RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Elezioni, Aleotti e l’ok del M5S di Como. Attacco a Currò e Minghetti: “Falso che sia appoggiata da Conte”

L’assemblea provinciale del Movimento 5 Stelle appoggia in blocco Fabio Aleotti e la lista “Como in Movimento – Stop Inceneritore”. Lo comunicano in modo unitario Raffaele Erba (consigliere regionale), Rosario Enea consigliere comunale di Cantù) e Roberto Tagliabue, (consigliere comunale di Mariano Comense): “Il programma e gli obiettivi della lista Como in Movimento – Stop Inceneritore racchiudono le battaglie identitarie che come MoVimento 5 Stelle abbiamo sempre portato avanti in campo ambientale e sociale. Siamo fermamente convinti che privatizzare asili e cultura sia un grave errore e crediamo che puntare su una reale mobilità sostenibile rappresenti un cambio di passo necessario verso il progresso”.

Da qui dunque il supporto e la precisazione che “la nostra visione è totalmente contrapposta a quella sostenuta dalla coalizione Minghetti in cui non mancano forti contraddizioni: si parla di ambiente ma poi ci si schiera a favore di una mobilità su gomma a discapito dei mezzi pubblici, oppure si sostiene lo stop alla terza linea ma al proprio interno convivono forze politiche che ricevono finanziamenti proprio da chi vuole realizzare nuovi inceneritori”.

Infine un riferimento ampio al livello nazionale. “Cogliamo l’occasione per sottolineare il fatto che il Movimento 5 Stelle a livello nazionale non ha espresso alcuna indicazione in favore della candidata Minghetti. Le dichiarazioni estemporanee di un singolo deputato (Currò, Ndr) che ci vogliono vicini a chi sostiene la nostra estinzione non devono essere confuse con la posizione del M5S. Ad oggi non è pervenuta nessuna comunicazione ufficiale in tal senso, smentiamo pertanto le notizie che imputano al Movimento 5 Stelle e al Presidente Conte un appoggio esterno alla coalizione che sostiene Barbara Minghetti. Soprattutto spiace constatare che la candidata sostenuta da alcune forze del centrosinistra abbia accettato di promuovere queste falsità. Un atteggiamento opportunistico e scorretto non consono a chi si propone alla guida del nostro capoluogo”.

Va ricordato però che sabato scorso ben quattro parlamentari – Nicola Provenza, Roberto Rossini, Luciano Cantone e il comasco Giovanni Currò – sono venuti in città per esprimere “apprezzamento al programma” alla candidata del centrosinistra Barbara Minghetti. Qui:

VIDEO Addio Aleotti, i deputati Cinque Stelle da Minghetti. Svolta Civica: “Vinceremo”. Nomi e presentazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 Commenti

  1. PIANO A di Aleotti:
    mantenere a Como il consenso elettorale del 2017; per cui, se coglierà l’obiettivo, potrà dire che sulla linea aveva visto giusto lui, e le frizioni col livello nazionale potrebbero rientrare.

    PIANO B di Aleotti:
    in caso di evidente calo nei voti, il Nostro è comunque già in pista con una sua Lista civica, e, se oltrepassato anche di misura il 3%, il futuro di Aleotti e soci sarà quello probabilmente di competere o di allearsi col Magattich:
    una grande intruppata civica contro i poteri forti, la partitocrazia, le scie chimiche ecc. ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo