Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Metri quadri per ombrellone, distanze tra sdraio, spiagge libere: Como e Lombardia, le norme per lidi e bagnanti

L’estate si avvicina ma gli effetti dell’emergenza Coronavirus si faranno sentire anche per i Lidi e gli stabilimenti balneari lombardi tra laghi e piscine.

Regione Lombardia ha dunque diffuso le norme principali che gestori e clienti dovranno osservare.

“Deve essere assicurato un distanziamento tra gli ombrelloni (o altri sistemi di ombreggio) in modo da garantire una superficie di almeno 10 metri quadrati per ogni ombrellone, indipendentemente dalla modalità di allestimento della spiaggia – recita l’indicazione – Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri”.

Ma non ci sono soltanto lidi e stabilimenti attrezzati e/o a pagamento, naturalmente.

“Per quanto riguarda le spiagge libere – informa dunque la Regione – si ribadisce l’importanza della responsabilizzazione individuale da parte degli avventori nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione”.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: