Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Avvio scuole, mentre è polemica Governo-Regioni a Cernobbio è tutto pronto. Monti: “Investimento da 100mila euro per la sicurezza”

La riapertura delle scuole lombarde si avvicina e Cernobbio si presenta pronto all’appuntamento: il Comune, infatti, ha investito circa 100 mila euro per adeguare le strutture del territorio alle nuove normative dettate dall’emergenza Covid e ripartire così in tutta sicurezza.

I tecnici comunali, in sinergia con l’Istituto Comprensivo di Cernobbio, hanno provveduto alla sistemazione delle due scuole elementari (Campo Solare e Capoluogo) e alla scuola media del paese, oltre alla scuola dell’infanzia di Rovenna e all’asilo nido comunale.

Intanto in queste ore la riapertura è materia di durissimo scontro tra Regioni e Governo:

Riapertura scuole. Duro attacco Fontana: “Disordinato e inaccettabile avvio d’anno, dal Governo solo dubbi”

Tornando ai Comuni che comunque si stanno attrezzando, sempre da Cernobbio, spiega il sindaco Matteo Monti: “La nostra volontà è quella di tenere le scuole efficienti mettendo ogni anno sempre più risorse, ora ancora di più a causa dell’emegenza Covid Abbiamo fatto, quindi, molti adeguamenti che non servono solo a rispettare le normative della prossima riapertura delle scuole, ma rappresentano un impegno di risorse affinché aule e spazi siano funzionali anche oltre l’emergenza. Abbiamo lavorato in team insieme all’Istituto Comprensivo, c’è stata una buona collaborazione”.

In particolare, nella scuola primaria di Campo Solare sono stati investiti oltre 29 mila euro di cui 28 mila stanziati dal Ministero: sistemati ad esempio i bagni dove sono state collocate le apposite pedivelle e i manuali per regolare l’entrate e l’uscita dei bambini.

Nella struttura di Capoluogo, invece, sono stati spesi circa 25 mila euro destinati alla sistemazione delle pareti e degli ambienti interni, togliendo gli spazi comuni e trasformandoli in aule in più.

Per la scuola secondaria di primo grado l’investimento è stato di 15 mila euro e ha consentito la ridistribuzione degli spazi, per ampliare gli ingressi e sistemare le porte, e altri interventi di manutenzione straordinaria sulle finestre delle aule. Inoltre, sono in corso altri lavori di adeguamento energetico che verranno portati avanti fino alla ripresa delle lezioni per poi terminare la prossima estate, per un investimento totale di quasi 1 milione di euro già previsto a bilancio.

La scuola dell’infanzia di Rovenna è stata invece interessata da operazioni di manutenzione più ordinaria, con qualche intervento in più rispetto agli altri anni per permettere alcuni adeguamenti. Per quanto riguarda l’asilo nido comunale, infine, si è intervenuti sulle aule con interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

“I lavori sono stati eseguiti nel mese di agosto, erano molto urgenti e hanno permesso di arrivare in tutta sicurezza alla riapertura programmata di settembre – continua Monti – Il 1 ripartiranno gli asili nido, il 7 le scuole dell’infanzia e il 14 le elementari e le medie. Ovviamente gli ingressi saranno contingentati e verranno comunicati dall’Istituto ai genitori nelle assemblee di classe, che si terranno in videoconferenza dal 3 al 10 settembre”.

Le mense non saranno all’interno di spazi comuni ma, come sottolineato dallo stesso sindaco Monti, “i pasti verranno consumati dagli studenti nelle aule durante la pausa pranzo, in particolare alle elementari perché alle medie sono in pochi ad avere il rientro pomeridiano”.

E per quanto riguarda i “famosi” banchi con le rotelle? “Era una decisione che doveva prendere la scuola – risponde – La preside ha valutato e deciso di non acquistarli perché non li riteneva idonei, effettivamente vanno a impedire il mantenimento della distanza e quindi sono d’accordo con questa scelta”.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: