RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Attualità

In provincia di Como il supermercato leader per riciclo di bottiglie in Pet. Buono spesa se porti la tua

Sono arrivati a quota 41 gli ipermercati e le Gallerie Bennet che, da settembre 2023 a giugno 2024, si sono dotati degli eco-compattatori Coripet, messi a disposizione dei clienti per il conferimento ed il riciclo delle bottiglie in plastica PET.

Gli eco-compattatori rendono sostenibile ed efficiente il fine vita delle bottiglie in PET, compattandole e avviandole al riciclo all’insegna dell’economia circolare.

Il punto vendita Bennet leader in questa attività di economia circolare è Anzano al Parco, con 171.610 bottiglie conferite in soli 9 mesi di attività.

Per incentivare questi comportamenti virtuosi Bennet ha scelto di premiare la consegna delle bottiglie in PET con buoni sconto utilizzabili sulla spesa quotidiana in ipermercato. Il cliente deve presentare la propria carta fedeltà Bennet Club all’ecocompattatore, raggiunte le 200 bottiglie, riceverà un buono.

“Si tratta di un vero progetto di sostenibilità e insieme di economia circolare che abbiamo accolto con entusiasmo – dichiara Riccardo Ranucci direttore marketing e comunicazione di Bennet – e che crea una rete virtuosa tra produttori, venditore e cittadini. Coripet ci fornisce dei KPI ambientali precisi sull’impatto della minore Co2 immessa. Quindi, accogliendo gli ecocompattatori, Bennet avrà l’opportunità di rendicontare la minor CO2 immessa andando ad agire direttamente sull’obiettivo 12 dell’agenda ONU 2030, per garantire modelli di produzione e consumo sostenibile. Uno dei goal che Bennet già dal 2019 ha inserito nel suo percorso di crescita responsabile.”

“Gallerie Bennet è sempre attenta alle tematiche ambientali ed alla salvaguarda dell’ambiente – dichiara Ronny Panzeri Property Manager di Gallerie Bennet – siamo molto entusiasti di aver avviato la partnership con Coripet, crediamo molto nell’attivazione di servizi che siano utili alla clientela ed al territorio. Questo progetto si inserisce nella strategia di Gallerie Bennet sempre in evoluzione ed alla ricerca di nuovi partner certificati che la accompagnino nel suo percorso di sostenibilità.”

Svizzera, la storica azienda di bevande gassate si ribella ai tappi di plastica che non si staccano: “Non li cambiamo”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TAG ARTICOLO:

8 Commenti

  1. Certi commenti sono, per non essere volgare, ridicoli. Anche il cane non muove la coda per nulla. Non si pensa che ci sono comunque dei costi da mantenere?

  2. Ottima iniziativa. Io pagherei per questo servizio – salvaguardare l’ambiente è un dovere di ciascuno di noi. Se poi ti danno anche un piccolo compenso….
    E se c’è anche un ritorno, bene ! Gli investimenti (e le idee) vanno giustamente remunerati. Inoltre nessuno impedisce che altri, anche privati, facciano la stessa cosa arricchendosi. Io non ho voglia né tempo di mettermi in questo business e ringrazio chi lo fa anche per me.

  3. sempre e solo polemiche….si sta a guardare il guadagno che ottengono, ma non si pensa mai al costo dell’ apparecchiatura, il costo dell’ energia per farla funzionare, il costo del personale che ritira il contenuto, il costo del mezzo che opera per il ritiro….ecc ecc….ma Voi,lavorate gratis? lavorate solo per la gloria? datemi l’ indirizzo che avrei da imbiancare e posare dei pavimenti, solo capaci a lamentarsi su qualsiasi iniziativa…..allora preferite che la plastica sia gettata per strada, nel lago, nei boschi….???? lasciamo perdere che è meglio, e ben vengano queste iniziative…….

    1. Io riciclo biglietti da 50,100,200,500,euri se qualcuno li ha usati e li vuole nuovi io do il 50 per cento es.50 euri 25 a me e 25 a te dai forza non perdete l occasione nuovi per vecchi e usati (magari )hahahaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo