Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Coronavirus – Vescovo e sindaco: “Salme, se sarà emergenza, bare ospitate nella chiesa del cimitero”. Poi la preghiera

L’emergenza Coronavirus, come aveva anticipato giorni fa il sindaco di Como, Mario Landriscina, potrebbe annunciare possibili, dolorosi e drammatici problemi di gestione delle salme (intervista sotto).

A Como non è ancora così ma potrebbe accadere, è successo altrove.

Così oggi un sopralluogo. Lo fa sapere la diocesi:

Nel pomeriggio di venerdì 27 marzo, il Vescovo monsignor Oscar Cantoni si è recato alla chiesa del Cimitero Monumentale di Como.

Erano presenti il sindaco Mario Landriscina, l’assessore Elena Negretti e il cappellano del Cimitero Monumentale don Andrea Messaggi.

Diocesi, Comune e Cappellania hanno valutato insieme la possibilità che la chiesa del cimitero, in caso di necessità, possa accogliere rispettosamente e dignitosamente le bare in attesa di tumulazione o cremazione (circostanza che al momento rappresenta solo un’ipotesi, poiché non ci sono emergenze in tal senso).

In questo contesto, in chiesa, a porte chiuse, il Vescovo ha pregato per tutti i defunti.

“In questo luogo – è la riflessione di monsignor Cantoni – ho voluto esprimere, a nome di tutti, la vicinanza alle nostre sorelle e ai nostri fratelli defunti e ai loro familiari. Da quando è scoppiata l’emergenza da Coronavirus non è possibile celebrare insieme il momento del distacco dai nostri cari. Anche le visite, al momento, per motivi di sicurezza, non sono possibili. È una circostanza che ci riempie di dolore. La mia presenza al Cimitero Monumentale di Como ha abbracciato spiritualmente tutti i cimiteri della nostra diocesi. Ho voluto condividere una preghiera di suffragio, di benedizione e di consolazione”.

Monsignor Cantoni ha pregato il salmo “Signore a te grido accorri in mio aiuto”.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

2 Commenti

  1. C’e’ un ospedale vivo ma dimenticato sindaco !!!!!!
    Avvisi i suoi interlocutori alla Regione che forse e’ meglio tacere che vantarsi di essere primi in tutto !
    Comunque se lo ha dimenticato l’Ospedale si chiama S.Anna !!!!

  2. Ci voleva anche che il petty non avesse riavviato il forno crematorio!
    Per il resto massimo rispetto per sindaco e assessore che in questo momento devono gestire l’emergenza virus tra Protezione civile Polizia Locale e organizzazione comunale per l’emergenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: