RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Attualità

Svizzera, la storica azienda di bevande gassate si ribella ai tappi di plastica che non si staccano: “Non li cambiamo”

Una storica azienda svizzera produttrice di bevande gassate si è ufficialmente rifiutata di introdurre nelle sue bottiglie vendute nella Confederazione i tappi di plastica che non si staccano. E’ la Rivella, azienda molto celebre in Svizzera dove dal 1952 produce bevande gassate create con il siero di latte bovino, e che se da un lato adeguerà i tappi per le bevande esportate verso Francia e Lussemburgo, manterrà invece i tappi staccabili in quelle per la Svizzera. A rivelare la scelta, il Corriere del Ticino.

L’antefatto ha radici nella decisione dell’Unione Europea (di cui la Svizzera non fa parte, ricordiamo) di imporre con una direttiva che tutte le bottiglie in Pet abbiano i cosiddetti ‘tappi solidali’, cioè quelli che restano attaccati alla bottiglia. Il motivo? Evitarne la dispersione nell’ambiente, con relativo inquinamento.

Al momento in Svizzera nessun obbligo è previsto per l’utilizzo di questi tappi non staccabili ma l’azienda Rivella ha messo le mani avanti, annunciando che in ogni caso non si adeguerà alla direttiva Ue per quanto riguarda le bottiglie vendute all’interno della Confederazione. Mentre lo farà per quelle destinate ad altri Paesi UE. Contatta dal Corriere del Ticino, la Rivella ha commentato che “i consumatori sono piuttosto critici nei confronti dei nuovi tappi, percepiti come fastidiosi se si beve direttamente dalla bottiglia”.

La Svizzera celebra i 100 anni del corno postale: 700 AutoPostali suoneranno all’unisono il mitico Pi-Po-Pa

Inoltre, l’impresa ha rimarcato come “in Svizzera i tappi delle bevande non vengono buttati via con noncuranza. Insieme alle bottiglie vuote in PET, vengono raccolti e riciclati. La Svizzera sta ottenendo ottimi risultati rispetto agli standard internazionali e lavoriamo da anni con PET Recycling per garantire che il maggior numero possibile di bottiglie vuote rientri nel ciclo di riciclaggio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

158 Commenti

  1. Ma vi lamentate tutti di sti tappi, quando hanno deciso di farli che rimangono attaccati è perché NOI NON SIAMO CAPACI di raccoglierli quando ci cadono. Certo, c’è sempre quello attento, quello che si preoccupa di raccogliere anche la spazzatura altrui, ma il problema è che la maggior parte se ne frega. Davvero vi cambia così tanto la vita un dannato tappo attaccato? Solo a lamentarvi di qualsiasi cosa, ma poi per le cose importanti stiamo tutti zitti. Ma avete mai visto video di gabbiani o altri uccelli che sono stati trovati morti sulle spiagge, quello che avevano nello stomaco?
    Poi ci si lamenta che le spiagge sono sporche, tutti che si lamentano, ma tutti che se ne fregano (sto generalizzando semplicemente perché la maggioranza delle persone si comporta così). Ma provate a concentrarvi sulle cose importanti, va, che se siete tutti così bravi, non capisco perché siete qui e non al posto di chi prende queste scelte!
    È proprio per gente come voi che va tutto a rotoli

    1. Concordo per certi versi, tuttavia le aziende devono investire autonomamente per comprare, progettare i creare tappi differenti.
      Quando si operano scelte del genere andrebbero stanziati fondi per finanziare queste operazioni aziendali.
      Per quanto riguarda il fatto che siano veramente scomodi in alcuni casi è un dato di fatto, questo non sarebbe un problema in una società dove non ci sono problemi di stress, ma su questo punto siamo ai massimi livelli storici con nuovi record ogni mese, per cui, meno influiscono nella quotidianità della gente, meglio è.
      Sarò sadico, ma preferisco un gabbiano morto che un incidente stradale in più.

      1. Io credo che la soluzione migliore per molti problemi nel nostro Paese sia dimezzare i politici, che ne abbiamo più noi di ogni altro Stato, perché siamo noi a pagarli. Con quei soldini potremmo fare tante belle cose per l’Italia: migliorare le condizioni stradali, le scuole, la sanità (che sono la base). Invece obbligano i giovani a prendere una laurea che tanto alla maggior parte non servirà, perché molti non sanno cosa fare e vanno a studiare quello che a parere loro sia la cosa più semplice, così siamo pieni di giovani laureati che comunque non sanno fare nulla. Poi vedo ragazzine mezze nude per L strada, con le unghie tutte belle fatte e il telefono ultimo modello e poi piangiamo miseria. Un’altra cosa che inquina? Gli allevamenti intensivi. Non sono nè vegana, nè vegetariana, ma lavoro nella ristorazione. Quando cibo si butta. Ho lavorato anche nella gdo e vivo in Lombardia. Supermercati ovunque, OVUNQUE. Vedevo ogni giorno le stesse persone riempiersi il carrello. E poi buttano. Oggi ogni componente maggiorenne della famiglia possiede la sua auto, e la si usa pure per fare 200 metri. Mi parli di stress? Ci credo, in parte siamo noi a crearcelo. E ricordo comunque che siamo noi ad eleggere le persone… quindi che i tappi solidali siano stressanti mi sembra proprio una gran cavolata. Mai sentito parlare delle isole di plastica? Non è solo questione di pennuto morti, è questione che da una cavolata come i pennuti morti, dietro c’è qualcosa di molto più grande! Come il fatto che vogliamo sempre e solo più confort e non ci sappiamo rinunciare, ma poi ci lamentiamo perché si vuole sempre di più!

    2. Non va mai tutto a rotolo perché la gente a opinioni diversi, va tutto a rotolo a causa dei governanti a prescindere del partito al quale appartengano .
      Parlando di tappi, una persona che toglie il tappo della sua bottiglia per buttarlo di una parta vuole dire che ha l’intenzione di berne tutto il contenuto e buttera il resto dell’altra parte per ciò questa ultima trovata non risolva proprio niente e toglie soldi a chi faceva un po di soldi raccogliendo questi famosi tappi , persone bisognose o ente bisognose.

      1. Ma non ha assolutamente senso. Lei sta dicendo davvero: se non butto in tappo a terra, la gente non ha più da lavorare? Veramente? È assolutamente ridicolo. A parte che molte associazioni di questo tipo sono volontari. Ma per farle capire quanto non ha senso, proverò con un esempio: supponiamo che io lavori per una ditta di idraulica, che però non sta avendo lavori, e così per salvaguardare il mio posto, di notte vado in giro a rompere grondaie o impianti idraulici. Il punto è che la questione inquinamento sta sfuggendo di mano, e le stanno provando tutte: auto elettriche, pannelli solari, sostituire bicchieri e cannucce in plastica con quelle compostabili, ad esempio. Sommando tutte queste cose, a lungo termine si potrebbero avere dei buoni risultati. Ma no, non sappiamo guardare oltre al nostro naso e siamo proprio degli egoisti. Quindi ribadisco: è proprio per questo che va tutto a rotoli. E le persone al governo vengono elette dal popolo, ma immagino che come sempre le elezioni siano truccate, e nessuno ha votato le persone che sono in carica, la solita solfa da ipocriti

    3. Mia cara signorina il problema non sta nel vedere i video di animali che muoiono per colpa delle plastiche e sicuramente questa assurdità dei tappi che non si staccano non cambierà di certo la cosa. La smetta di dire che la colpa è di chi come loro si lamentano che il tappo è fastidioso xké in fondo hanno ragione e lo avrà pensato anche lei almeno una volta ( io sono tra quelli contro a questi stupidi tappi fastidiosi, infatti li strappo comunque via dalla bottiglia). Il problema sta nel fatto che siamo una razza che fa schifo e non ci curiamo di non fare gli zozzoni. È l’educazione della gente che rovina il pianeta non chi è contro ai tappi che non si staccano. E questo parte da ognuno di noi. Nessuna eccezione anche lei ne fa parte. È facile dare le colpe agli altri ma ognuno fa la propria parte ad inquinare e sporcare. Chi in un modo chi nell’altro. Per migliorare le cose bisogna innanzitutto migliorare noi

    4. E quindi la soluzione qual è? Invece di insegnare alle persone a non disperdere i rifiuti nell’ambiente e a riciclare correttamente, si rompe i coglioni a tutti? Invece di risolvere il problema alla radice si dà fastidio a tutti?? Poi come se esistessero soltanto i tappi delle bottiglie, e tutti gli altri rifiuti? Come la mettiamo?
      Evidentemente tu butti i rifiuti per terra e non fai la raccolta differenziata, e quindi sei a favore dei tappi che non si staccano, così da sentirti “ecologica” e “avere la coscienza a posto”.
      Io invece non ho mai buttato per terra né un tappo, né una bottiglia, né una cartina in tutta la mia vita, e faccio sempre la raccolta differenziata, perché sono cresciuto così e sono sempre stato abituato così.
      Evidentemente tu invece sei una ipocrita con la coscienza sporca. Io mi vergognerei tanto se fossi in te.

    5. Hai ragione, ma io pensavo che sia un strumento pure il lamentarsi. O mi spiego meglio. Questi che scrivono o parlano attraverso i social sono urlatori che monitorano a favore di chi paga per dire e/o fare il buono e cattivo tempo. I tappi devono stare attaccati alle bottiglie e se si vuole riciclarli si toglia pure l’anello che oltre a inquinare e una trappola mortale per gli animali.

  2. Cmq I cosiddetti tappi solidali sono solo una grandissima rottura di scatole …non penseranno di combattere l’inquinamento con queste stupidaggini

    1. Rimane un inizio! Dato che i tappi sono i principali oggetti che si trovano in mare e di conseguenza vengono trascinati da una spiaggia all’altra. Secondo la tua logica, non si deve fare nulla perché nessun gesto, nemmeno il più piccolo, messo su larga scala è inutile. La classica persona che pensa in stile “occhio per occhio”. Così ovvio che non cambierà mai nulla.
      È un po’ come quando sento dire “io manco di rispetto nel momento in cui mi mancano di rispetto”. Perché, così facendo ti credi davvero una persona migliore degli altri? Sei solo peggio, perché pur sapendolo, ti comporti come gli altri mancando di rispetto! Mamma mia che bigotti

      1. Non sarebbe meglio promuovere bottiglie di vetro e ricariche di acqua, bibite, detergenti ed altri liquidi a prezzi ridotti del costo del marketing?
        I “bigotti” forse sono quegli sciocchi che non considerano idee più semplici ed efficaci come questa.

        1. Ti do ragione sul concetto, ma se ci pensi è impossibile… tanti anni fa hanno ridotto il vetro perché purtroppo diventa scomodo (pensa un bambino che va in gita e torna nella giornata stessa e che si porta il pranzo al sacco, avere il suo succo o bottiglia d’acqua nel vetro, oltre alla scomodità, diventa pericoloso sia per il bambino stesso, ma anche per gli altri, magari per il tuo cane che pesta il vetro, e poi correre dal veterinario o che, poi mi parli di stress?)… però è vero, tanti soldi vengono sprecati. C’è da dire che in molti comuni ci sono le macchine dell’ acqua dove il cittadino va con le sue bottiglie e le riempie e se riporta a casa, quindi non è che non hanno investito nulla in questo senso. Come credo di averti scritto prima, ridurre il numero di politici in Italia sarebbe un buon punto di partenza, dato che vanno lì i nostri soldi, perché ormai abbiamo più uscite che entrate. Questo genera stress.

    2. Il riciclare tutto ciò che si può non è una rottura ma bensì un dovere verso chi vivrà dopo di noi compreso i nostri figli.

  3. Incredibile, abbiamo fatto passare l’autonomia differenziata senza battito e per una boiata guarda qui che contenzioso.

  4. La gente che proviene da tutta l’ Italia, Svizzera, Francia, Austria e Germania. Porca puxxxxx. Le parolacce e bestemmie fanno bene.

    Lo so benissimo che la Svizzera prima fa parte del UE invece non fa parte . Penso la gente proviene da Canada ,Stati Uniti .
    d’America.
    Verso la Svizzera. Credo 8576000 persone che lavorano in tutta la Svizzera. Nuove aziende svizzere fanno l’energia elettrica, la segnaletica stradale, i cibi per mangiare e servizi con tutte le banche svizzere . Ci sono problemi le banche svizzere. Per me non mi frega niente. Ci sono molti problemi i soldi cioè i franchi svizzeri.

    1. Sembra la recensione di un vibratore svizzero su AliExpress, fatta da un coreano e tradotta come tutti sappiamo..

  5. Dai no Vax ai no tap.
    Sempre gli stessi.
    Un vecchio detto dice che il giusto ossia la svizzera paga per il peccatore ossia l’ Italia.

    1. E dire che nell’articolo è anche scritto che si tratta di normativa EU. Si parla di Francia, Lussemburgo…e viene fatto un commento screditante l’Italia. Siete ossessionati o è senso di inadeguatezza? Lo si evince anche dal fatto che ha scritto CH con la s minuscola e Bel Paese con la I maiuscola.

  6. Io il problema tappi, bottiglie di plastica o vetro l’ho risolto da anni. Ho acquistato un’apparecchiatura che depura l’acqua della “condotta”. Ogni anno pago manutenzione e cambio filtri. Ho fatto mille volte i conti e ci risparmio sempre. Con ciò evito anche il pesante trasporto e lo smaltimento. Bagno le piante e la utilizzo per l’acquario e varie.
    Mi è capitato molte volte di vedere bancali d’acqua in mezzo ai cortili dei supermercati e quindi soggetti a tutte le intemperie in attesa di essere esposti sugli scaffali. “Che schifo ci fanno bere??”. Evito se possibile contenitori latte o succo confezionati con materiali misti anche perché, molto spesso dopo aver studiato le modalità di smaltimento trovi la bella frase “verifica le disposizioni del tuo comune” Grande presa per il c…

    1. Noi in Italia, abbiamo ancora acqua di fonte che è sicuramente 1000 volte meglio di quella riciclata del rubinetto, non siamo come gli americani che hanno grosse dighe e invasi a fornire acqua alle città e imbottigliano la stessa acqua per venderla. Noi vendiamo acqua di fonte e ricicliamo e depuriamo quella dei rubinetti tranne in qualche caso dove esistono ancora paesi e piccole città che utilizzano acqua di falde pure e di ghiacciai millenari. I depuratori di acqua non daranno mai acque paragonabili a quelle delle varie fonti.

    1. Ormai da quando è arrivata la *spettacolarizzazione*della nostra
      quotidianità ci complichiamo la vita
      inutilmente.
      Io non mi curo di nulla tappo o non tappo
      lo apro sempre nella stessa maniera di prima: SVITO TIRO VIA IL TAPPO E VAI!!!

  7. Si, con la forbice lo stacco, comunque a bottiglia vuota, la schiaccio e ritappo prima di buttarla nella plastica. Comunque è vero, infastidisce perché te lo ritrovi mentre bevo a canna, sono sola e lascio la bottiglia a vista proprio x ricordare di bere….

    1. Ma siete tutti imbranati?
      Il tappo si può portare sul lato opposto senza staccarlo ma facendolo passare sopra l’apertura della bottiglia.
      Devo fare un video tik tok magari con le visualizzazioni tiro su due franchi.

  8. Dopo aver letto parecchi commenti, in tanti siete convinti che si faccia per essere ecologici. Chiedete a tutti i vostri conoscenti dove buttano il tappo?? Tutti vi diranno che lo riattaccano alla bottiglie dopo averla stritolata. Invece provate a pensare che è un modo per guadagnare di più per chi è nel mondo dei rifiuti, il tappo è quello che vale più soldi….perché è fatto con un’altro tipo di plastica. Ci sono tante associazioni ( disabili, canili ecc) fanno la raccolto per poi con i soldi del venduto acquistano attrezzature…..pensateci un pò!!

    1. Il problema per l’inquinamento sono i tappi? Ma certi governi non hanno nient’altro a cui pensare? Le guerre quelle non inquinano. Ma va da via ul cu’.

    2. Ma molte persone non considerano tutte quelle persone che purtroppo hanno solo un abbraccio e ci anche chi non ha tutte e due le braccia quindi diventa ancora più difficoltoso girare un tappo e comunque il tappo che non si stacca non è la soluzione è uno scamodage e tanto per fare una cosa diversa

  9. Ottimo, speriamo che anche in Italia i produttori si ribellino, vorrei vedere se tutti i produttori Italiani facessero cartello e si opponessero alla decisione, che si fa si smette di bere acqua in bottiglia. La EU a dato nuovamente dimostrazione di incompetenza…

  10. UE , non ha capito che è una questione culturale. Chi ha la schifosa abitudine di buttare le cose nell’ambiente, buttera uguale , la bottiglia con il tappo attaccato.

    1. L’unico reale motivo è per evitare che i miei gatti rubino i tappi delle bottiglie, per giocarci, così posso riutilizzare le stesse senza bestemmiare.

    2. Il fatto è che il tappo si disperde più facilmente e i netturbini non lo raccolgono mentre la bottiglia completa è (teoricamente) più visibile
      Poi vuoi mettere raccogliere un pezzo anziché due?

    3. Hai ragione, ma è più facile recuperarlo se attaccati ad una bottiglia, che comunque è un oggetto più grande.
      Tu pensa in una spiaggia: è più facile notare una bottiglia di plastica, che non un tappino (in quale può essere seppellito dalla sabbia con un niente). Rimanendo attaccato si prendono entrambi

  11. Il problema non esiste a chi dà fastidio lo toglie e poi non vedo tutta quella difficoltà nel bere con il tappo, finto problema

    1. Il problema se ancora non l’hai capito si chiama obbedienza.
      Non importa se è motivo importante o meno, l’importante è abituare il pecorame all’obbedienza.
      Svegliatevi, ci sono cose più importanti che non sono certamente i tappi.
      Sveglia!!!!

      1. Io i tappi li raccolgo a parte e li porto nelle erboristerie dove li mandano al riciclo e con i proventi comprano carrozzine per disabili

  12. In riferimento ai tappi attaccati alle bottiglie, hanno inventato anche le ” FORBICI”, e’ sufficiente staccare il tappo dalla bottiglia con le forbici !!!

    1. Io, sinceramente, non vado in giro con le forbici in tasca. Non so tu…ma a quel punto il problema sarebbe un altro.

    1. Complimenti
      Fenomeno
      Speriamo che te li tirino tutti..nel tuo giardino ..
      Ma non penso tu abbia un giardino …

    2. Secondo la mostruosa deficienza EU i tappi non si possono strappare e disperdere ugualmente nell’ambiente ?!!!!

    3. Essere antieuropeo non vuol dire spargere il mondo di plastica. Ovviamente se ci arrivi con la tua testa…

  13. Tranquilli, sono organizzati corsi di formazione per l’acquisto di bottiglie fino al litro e successivi master per oltre il litro, nel frattempo nessuno si accorge che i problemi sono altri

  14. Ma non hanno niente di meglio da fare a Bruxelles che pensare a queste ca…te?
    Li pagano anche questi co….ni!
    Che vadano fuori dalle palle!

    1. Ben detto! Mi associo.
      La UE un accozzaglia di burocrati pagliacci incapaci di affrontare problematiche serie, buoni solo per rovinarci la vita con decisioni farsesche.

      1. Veramente la UE sono i politici che vengono votati dal popolo, non sono entità misteriose.
        Poi che siano incapaci o collusi ci può stare. Ma siamo noi che li mettiamo li.

    2. Eh si, la dispersione di plastica nell’ambiente è un problema che non merita nemmeno di essere guardato. Sei un campione, non ti sfiora neanche l’idea che più problematiche si possano affrontare contemporaneamente

  15. Beati i nostri nonni, che se ne sono altamente f……ti dell’ ambiente, hanno vissuto senza questi “problemi”…e mo? Dobbiamo impazzire noi col tappo attaccato alla bottiglia…lo stacco non lo stacco…E ROMPE, ECCOME SE ROMPE…che bevi a canna o che versi…non lo vuoi devi staccarlo…mah

    1. Il tappo attaccato alla bottiglia lo trovo comodissimo, e si evita che cada e si perda.
      Anche bevendo a collo non da fastidio, perché il tappo si inclina a 90gradi rispetto la bottiglia, quindi non da fastidio.

  16. Buongiorno.
    Stavo solo pensando (anche tanto divertito, purtroppo ammetto, per certi versi).
    Perché sono rimasto davvero molto (giuro, davvero moltissimo) catturato dalla diatriba innescatasi sul fatto che, il vero problema in realtá, fosse improvvisamente diventato il quesito se l’europea Svizzera possa essere o meno geolocalizzabile nella UE propriamente detta (!!!) o piuttosto semplicemente da invece un’innegabile realtá geografica (!)…[leggasi del resto commenti in coda in tal senso, se non mi credete].
    Benché il focus della c.d. “notiziona” di genesi fosse, molto più semplicemente, correlata al fatto che la normativa sui tappi di bottiglia (in plastica, quindi facilmente manipolabili a piacimento, intendo, senza tutta sta perdita di energie e spostamento dai problemi reali) di quei paesi (toh!) appartenenti (pensa un po’: alla UE), possa o meno a questo punto divenire prerogativa “incontrovertibile” di fonte legislativa (o di proposta di dissenso o lotta-euro-exit che siano), ma da perorare assolutamente, indiscutibilmente e senza alcun “compressamente” … affinché venga applicata “erga omnes”.
    Capite quindi che partendo dal parere di una scelta commerciale di una singola impresa (o poniamo più singole imprese, va bene? Embeh?), ma con sede in uno stato che non può coscientemente mai pensare di (e mai penserá di poterlo fare) legiferare o presiedere comunità alle quali non appartiene … ma può davvero tutto questo divenire “notizia”?
    Secondo il mio opinabilissimo parere … é un po’ come osare di pretendere che i paesi del Cono Sur smettano seduta stante di utilizzare negli atti ufficiali una lingua neolatina ed adottare l’esperanto.
    O imporre che nelle isole Svalbard (siano esse di cielo, di mare o di terra, cosa importa?) si debba immediatamente, a partire dalle ore 24 e zero zero di oggi, istituire un giorno di ricorrenza nazionale, come del resto previsto dalla Stele di Rosetta (d’altronde, carta canta).
    Tutto questo aldilá quindi degli accordi di appartenenza dei singoli stati a suo tempo promotori ed in prima fila sottoscrittori (del Codice di Hammurabi, poniamo per un attimo).
    Un po’ come fossimo al bar dello sport, insomma…ecco.
    Comunque per me é tripla: … 1…2…X

    1. La Svizzera fa ciò che gli pare come può l’Europa o altri Paesi, merci e persone si adeguano quando si spostano, semplice. Che la notizia piaccia o meno è soggettivo, è solo un fatto riportato.

  17. Non è solo scomodo, è anche un potente vettore per virus batteri ecc, visto che ogni volta che si versa l’acqua il tappo si bagna con l’acqua che berrò… Tappo che può essere stato esposto a qualsiasi cosa.

      1. Non so se hai mai provato. Quando bevi a canna il tappo si gira e tocca la faccia, a meno che non lo tieni fermo con l’altra mano. Insomma una cazzata. Molto meglio una campagna di sensibilizzazione.

      1. Nessuno, credo, ma sono osservazioni per accadimenti che accadono, ergo, ci si spertica trovarne, al pari della ” genialata”, ragioni contrarie.
        Per il resto, in attesa della normativa ” dito nel culo ” quando si bevono bibite gasate ( debitamente con tappo attaccato ) onde evitare la probabile emissione di CO2 😉😁

    1. Perché prenderlo toglierlo e Poggiarlo da qualche parte otoccarlo con le mani presumibilmente sporche è molto mooolto meno salutare rispetto al fatto che l’acqua che è già dentro la bottiglia è tocca già il tappo dal lato interno in qualche modo possa bagnare nuovamente il tappo interno!
      Ma non basterebbe girare il tappo di lato dato che da aperto ha un comodissimo incastro e il tappo non xade non si gira e cose simili?

    2. Stessa cosa,accade quando vengono aperte le lattine.
      La linguetta entra a contatto con la sporcizia depositatasi sulla superficie del contenitore;motivo per cui io raramente acquisto bibite o birre così confezionate.
      Poi c’ é la difficoltà di riporre le bottiglie che si tappano male,all’ interno di un frigo che non abbia gli acomparti appositi,come può capitare.
      Così se non si sta attenti si sporcano cibo,elettrodomestico e pavimento.

  18. Buonasera ciao se vogliamo possiamo ritornare stare bene bisogna uscire dall’unione europea… il cambiamento climatico è solo pretesto come tante altre cose stupite.. esempio QUANDO INQUINA UN AERIO e quanti ne volano tra linee e privati? ??? per far guadagnare le multinazionale, purtroppo il popolo non fa una partita di calcio,tutti infuriati, il popolo non si ribella non vanno in piazze per le cose serie, ci va per le cose stupide senza senso, poi ci lamentiamo purtroppo il popolo lo vuole!!!!

  19. Questa polemica ( come tante altre) serve solo come diversivo per allontanare l’opinione pubblica dai problemi veri. È solo fumo negli occhi usati dai politicanti da strapazzo.

    1. Vuoi un popolo di schiavi?
      Otterrai un popolo di briganti l!
      Chi semina vento, raccoglie tempesta.
      Si tratta dell’ennesima mossa da rana bollita, sembra che gli svizzeri si alzino prima degli italiani.(Più svegli).

  20. Di certo l’idea del tappo attaccato alla bottiglia non è da Nobel; tuttavia, coloro che se ne lamentano dovrebbero riflettere sul fatto che il suddetto tappo attaccato alla suddetta bottiglia non è forse il loro problema più grave… Comunque tutti loro potrebbero cominciare dal tutorial messo in rete da Calenda a favore di Salvini.

  21. Tappi scomodi, sono anche più piccoli, mettono in difficoltà le persone con un minimo di difficoltà motorie.
    Non da ultimo la plastica viene riciclata separata, e prima di inserire la bottiglia nel pet devi comunque toglierlo.

    1. Non lo so chi ha fatto cambiare che i tappi rimangono attaccati alla bottiglia. Da fastidio e si lo strappa lo stesso perché da fastidio quando si beve diretto della bottiglia.

  22. Proporrei chi ha avuto l’ idea di fare i tappi attaccati alla bottiglia per il premio Nobel della cretineria. Paghiamo i burocrati in Europa per scaldare le poltrone

  23. Ma io il tappo attaccato lo stacco subito. Che idea assurda e inutile. Dà così fastidio che lo stanno staccando tutti 🤣. Viva l’ Europa!!?

  24. Son d accordo con chi dice che è semplice bere o versare l acqua infatti basta girare il tappo e nn da’ nessun fastidio ,sempre a complicarsi la vita.

    1. Infatti. Basta girarlo con una leggera torsione verso il basso e non dà più fastidio. Quanti problemi per qualcosa che si risolve in modo semplice.

      1. Il problema di questa gente che si lamenta, e che sono talmente intelligenti che hanno bisogno di un tutorial, infatti sanno solo criticare e non vedono la reale utilità.

        1. Io non lo stacco ,però proporrei di far pagare i contenitori di plastica tutti,2€ come cauzione.
          Vedremo persone a cercare bottiglie.

          1. Sono d’accordo con te, 2 euro di deposito a bottiglia, sono anniche non compro bottiglie di plastica. Ho 10 bottiglie di Rivella e le uso per prendere l’acqua alla fontana del paese. Quella dell’acquedotto fa schifo, quella della fontana arriva direttamente dalla sorgente.

  25. Misura inutile per persone educate, per quelle maleducate il tempo lo dirà, onestamente mi aspetto che dopo tale misura i netturbini delle spiagge troveranno sempre i tappi nella sabbia ma questa volta con la bottiglia attaccata.

    1. Il tappo legato allela bottiglia è buna grande boiata inventa dai burocrati dell’ unione europea convinti di salvare il mondo con questa uscita che alla maggioranza dei cittadini da fastidio,ma a loro non interessa ,poveretti scalda poltrone .

    2. la Svizzera non è in Europa? è in Europa e ne ha tutto il diritto!!! non confondiamo l’ Europa con l’ unione europea per favore

  26. Salve, secondo me il vero problema non è il tappo piuttosto fastidioso che io stacco subito, ma il fatto che : la bottiglia è in PET, ed il tappo di PLASTICA
    . In sede di riciclo li dovranno separate comunque, e poi non credo che si lascino in giro solamente i tappi..I maleducati li lasciano PURTROPPO entrambi il vero problema sono I MALEDUCATI .NON O TAPPI STACCABILI O NO..

    1. Guido, SEI GRANDE !! Finalmente qualcuno che spiega il vero problema: non sono i tappi, non sono i burocrati (pagati dalle Multinazionali e dalle Banche=i grandi della Finanza), non Unione Europea o altro…. MA i furbetti e maleducati che se ne fregano del prossimo (=NOI) e del mondo intero. Se rispettassero le norme e l’educazione non ci sarebbero tante leggi stupide. Ma non possiamo punirli con una multa (2.000 Euro minimo) o meglio con TANTE ORE di lavoro sociale e solidale (minimo 6 a settimana per un anno) così da EDUCARE tutti al rispetto ed alla libertà verso tutti. NO non si può, sono elettori e non vanno toccati, così milioni di noi DOBBIAMO pagare per qualche migliaio di idioti ignoranti e MALE EDUCATI per l’appunto. E questo VALE per quasi tutte le leggi e norme che ci costringono ad impazzire, invece di semplificare la vita c’è la complicano: fantastico progresso e tecnologia inutile. Ora mi taccio, perché avrei troppe altre precisazioni da fare e da chiarire in merito…. Scusatemi ed a tutti quelli che non hanno problemi coi tappi chiedo: avete mai provato a richiudere le bottiglie dopo averle usate 2-3 volte ? … Non credo, visto che il tappo non si riesce ad avvitare o ci vuole un ingegnere nucleare per torcerlo e quindi staccarlo per riuscire a chiuderlo …. e provate 2-3 bibite diverse non solo la Vostra solita che forse ha una qualità migliore ed un prezzo più alto, ovviamente !!! Buona Vita a tutti comunque…. e magari più SEMPLICE e serena.

  27. Fanno benissimo. Diamo stipendi di oltre 15000 euro al mese a gente che non ha altro da proporre che queste “demenzialita”.

    1. Anche per le cinture di sicurezza, all’inizio è stato difficile, per alcuni, adeguarsi. Però sono state molto utili per ridurre gli esiti negli incidenti. È triste, ma senza l’obbligo le persone non riescono a capire.

  28. La cosa più assurda sono i tappi bloccati sui tetrapak del latte i dei succhi di frutta, che vanni buttati nella carta!

    1. egr. Sig. FG, e’ molto semplice, basta staccare/rimuovere/tagliare il tappo di plastica e separarlo dalla carta. . Io lo faccio sempre, lo puo’ fare anche Lei. Grazie

      1. Nemmeno quello è facile, alcuni si staccano facilmente, altri no e se anche li ritagli ti viene il dubbio perché sotto hanno strati di… Alluminio! che con la plastica ha poco a che fare….

      2. All’inizio i contenitori in Tetrapak non avevano tappi in plastica e andavano benissimo lo stesso, non capisco perché ci siamo complicati la vita.

  29. Il problema è molto semplice
    In Svizzera i cittadini sono bene educati e non hanno bisogno di queste stupidaggini dei tappi solidali
    In Europa abitano soltanto cafoni e i governanti piuttosto che educarli preferiscono mantenerli nell’ignoranza per manipolarli meglio

    1. Si il tinesott abbandona inrifiuti al supermercato in Italia per non pagare un franco di tassa!!!!!

    2. I cittadini svizzeri sono educati solo in svizzera perché quando vengono in Italia sono dei cafoni che non rispettano niente e nessuno fanno acquisti e buttano le scatole dai finestrini parcheggiano in doppia fila e al posto dei disabili senza averne diritto se uno è educato si comporta bene ovunque e non solo in svizzera

      1. Quelli sono gli italiani che abitano e lavorano in svizzera e poi tornano per le vacanze
        Comunque se la gente fosse stata più civile e buttava i rifiuti dove dovevano andare non si arrivava a questo
        PENSATECI PRIMA

      2. Quelli sono gli italiani che abitano e lavorano in svizzera e poi tornano per le vacanze
        Comunque se la gente fosse stata più civile e buttava i rifiuti dove dovevano andare non si arrivava a questo
        PENSATECI PRIMA

      3. Infatti quando mi capita di guidare in Svizzera, abbastanza spesso, butto le bottiglie di plastica vuote dal finestrino, stando attento che non ho una targa elvetica dietro

        1. Io anche la spazzatura generica, magari s3ppellisco anche qualche rifiuto tossico di aziende sanitarie che mi pagano

    3. ma gli Svizzeri quando sono fuori dal loro ( Territorio ) fanno quello che fanno gli Altri anche Loro e si Vedono Bene in giro

    4. Cafone e maleducato sarà lei si vergogni essi gli unici esseri perfetti siete voi svizzeri haaahaaaaa

  30. Io bevo tranquillamente dalla bottiglia.E verso senza problemi.Vi e’ così difficile girare un semplice tappo?

    1. Ma infatti vedi chi si lamenta di aver difficoltá a bere o versare col tappo attaccato? Gli stessi per cui i problemi ambientali e il cambiamento climatico sono bugie dei poteri forty…
      Bisognerebbe dichiararli incapaci, se non sanno adattarsi a una sciochezza del genere hanno chiaramente dei gravi deficit.

      1. C’è anche il problema inverso …ovvero richiudere la bottiglia.
        Prova ad avere l’artrosi alle mani poi mi sai dire

      2. Io faccio la raccolta differenziata da sempre,quando sono in giro i miei rifiuti li porto a casa.Monkey Dragon,chi è lei per fare simili affermazioni?
        Maleducato,Si vax e terrappiattista del cacx….

  31. Questa azienda ha solo problemi con le cose che ha già. Finirà i tappi vecchi e userà quelli di nuova concezione. La UE ha ragione.

  32. Mi sono sfuggiti 2 errori-dito… suggerisco un menù che consenta di modificare il testo almeno per i primi 10 minuti… come già avviene in molti altri siti e/o forum

  33. Finché continuetanno le raccolte di tappi (soprattutto hdpe) per carrozzine in beneficenza, continuerò a staccarli.
    Senza essere complottosta o anti-eu, devo rimarcare che anche gli uffici di Bruxelles sono pieni di gente abile a far carriera ma semplicemente stupida per competenza sui fatti esterni al palazzo, lo scribacchino dei tappi solidali non conosce la raccolta tappi? Sarebbe stato meglio ricordarlo al mondo e incentivare la raccolta benefica, che invece sta migrando progressivamente verso centri di business privato che beneficenza proprio non la fanno.

  34. Il tappo legato alla bottiglia non è educazione al rispetto dell’ambiente, è costrizione. In questo mondo di troppe regole e sanzioni troppo elevate e non comminate, qualcuno o tanta gente potrebbe reagire, esercitando il diritto di staccare il tappo, decidendo poi di rispettare l’ambiente richiudendolo oppure disperderlo

  35. Il tappo non staccabile da fastidio quando bevi dalla bottiglia o quando versi nel bicchiere. Così molti lo staccano o subito.

    1. Concordo con i commenti sul risvolto negativo della costrizione sui tappi non staccabili bottiglie pet.
      In questo modo tagliano gli angoli della bocca quando si beve dal contenitore, inoltre, non si possono più riciclare. Probabilmente favoriscono il business di qualche privato

  36. Come dar loro torto, questo sistema rende difficile bere direttamente dalla bottiglia ma anche versare il contenuto, in quanto il liquido, che viene ostacolato dal tappo che rimane semiaperto, se ne va da tutte le parti. Personalmente, lo strappo sempre via. Direttiva creata da qualche legislatore paranoico, anche al Parlamento Europeo gli eletti qualcosa devono pur fare.

  37. Che senso ha inviare un commento per poi “attendere una moderazione”!? Cosa si intende per “moderazione”? Un commento, in democrazia, rimane un commento, ah, già, ….in democrazia: l’UE non concepisce “la democrazia”. La sopprime!

    1. Se riesce a mettere da parte complottismi e simili, significa solo che non permettiamo – ad esempio – che qualcuno insulti, scriva cose da querela, o offenda senza un controllo. Più chiaro adesso?

      1. Bhe non sempre abbiate pazienza, si sono letti spessissimo commenti di insulti da parte di “troll” contro frontalieri, italiani, o chi semplicemente non è d’accordo con chi commenta

      1. Un giorno mi toglierò lo sfizio di sovvenzionare a simili commentatori una trasferta verso i “paradisi extra-UE”, vitto, alloggio e vitalizio compreso, con la promessa di interrompere il soggiorno quando si vuole, a patto di motivare dettagliatamente le ragioni del rientro.

  38. Allegoricamente il nuovo tappo non staccabile dalle bottiglie è come il popolo europeo (tappi) attaccato fastidiosamente all’UE (bottiglie).
    Via da questa Europa incapace, collusa, mafiosa. Viva il popolo libero, viva i tappi liberi.

    1. semplicemente SUBLIME, oggi si sta varcando una frontiera intellettiva che deve rimanere in qualche libro. Rivella sponsor delle prossime sagre di Pontida, siete diabolici, voi di Comozero

      @libero: faccia 10/15 km e chieda la residenza in qualche ameno luogo, tipo Vacallo, Maroggia o Novazzano, in un colpo solo si libera dell’Europa mafiosa e dei tappi non staccabili. Sarà LIBERISSIMO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo