Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Politica

Elezioni, Minghetti presenta la sua lista civica: c’è anche Moritz Mantero, ecco tutti i nomi

Mentre la destra discute ancora sul nome del candidato sindaco, Barbara Minghetti mette il turbo e presenta ufficialmente i candidati della lista civica che la sosterrà insieme alla coalizione ufficializzata ieri.

“Il nostro slogan è ‘Crediamo in Como’ e questa è la base del nostro manifesto che è un vero e proprio patto che facciamo con la città (trovate il testo completo in fondo all’articolo, Ndr) – ha detto Minghetti nel corso della conferenza stampa tenutasi stamattina davanti al lago e al Monumento ai Caduti prima di presentare i candidati – oggi siamo qui perché crediamo che Como e il suo lago abbiano davvero una potenzialità importante ma la nostra attenzione sarà rivolta non solo alle grandi cose e alle visioni ma anche e soprattutto ai quartieri e alle cose più piccole. Vogliamo prenderci cura delle persone, della città e dei progetti”.

A dare una sorta di investitura ufficiale alla sua candidatura, era presente anche Maurizio Traglio, candidato sindaco nel 2017 per la lista Svolta Civica di cui faceva parte Minghetti: “Il significato della tua candidatura è un regalo – ha detto – Como ha l’occasione di avere un sindaco illuminato, con una visione importante che può realizzare dei progetti per una città che potrà diventare la città internazionale che merita di essere per poter dare ai cittadini e ai giovani un’opportunità, oltre a un’attenzione alle fragilità. Io non sono candidato ma ci sono, se sarà necessario, perchè quella che vedo è una strada luminosa”.

i c

“Questo è un percorso iniziato cinque anni fa con Traglio e che continuiamo con Barbara basato sulla trasparenza, sulla capacità di vivere con la testa nel mondo e i piedi piantati su Como – ha detto il capolista Vittorio Nessi – la lista civica che presentiamo oggi ha tre punti di forza: i giovani, con le loro conoscenze e il loro entusiasmo, le donne che in lista puntiamo ad avere in numero uguale a quello degli uomini e che porteranno le loro competenze e la loro attenzione per la cura del bene comune, e la loro e la passione civile che spinge tutti noi e che vogliamo mettere al servizio degli altri”.

Tra i venti nomi che compongono la lista civica Minghetti Sindaco, oltre a quello di Vittorio Nessi, spiccano quelli di Moritz Mantero, Mario Forlano, Gianni Imperiali, Matteo “Taz” Montini, Milly Pozzi e Dario Tognocchi, persone molto note in città in vari ambiti.

Qui di seguito la lista completa dei candidati e il manifesto della lista civica:

Vittorio Nessi – capolista

Monica Allevi

Anna Buttarelli

Silvia Cantaluppi

Nicoletta Coppola

Monica Dall’Antonia Forte

Zamira Dini

Francesca Minella

Milly Pozzi

Manuela Tagliabue

Paola Tagliabue

Paolo Belgeri

Mario Forlano

Davide Giudici

Gianni Imperiali – coordinatore

Moritz Mantero

Matteo Montini

Luigi Ostinelli

Dario Tognocchi

5 Commenti

  1. Nessun commento…. né negativo né positivo…
    Comunque mi è sembrato di tornare a 28 anni fa, ventotto anni di meno, a quelle elezioni del 1994, con Mantero Maurizio, Rinaldi Aniello, Sampietro Adriano e Magatti Bruno…
    Vinse Alberto Botta.

  2. Credo che ormai di questa gente ne abbiamo abbastanza, l’unico che potrebbe dare qualche speranza è Rapinase, vista la sua coerenza.

  3. Sta a vedere che il “nulla” che doveva arrivare era lui… caro Paolo, era forse un’autocandidatura?

  4. Grande Moritz Mantero, persona geniale, generosa, lungimirante, per bene. Sono certa che con le sue competenze e conoscenze, sarà di grande aiuto nell’organizzazione e nella internalizzazione della Città di Como.

  5. I consigli di amministrazione rappresentati dalla Donna in carriera – a parte qualche sfacciata eccezione – non appaiono ovviamente nella foto tra i volti “carini” e semisconosciuti dei candidati.

    Ma i burattinai – quelli autentici – e i veri teatranti del pragmatismo tecnocratico incombono non visti, seppure mimetizzati dal politicamente corrotto dei piccioni della fu Sinistra e illuminati da uno spot di finto ambientalismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo