Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Coronavirus, in via Leoni non stanno a casa: mamme, partitella, panchine piene. La Locale identifica tutti: “E’ pericoloso, separatevi”

Evidentemente il messaggio non passa. E’ da qualche giorno che i residenti della zona segnalano troppi assembramenti al parchetto pubblico di via Leoni: mamme che chiacchierano, persone sulle panchine, ragazzi che giocano a calcetto.

Così oggi un residente ha chiamato la Polizia Locale. Le disposizioni per il contenimento del Coronavirus pur non vietando passeggiate invitano con chiarezza assoluta al mantenimento della distanza di sicurezza: calcolato in almeno un metro.

E’ essenziale, vitale rispettare questa semplice indicazione per ridurre significativamente il rischio contagio.

Questo è in sintesi quanto hanno ricordato gli agenti alle numerose persone presenti che ovviamente sono state tutte identificate.

Sul posto anche gli uomini della questura.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

TAG ARTICOLO:

8 Commenti

  1. Mi dicono che in Sant’ ANNA stanno mettendo letti in ogni angolo libero per il Coronavirus. Queste persone al parco non si rendono conto di essere un rischio per se stesse e per gli altri. Quando occorre, l ‘ intervento dell ‘ autorità deve essere fermo, non una semplice raccomandazione.

  2. Ci sono assembamenti di extracomunitari. In via anziani dove c’è il market indiano.. Ragazzotti che bevoni birra li di fuori

    1. Paolino guarda che lo sanno già, ma non hanno mai fatto niente…. e poi figurati se adesso se li portano in caserma ????

  3. Questi non hanno davvero idea di quello che sta succedendo: ci sono padri e madri che lavorano in ospedale, fanno turni massacranti e la sera non tornano a casa dai loro figli per non rischiare di contagiarli e questi vanno tutti insieme al parchetto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: