Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Como, quattro telefonate dal Comune: “Abbiamo visto il fantasma della regina”. E arrivano i ghostbusters

Fantasmi a Palazzo Cernezzi.  Ai più potrà sembrare incredibile, ad altri potrà apparire, in tempo di totosindaco, un battuta di spirito, ma, per chi ci vorrà credere, va detto che da via Vittorio Emanuele tra il dicembre 2018 e il 2020 sono partite 4 telefonate di altrettanti dipendenti comunali, con destinazione la National Ghost Uncover, associazione che dal 2010 è sulle tracce dei fantasmi che appaiono in ogni angolo d’Italia.

Il gruppo di ghostbusters era già arrivato a Como nel 2015 sulle tracce del fantasma di Winston Churchill, più volte avvistato in piazza Cavour. E adesso tocca a Palazzo Cernezzi.

“A breve organizzeremo una visita a Como – ci racconta il presidente dell’associazione Massimo Merendi – In questo ultimo periodo sinceramente non ce la siamo sentita di fare uscite. La situazione sanitaria, i diversi lockdown e la paura dei contagi ci hanno spinto a non voler effettuare di persona i nostri sopralluoghi in attesa di periodi migliori. Ma abbiamo continuato a raccogliere le segnalazioni”. E ben 4 danno come dimora di un fantasma – donna – le stanze del Comune di Como, mentre altre segnalazioni arrivano anche da piazza Cavour e da Lomazzo.

Palazzo Cernezzi

Lo spettro di una dama sarebbe stato visto aggirarsi tra le stanze del Comune, nella parte antica dell’edificio. Tutti quelli che l’hanno intercettata sono concordi nel dire che “si tratta di una figura di donna, dalla folta chioma – racconta il presidente – Era in abito da cerimonia e a tutti ha ricordato un volto noto. A due ha chiaramente fatto venire in mente Maria Josè del Belgio (moglie di Umberto II di Savoia, l’ultima regina consorte d’Italia prima della proclamazione della repubblica). I nostri studi adesso si concentrano sul cercare di capire quale legame ci possa essere con la città di Como. C’è chi, tra le quattro persone che ci hanno contattato, l’ha vista muoversi per alcuni secondi, chi, avendola scambiata – era di spalle- per qualcuno che si era perso ha chiesto cosa le servisse prima di vederla sparire. E chi addirittura ci ha detto di essere stata attraversata dalla presenza stessa”.

Insomma non si tratta dunque di una semplice telefonata anonima – al netto del volerci credere o meno – ma di ben 4 chiamate di persone differenti “tutte provenienti dal Comune che noi abbiamo raccolto, censito e che ricontatteremo quando ci recheremo a Como”, aggiunge il presidente.

Piazza Cavour

L’associazione era venuta in città già nel 2015.  Nell’agosto di quell’anno in piazza Cavour quattro persone avevano sentito un individuo che molto semplicemente diceva: “Como è meravigliosa”. A esprimere stupore per lo spettacolo del lago – in base alla segnalazione di allora – sarebbe stato addirittura sir Winston Churchill, morto il 24 gennaio del 1965. E per  indagare sulle apparizioni del celebre statista arrivarono proprio i rappresentanti di National Ghost Uncover. L’ultima segnalazione nell’estate del 2019 “quando una signora, sul far della sera ci ha raccontato di aver parlato con una persona intenta a dipingere che l’ha poi saluta in inglese prima di scomparire”,

Lomazzo

Infine un’altra indicazione arriva dalla provincia di Como e risale alla notte tra il 10 e l’11 agosto del 2021 . “In quella circostanza un gruppetto di otto persone, all’uscita da un locale dove erano andati a cena, nella piazza centrale del paese, è stato fermate da una figura vestita di scuro che dopo essersi avvicinata per chiedere in apparenza un’informazione è sparita all’improvviso”, racconta il presidente.

L’associazione

National Ghost Uncover nasce a Forlì il 30 gennaio del 2010. Ha tre sedi, a Forlì, Riccione e nel Principato di Monaco. Sul territorio esistono 28 gruppi di corrispondenza. Non ha scopo di lucro e i tesserati non pagano nulla. Attualmente è composta da 143 soci dai 18 ai 97 anni. All’interno c’è chi è scettico, circa il 40% degli iscritti, chi incuriosito e chi invece crede nelle presenze ultraterrene. Sono 2600 i fenomeni segnalati all’associazione. “Quando ci muoviamo, ovviamente come prima cosa riascoltiamo tutte le persone che ci hanno fatto le segnalazione e le incontriamo di nuovo. Poi una squadra di due elementi perlustra il sito, ovviamente con tutte le autorizzazioni e precauzioni del caso. Si raccolgono gli elementi e si va avanti fino a che non si ottengono indicazioni per noi utili. Gli strumenti utilizzati non servono per scoprire fantasmi o addirittura per fotografarli – non esistono foto in tal senso –  ma sono da noi usati solo per escludere che quanto segnalato dipenda da altri fattori, ad esmpio da fenomeni acustici o elettromagnetici”.

I misteri che incombono su Palazzo Cernezzi dunque, in attesa del rebus candidature già di per sé argomento degno di una seduta spiritica, si infittiscono.

12 Commenti

  1. Ma non c’era una della giunta che adesso si candida per essere Sindaco che era super assenteista? Magari pensava che- il fantasma dell’opera- potessero metterlo in scena qua, per questa stagione e stava prendendo appunti.

  2. Direi che a Palazzo le cose vanno sempre peggio…. ci vuole ben altro che i ghostbusters per migliorare la situazione

  3. Gli unici fantasmi di palazzo Cernezzi sono quelli della giunta, dal sindaco in giù. Il resto è folklore.

    1. Trovo questa risposta molto realistica.
      L’argomento, ad ogni modo è affascinante. A me, che amo la storia, piacerebbe incontrare l’imperatrice Sissi a spasso con suo marito Franz.

  4. Conoscevo di love story tra politici di diverso bandiera e colore… ma l’Amore… .
    Avevo sentito raccontare la storia del “famoso ascensore”…
    Sapevo di riunioni “quasi segrete” tra personaggi vari…
    Ma delle “Entità” che vagano per gli Uffici del Comune di Como non ero a conoscenza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo