RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Ira di Svolta Civica: “Il comizio di Rapinese a Etv. Non ci ha mai chiesto confronto e insulta. Natale, sfoga la frustrazione su Cernobbio”

“Non è possibile tacere di fronte al comizio tenuto venerdì sera in diretta Tv dal sindaco Rapinese”. Inizia così il duro intervento di Barbara Minghetti, Vittorio Nessi e Luca Vozella (consiglieri di Svolta Civica) dopo la nuova diretta Etg+ Sindaco andata in onda ieri sera su Etv (qui trovate ampi resoconti della serata).

Spiegano da Svolta Civica: “È nostro dovere intervenire, partendo dall’ultima sua esternazione in cui ha detto testualmente: “Mi criticano per essere qui senza opposizione. All’opposizione ho chiesto più volte incontri dall’inizio del mandato, non mi hanno mai risposto”. Va chiarito forte e chiaro che da parte del sindaco non solo non è mai stata avanzata alcuna sincera disponibilità al confronto, ma, al contrario, il suo atteggiamento in consiglio comunale è all’insegna dell’insulto, dello sberleffo e della mancanza di rispetto nei confronti dell’opposizione. Sono le sedi istituzionali il luogo del confronto tra maggioranza e opposizione ed è lì che Rapinese ha il dovere di assumere atteggiamenti consoni alla sua carica”.

Poi: “Rispetto ad altre questioni rilevanti, registriamo che sul tema dell’annunciata chiusura di plessi scolastici in città, Rapinese pone il problema sul mero aspetto economico e dei costi (che pur va considerato) senza mai considerare il fatto che la presenza di una scuola in un quartiere ha un’enorme valenza sociale, che non può essere valutata soltanto con il metro dei costi per la casse comunali. Le scuole non sono immobili, sono comunità pulsanti. Sicuramente è necessaria una attenta analisi della situazione dei plessi scolastici, sia da punto di vista strutturale che di opportunità. Ma sono tematiche importanti e delicate che coinvolgono tante persone e diversi fattori sociali e di comunità, riteniamo quindi che non possano essere oggetto di uscite allarmanti e con toni assoluti senza possibilità di contraddittorio”.

Concludono i tre consiglieri: “Anche sull’enorme problema del traffico, soprattutto in vista degli eventi natalizi (e ancor più grave, in generale) Rapinese dimostra un approccio davvero leggero e in qualche modo irriverente scaricando sui tecnici la responsabilità di eventuali decisioni drastiche e limitandosi a chiedere ai comaschi di non utilizzare la propria vettura. Come previsto, al di là della prosopopea con cui viene annunciato ogni sua azione, Rapinese non ha idee da mettere in campo e sfoga tutta la sua frustrazione attaccando la vicina Cernobbio, “rea” di aver organizzato una manifestazione natalizia sul proprio territorio, come se ciò non fosse assolutamente legittimo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 Commenti

  1. Se avesse un minimo di coerenza rispetto a quanto sosteneva prima di diventare sindaco, Rapinese chiederebbe a ETV di cambiare il formato della trasmissione invitando anche un ospite che faccia da contraddittorio.

  2. Pd a Como: ha fatto solo danni (tanti) aumentato tasse, cancellato le favolose mostre a villa olmo ( molto retributive x comune), bloccato bandi, assunto dirigenti e tecnici, scempio paratie oltre a varie condanne…e vogliono ancora parlare…🤣🤣

    1. Lo scempio paratie lo ha deciso la banda di destra che ha “governato” la città per 5 delle ultime 6 amministrazioni.
      Almeno cerchiamo di fare funzionare la memoria.

    1. Caro RED, Rapinese Sindaco non è stato invitato, a differenza dei suoi amici rosiconi, alla festa di quella carina della 3^B. Rapinese Sindaco è stato eletto Primo Cittadino e si sta presentando alla vigilia di una serie di concomitanti eventi senza uno straccio di Piano del traffico che ha dichiarato di delegare senza verifiche ad altri. Non si è confrontato con i Sindaci, anche di capoluogo, che stanno organizzando eventi natalizi. E, infine, invece di parlarne in Consiglio Comunale, Rapinese Sindaco esterna su una televisione locale senza contradditorio i suoi sentimenti (nulla in più erano) e le sue considerazioni (nulla più erano). Insomma, gli auguro di farsi rieleggere ma se durante le festività natalizie il tutto non funzionerà al meglio, vedrà che gli verrà una gran voglia di dimettersi e lasciare campo a chi è più capace. L’impressione che più che qualche battuta da spalla dell’avanspettacolo al Derby non venga fuori.

  3. Non si può tenere aperte le scuole per pochi alunni, questo accade ovunque… è solo questione di spostare i bambini in una scuola vicina, non vengono lasciati senza scuola! Mi stupisce che la sinistra, che ne è ampiamente al corrente, non dica nulla per la chiusura di un centro disabili, senza alternative….

  4. L’aspetto curioso è che in campagna elettorale riferendosi alla candidata di centrosinistra si parlava di “poteri forti”. Anche dopo essere stato eletto, Rapinese Sindaco ha addirittura a disposizione una rubrica televisiva per fare comizi senza contraddittorio. LVI ovviamente riesce perfino a renderli controproducenti scialacquando perfino questa grazia concessa dai suoi benefattori. È indiscutibile che per loro sarebbe stato meglio che al ballottaggio fosse finito il candidato di centrodestra. Ma non è stato così. Poveri “poteri forti”, con questo gli è andata proprio male! 😊

  5. SMEMORATI vi siete dimenticati quando Rapinese sbraitava contro le esternazioni senza contraddittorio di altri sindaci?
    Evidentemente solo lui può esercitarsi in solipsismo…..

  6. Il cambia-idea seriale, smentisce ancora una volta il suo programma elettorale. Al punto 18.3 (l’unico in cui parla di scuola) dice che rivitalizzerà il Patrimonio scolastico, visto che lui è un esperto immobilitai sta e poi varrà tantissimo. Wow è un gioco da ragazzi basta un sw.

  7. Se queste sono le vostre argomentazioni, il Rapi governera’ sicuramente per due mandati.. vi fate del male da soli siete incompetenti, fatevene una ragione e tornate quando il popolo vi vota. Avanti tutta Sindaco!!!

    1. Ah beh, competente Rapinese che ad oggi non ha fatto assoli nulla se non incensarsi per aver concluso o avviato quanto imbastito dai predecessori.

  8. Se si chiama “Etg sindaco” ci sarà una ragione…chiedete di partecipare ad una trasmissione chiamandola “Etg opposizione”…

    1. Appunto. Ma i rosiconi di qualcosa dovranno pur sempre lamentarsi per far vedere che, alla fine, esistono anche loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo