RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Attualità

Como, possono rinascere le serre di Villa Olmo: progetto da 850mila euro in più, 2 milioni totali

Finalmente sembra davvero pronto a partire il recupero delle serre storiche di Villa Olmo. Ma questo accadrà a caro prezzo, ossia con ben 850mila euro in più rispetto al previsto: la cifra destinata dal Comune di Como all’opera passa dunque ufficialmente da 1,2 milioni a due milioni di euro (già stanziati dall’ottobre 2022; nel conteggio totale ci sono anche fondi Cariplo per 700mila euro).

Un incremento che si è reso necessario “per effetto della situazione congiunturale sfavorevole cha ha provocato l’allungamento dei tempi e l’incremento dei costi delle materie prime”. Inoltre, l’obiettivo dell’amministrazione è garantire l’intera somma necessaria per evitare discontinuità e interruzioni una volta avviati i lavori sulla base del progetto esecutivo appena approvato. Una volta svolta la gara d’appalto, i lavori dovrebbero essere conclusi entro un anno e mezzo circa.

Nel dettaglio, tantissimi gli interventi per recuperare le serre di Villa Olmo. I seguenti:
1. Sostituzione del manto di copertura opaco (compresa l’orditura in legno a supporto dello strato di lamiera finale) di una
parte del corpo di fabbrica della Serra principale alta;
2. Pulitura, risanamento e rifacimento della superficie muraria e degli intonaci interni ed esterni dei corpi di fabbrica;
3. Rimozione dei serramenti e delle strutture portanti di tutte le serre;
5. Posa in opera di nuova struttura portante e di nuovi serramenti per tutti i corpi di fabbrica delle serre;
6. Ripristino di tutti i discendenti, le scossaline e le grondaie in lamiera;
7. Restauro degli elementi in calcestruzzo e in pietra;
8. Ricostruzione di parti in pietra e in calcestruzzo;
9. Rifacimento del pavimento della terrazza al piano primo;
10. Trattamento di restauro di tutti gli elementi in metallo;
11.Realizzazione di servizi igienici al piano terra della Serra alta mediante demolizione del pavimento esistente, posa in opera di ripartizioni interne in cartongesso, di nuovi pavimenti (compreso sottofondo) e rivestimenti;
12. Tinteggiature delle pareti interne ed esterne;
13. Apertura di nuovi varchi di porte a servizio dei nuovi servizi igienici;
14. Realizzazioni di impianto termico e di condizionamento, impianto idrico-sanitario ed elettrico e speciale;
15. Adeguamento della rete delle fognature;
16. Sistemazione dei camminamenti esterni;
17. Posa in opera di schermature metalliche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TAG ARTICOLO:

5 Commenti

  1. Esatto…quale sarà l’utilizzo finale? Sarebbe bello che fosse affidata a qualche impresa di giovani che facesse giardinaggio con vendita ai privati.

  2. Questa è una splendida notizia. Spero ci sia già un’idea su come utilizzarle e renderle un polo attivo e vivo per la città

  3. Domanda 1, Quale Giunta ha avviato il progetto?
    Domanda 2, Quando termineranno i lavori? 3/6 ics.
    Domanda 3, Quale ne sara l’utilizzo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo