Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Stadio Sinigaglia e Como in B: divieti, chiusure, parcheggi, barriere, partite a rischio. I Piani A e B

A pochi giorni dalla prima partita di serie B allo stadio Sinigaglia (Como-Ascoli, sabato 11 settembre alle 14), il Comune ha emesso l’ordinanza per la regolamentazione del traffico, dei parcheggi e dei vari divieti in concomitanza con i match.

Vengono dunque istituiti:

1) il divieto di circolazione e di sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli, compresi quelli a servizio delle persone diversamente abili munite di specifico contrassegno lungo Via Sinigaglia e viale Puecher (tratto tra viale Vittorio Veneto e piazzale Somaini), dove saranno montati sistemi di recinzione mobili che inibiranno anche il passaggio pedonale;

2) Il divieto di circolazione e di sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli, compresi quelli a servizio delle persone diversamente abili muniti di specifico contrassegno lungo Viale Vittorio Veneto, ad eccezione dei veicoli autorizzati di:
– Forze di Polizia, 118, Vigili del fuoco ed Enti impiegati per esigenze connesse all’evento sportivo;
– Steward e personale in servizio allo stadio;
– Bus calciatori ospiti e arbitri;
– Bus e veicoli tifosi al seguito della squadra ospite (l’accesso di tali veicoli sarà permesso previa autorizzazione del Dirigente di Pubblica Sicurezza, responsabile dell’ordine pubblico). In deroga ai divieti ivi esistenti questi veicoli potranno sostare lungo via Puecher (tratto compreso tra il monumento ai Caduti e il Tempio Voltiano fatto salvo, per i veicoli di massa superiore a 3.5 tonnellate, l’area delimitata da segnaletica orizzontale gialla)

3. Il divieto di circolazione e di sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli ivi compresi quelli a servizio delle persone diversamente abili muniti di specifico contrassegno nelle seguenti vie: Largo Borgonovo, viale Masia nel tratto compreso fra Piazzale Somaini e Viale Rosselli, piazzale Somaini.

4. Il doppio senso di circolazione con transito consentito esclusivamente ai residenti e agli autorizzati lungo viale Masia nel tratto compreso fra viale Rosselli e via Sinigaglia; in tal caso i veicoli che da via Masia si immettono lungo viale Rosselli avranno gli obblighi di dare la precedenza ai veicoli ivi transitanti e di svolta a destra verso piazzale Santa Teresa;

5. Il divieto di accesso a via Campo Garibaldi ad esclusione dei residenti ed autorizzati;

6. Il divieto di sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli, compresi quelli a servizio delle persone diversamente abili muniti di specifico contrassegno lungo via Sinigaglia nel tratto compreso tra via Masia e via Vacchi al fine di consentire la sosta ai mezzi tecnici utilizzati dalle tv.

Fin qui, però, si tratta dei provvedimenti ordinari per le partite casalinghe del Como 1907. Palazzo Cernezzi, però, assieme alle forze dell’ordine, ha messo a punto anche un “piano B”.

In presenza di particolari situazioni di ordine pubblico, infatti, verranno istituiti i seguenti ulteriori obblighi e divieti:

1. Divieto di transito e sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli ivi compresi quelli a servizio delle persone diversamente abili muniti di specifico contrassegno, lungo le vie Campo Garibaldi, Vacchi e Martinelli;

2. Divieto di sosta con rimozione forzata per tutte le categorie di veicoli ivi compresi quelli a servizio delle persone diversamente abili muniti di specifico contrassegno lungo via Recchi e viale Rosselli;

3. Interdizione al transito dei pedoni tra l’area dei Giardini e Lago e viale Vittorio Veneto, Largo Borgonovo con la posa di recinzioni.

Gli obblighi e divieti entrano in vigore almeno 6 ore prima dell’inizio della partita (o un periodo inferiore a seconda delle disposizioni relative all’ordine e alla sicurezza pubblica impartite dal Questore di Como) e cessano di avere efficacia nel momento in cui le strade saranno rese transitabili in condizioni di sicurezza (rimozione di barriere e sbarramenti installati).

Il divieto di sosta di cui entra in vigore 24 ore prima dell’inizio della partita e previo posizionamento della segnaletica.

In deroga a quanto sopra, previa valutazione delle condizioni di sicurezza, sarà permesso accedere sino all’ingresso dello stadio a veicoli che accompagnano persone diversamente abili. I veicoli non potranno comunque sostare all’interno dell’area interdetta alla sosta e alla circolazione.

TAG ARTICOLO:

Un commento

  1. Il piano b lo useranno con Brescia Monza e le altre tifoserie “amiche” di quella Lariana. Con l’Ascoli ho ricordi anni’80 e non mi pareva ci fossero scontri visti invece con Cesena, Pescara e gli amici e sportivissimi bergamaschi e veronesi..comunque personalmente se riesco vado allo stadio e parcheggio in via Innocenzo o via Roosevelt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo