Varese.

“E’ un atto doveroso per favorire la ripartenza – commenta l’assessore al Commercio Marco Butti – a fronte delle gravi conseguenze che le restrizioni connesse all’emergenza sanitaria hanno determinato per le categorie produttive, tra cui anche le attività di somministrazione e ristorazione”.

Nei giorni scorsi si erano levate diverse voci degli esercenti:

Macinato Fresco, niente tavoli all’aperto: “Per le proteste dei residenti, assurdo. Come noi decine di locali”. Butti: “Problemi coi passi carrai”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo