Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Regolazione livelli del lago, il supervertice di Butti: “Revisione e rinnovo concessioni per sfruttamento idroelettrico”

Lunedì, 12 luglio, si è tenuta presso l’Amministrazione Provinciale di Como un’importante riunione per analizzare e valutare gli esiti della prima parte del progetto “Addapt” condotto da Politecnico di Milano e Università degli Studi (coordinati dal prof. Castelletti) e finanziato da Regione Lombardia, sulla regolazione dei livelli del Lario.

“All’incontro, sviluppatosi con modalità mista, ho ritenuto doveroso invitare il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani e la sottosegretaria Ilaria Fontana”, così fa sapere il deputato lariano di Fratelli d’Italia, Alessio Butti, organizzatore del vertice.

Presenti, inoltre, l’assessore regionale Massimo Sertori il presidente della Provincia Fiorenzo Bongiasca, il presidente dell’Autorità di Bacino Luigi Lusardi, il direttore del Consorzio dell’Adda ing. Bertoli e molti altri professionisti e tecnici del settore.

Obiettivo del vertice presentare il progetto al governo.

“Ho inteso organizzare l’evento non solo perché seguo e sostengo il progetto fin dall’inizio, ma anche e soprattutto per capire quale potesse essere l’ulteriore coinvolgimento del Ministero della Transizione Ecologica che dopo il riordino delle deleghe ha acquisito anche la competenza in materia di energia”, spiega Butti.

In sostanza, evidenzia il parlamentare: “Il progetto prevede la definizione di strategie per la gestione ottimale delle risorse idriche del bacino idrografico del fiume Adda e del Lago di Como e lo studio di diverse misure di adattamento al cambiamento climatico in corso, attraverso l’implementazione di un laboratorio numerico in grado di simulare, in maniera integrata, l’intero sistema del bacino del fiume Adda e del Lago di Como, dagli invasi idroelettrici, ai territori rivieraschi fino ai distretti irrigui e di individuare strategie ottime e misure di adattamento robuste”.

“Era doveroso – aggiunge – fare in modo che i curatori illustrassero al Ministro Cingolani un progetto di straordinaria importanza. Il Ministro ha espresso il forte interesse del suo Ministero nei confronti del progetto Addapt, sul quale più volte il territorio si è espresso favorevolmente , rilevando in particolare la possibilità di replicare strumenti e metodologie sviluppate per il Lago di Como in altre situazioni analoghe e sottolineando l’importanza cruciale, in questo momento, del processo di revisione e rinnovo delle concessioni per lo sfruttamento della risorsa idrica ai fini idroelettrici. A questo riguardo l’assessore Sertori ha ribadito come Regione Lombardia, con la recente legge Legge Regionale 8 aprile 2020 , n. 5, promuove un approccio integrato per la definizione di tali concessioni, all’interno del quale si pone il progetto Addapt”.

“Il Ministro – conclude l’esponente Fdi – ha inoltre proposto di approfondire gli aspetti tecnici del progetto con Sogesid, la società in house del Ministero della Transizione Ecologica competente in materia. Il PNRR, in discussione in Parlamento, rappresenta una straordinaria occasione di sviluppo anche del nostro territorio. Seguiremo e stimoleremo ogni opportunità utile al territorio Lariano.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo