Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

Dopo due anni di attesa torna Como Classica: un grande cartellone dal 14 gennaio. Il programma

Dopo due anni di assenza forzata, dal 14 gennaio tornano gli appuntamenti di Como Classica, la stagione di musica da camera che dal 2013 riesce nella magia di proporre appuntamenti di grande livello, e con ospiti internazionali, senza la patina di formalità che spesso accompagna questo genere musicale (Programma completo in fondo all’articolo).

“Abbiamo letteralmente ‘congelato’ la stagione che sarebbe dovuta iniziare a marzo 2020, una settimana prima del lockdown – spiega il violinista comasco di fama internazionale Davide Alogna, presidente e direttore artistico dell’Associazione Como Classica – la riproponiamo oggi con pochissime variazioni, non solo con l’intento di recuperare il tempo perso e di ringraziare sponsor e enti che hanno scelto di non farci mancare l’appoggio promesso due anni fa, ma soprattutto con il desiderio di proseguire il dialogo con il pubblico esattamente da dove ci eravamo interrotti”.

Pochissimi, infatti, i cambiamenti rispetto a quella che sarebbe dovuta essere la stagione 2020 e tutti dovuti, purtroppo, a cause di forza maggiore legate alla pandemia: “Due anni fa avremmo avuto l’occasione di ospitare i ballerini e il compositore ufficiale del re di Thailandia, cosa ora non più possibile, così come abbiamo dovuto escludere, per sicurezza, la partecipazione di tutti gli altri artisti stranieri – dice Alogna – ma in calendario abbiamo comunque appuntamenti di grandissima importanza come il concerto degli Archi dell’Orchestra della Toscana, la più importante orchestra da camera italiana, o quello con la Filarmonica Toscanini o solisti quali Andrea Bacchetti, Emmanuele Baldini, Pietro Bonfilio, Roberto Issoglio o Paolo Tedesco, vincitore del premio Crescendo 2019 che si esibirà al violoncello accompagnato dalle ballerine dell’Accademia di Danza di Milano”. A questi nomi si aggiunge, naturalmente, quello dello stesso Alogna che, oltre a introdurre personalmente ogni serata, si esibirà nel concerto di apertura al Carducci e nell’ omaggio a Beethoven previsto a maggio a Cantù.

GALLERY-SFOGLIA

Non mancheranno, inoltre, appuntamenti insoliti come il concerto per bambini a Villa Olmo in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative per i 100 anni di Gianni Rodari o il gran finale del 5 giugno con l’appuntamento a Villa del Grumello “Degustando la Musica”, evento nel quale il vino e la musica verranno abbinati in un vero e proprio percorso sensoriale.

COMO CLASSICA

VIII STAGIONE

Como-Cantù

14 gennaio-15 giugno 2022

Ingresso gratuito con tessera associativa annuale (25 €)

Info scrivendo a comoclassica@gmail.com o su facebook.com/como.classica

Programma

14 gennaio

Due violini

Istituto Carducci, Como

Concerto straordinario per due violini con il grande violinista e direttore d’orchestra Emmanuele Baldini, uno dei violinisti italiani più conosciuti al mondo (ex spalla del Comunale di Bologna, Scala ed attuale Spalla della Sinfonica di San Paolo) che duetterà con Davide Alogna su musiche di Boccherini, Leclaire, De Beriot e Prokofiev.

13 febbraio

Omaggio al romanticismo

Istituto Carducci, Como

Il celebre pianista torinese Roberto Issoglio in doppia veste di solista ed in un duo col Soprano coreano del Teatro alla Scala Sarah Park.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo