Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Como, Giro di Lombardia a Ferragosto. Falanga (Uil): “Fuori dalla realtà. E le ferie della polizia locale?”

L’emergenza Coronavirus ha stravolto tutti i calendari sportivi e anche il Giro di Lombardia non fa eccezione. Quest’anno, dunque, la corsa ciclistica passerà dal Lario nientemeno che il giorno di Ferragosto, con partenza da Bergamo e arrivo a Como dopo il classico tragitto da Ghisallo, Sormano, Civiglio e Valfresca.

Una novità che però non è stata accolta benissimo da Vincenzo Falanga, segretario Generale Uil Fpl del Lario.

“Ecco un’altra trovata di chi non ha la percezione di quello che è avvenuto in questi mesi – sbotta il sindacalista – Abbiamo appreso dai mezzi di informazione che il Giro di Lombardia passerà a Como il giorno di Ferragosto, complimenti agli organizzatori!”.

Le critiche, in particolare, vertono sui riflessi che l’organizzazione nel giorno del 15 agosto comporterà per le forze delle Polizie locali.

“Tale decisione – osserva Falanga – inciderà sulla programmazione del periodo estivo di ferie dei nostri operatori di Polizia Locale che, quest’anno più degli altri anni, hanno bisogno di recuperare le energie e tutto quanto necessario visto quanto vissuto in questi mesi di lockdown. A questo punto oltre mi chiedo quali azioni vorrà mettere in campo il Comune di Como (e se ha subito passivamente la decisione) in vista di questa iniziativa perché è chiaro che avrà bisogno di uomini per gestire la kermesse ciclistica”.

“Siamo pronti a mettere in atto tutte le azioni possibili a tutela di chi fino ad ora, non si è mai tirato indietro in queste settimane difficili – conclude il segretario della Uil Fpl del Lario – se non ci saranno gli strumenti per compensare l’ennesimo disagio a chi sarà chiamato a garantire l’ennesima sorpresa di questo 2020”.

8 Commenti

  1. Scelta oculata quella del Comune di Milano, la stessa fatta da altre Amministrazioni e da molte aziende private. L’Amministrazione di centro destra a Como è sempre un passo indietro rispetto agli altri! È ormai evidente a tutti.

  2. Tanto gli organizzatori sono sul palco…e se ne fregano dei disservizi che provocano. Bravo Falanga.

  3. Da denuncia. Precetto e basta. Le ferie si faranno quando si potrà, specialmente quest’anno, come tutti i lavoratori. E se non si potrà si penserà all’anno prossimo.

  4. E invece ha ragione: io lavoro nella sanità, i Vigili e le altre Forze hanno tenuto duro durante il lockdown: abbiamo o no il diritto alle ferie?
    Oppure un capriccio di qualcuno deve privare le persone delle ferie che gli spettano di diritto?

    1. Questi ciclisti a quelli che lavorano non ci pensano mai…. Solo a divertirsi a veder passare i corridori. 😃

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo