Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Solidarietà e Sociale, Sport

24 ore senza pausa, 176 Km per il giro del lago di Como. L’impresa di William contro il cancro, sabato 11 giugno

Ventiquattro ore ininterrotte di corsa, 3800 metri di dislivello e 176 chilometri totali per compiere un “giro” completo intorno al lago. L’impresa sarà tentata, tra sabato 11 e domenica 12 giugno, da William Goodge, atleta di endurance, non nuovo a simili imprese. Il 28enne inglese, ex giocatore di rugby, da alcuni anni si è dedicato anima e corpo alle ultra maratone e ad altre prove di resistenza. Nel 2021 corse ben 48 maratone, una per ogni contea dell’Inghilterra, in 30 giorni, concludendo questo immenso sforzo con la famosa London Marathon. Il tutto in memoria della mamma morta di cancro nel 2018. Un’impresa studiata e fortemente voluta proprio per raccogliere fondi da destinare al Macmillan Cancer Support per la ricerca contro il cancro. Uno sforzo immane che l’atleta volle fare, ispirato dal pensiero dell’enorme dolore che dovette sopportare la madre. Ma sono anche molte altre le sue imprese, dalle 12 maratone di Natale corse nei giorni antecedenti appunto il 25 dicembre, alle 875 miglia percorse in 16 giorni in occasione del giorno del compleanno della mamma. E anche questa sua nuova impresa sul lago di Como servirà a raccogliere fondi per la ricerca sul cancro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da W I L L I A M F. G O O D G E (@williamgoodge)

Gli sponsor sono Guiddy (excursion become experience), Antica Farmacia Internazionale di Como, Centro Porsche Como e Ristorante da Pietro. La presentazione dell’evento si è svolta in serata, purtroppo però William, per un ritardo nel volo aereo, non era presente. Sarà invece pronto a partire sabato 11 giugno tra le 7 e le 8 di mattino dal Tempio voltiano per ritornarvi entro 24 ore. Il comasco Tommaso Gilardoni, manager dell’atleta ha ideato e proposto a William il progetto che adesso è realtà. Ovviamente alle spalle dell’ultra runner ci sarà un team molto affiatato e competente, formato sia da un cameramen e da un fotografo che seguiranno ogni fase della prova – la precedente imprese delle 48 maratone diventò un docu film andato in onda su Amazon Prime – sia di cinque atleti amici di William che gli faranno compagnia alternandosi nel correre insieme a lui.

Coinvolto nel progetto anche il farmacista Giorgio Tassone della Farmacia Internazionale di Como, specializzato anche in Scienze della nutrizione che curerà l’aspetto di integrazione e supporto durante le 24 ore. “Lo seguiremo con dei mezzi per tutta l’avventura così da avere dei feedback costanti in diretta e calibrare di conseguenza l’integrazione – spiega Giorgio Tassone – William ha una massa grassa molto bassa e una buona percentuale di massa magra, quindi è anche un’atleta muscolare. Sarà fondamentale supportarlo con macronutrienti a partire ovviamente dai carboidrati, sotto forma di gel energetici specifici, barrette e soluzioni in polvere. Decisivo sarà poi capire le sue reazioni ai vari componenti per evitare effetti indesiderati essendo una corsa continua con minime soste”. Appuntamento dunque per sabato mattina. E se doveste incrociare William su è giù per il lago incitatelo.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo