Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Svizzera, rivoluzione Migros: primo via libera alla vendita di alcol

Rivoluzione in vista per il colosso dei supermercati svizzeri Migros ben conosciuti anche dai comaschi. La maggioranza dei delegati della Fcm (Federazione Cooperative Migros) infatti ha votato a favore di un cambiamento di statuto che permetterà all’azienda di vendere alcol. Cosa mai avvenuta prima. Il divieto di vendita era stato infatti introdotto dal fondatore Gottlieb Duttweiler che, spiega il sito dell’azienda: “voleva assicurarsi che non sarebbero stati proprio i suoi principi commerciali di ‘prezzi convenienti grazie a margini contenuti’ a dare impulso a fenomeni quali la dipendenza della popolazione dall’alcool”.

Bisogna precisare che quella di oggi è solo la prima fase di un lungo percorso interno e peraltro non è detto che la rivoluzione toccherà tutti i cantoni elvetici. Saranno ora le amministrazioni e i comitati delle dieci cooperative regionali a prendere la parola.

Ecco la nota ufficiale:

Sabato i delegati della Federazione delle cooperative Migros (FCM) hanno approvato le condizioni affinché le cooperative regionali decidano se accettare la vendita di alcolici nei negozi Migros. Con 85 voti contro 22, i delegati hanno adottato la modifica degli statuti in questo settore. Le dieci cooperative sono ora libere di decidere se convocare o meno i propri collaboratori alle urne per modificare i rispettivi statuti e revocare il divieto di vendita di alcolici a livello regionale.

All’interno del Gruppo Migros, le bevande alcoliche sono già disponibili nel supermercato Migros Online, nonché nelle filiali Denner o Migrolino. I negozi Migros tradizionalmente non vendono alcolici. L’iniziativa per revocare il divieto di vendita di alcolici nei negozi Migros è stata lanciata lo scorso anno da cinque membri dell’assemblea dei delegati e richiede una revisione degli statuti di FCM e cooperative. Sabato 6 novembre 2021 i delegati della FCM hanno spianato la strada alle dieci cooperative regionali per consentire loro di votare sulla questione. Per la presidente dell’Assemblea dei delegati, Marianne Meyer, «questo è un segnale forte per la democrazia in Migros. Nessun’altra azienda ha una struttura partecipativa paragonabile”.

L’assemblea dei delegati di FCM ha approvato, con 85 voti favorevoli, 22 contrari, un emendamento allo statuto di FCM. Questo passaggio consente ora alle cooperative di decidere se accettare di revocare il divieto di vendita di alcolici nei negozi Migros. Nelle prossime settimane le dieci cooperative e comitati cooperativi regionali voteranno la revisione dei propri statuti. A seconda della decisione presa da questi organismi, spetterà infine ai soci regionali della cooperativa autorizzare o meno i negozi della loro cooperativa a vendere alcolici, questo nell’ambito di una votazione generale. La data di queste eventuali votazioni è prevista per l’inizio di giugno 2022. Se una maggioranza di 2/3 è favorevole alla revoca del divieto di vendita di alcolici,

Migros deve al suo fondatore Gottlieb Duttweiler l’eredità di una struttura democratica unica in un’azienda, che consente ai suoi membri di rivedere direttamente lo statuto. Per Marianne Meyer, “questa democrazia partecipativa dimostra che Migros, in quanto azienda responsabile, ascolta i 2,2 milioni di soci delle sue cooperative e quindi i consumatori. L’identità di Migros rimane l’incarnazione di un impegno costante nei confronti della società”.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo