Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

VIDEO Balene, gabbiani e ballerine: nuovi incredibili test dello schermo d’acqua 3D davanti a Villa Erba

E’ un progetto che ha pochi eguali nel mondo e per questo da due anni viene continuamente perfezionato e testato. Insomma, non cose che si fanno in una settimana. Parliamo dello spettacolare schermo d’acqua ideato da Daniele Brunati (peraltro anche editore di questo giornale) e frutto di una collaborazione tra Amici di Como e Consorzio Como Turistica (qui tutti i test precedenti e i video).

Parliamo, ancora una volta, dell’immenso schermo d’acqua dove vengono proiettate immagini tridimensionali accompagnate da musica. In effetti, rispetto ai primi test, sono stati fatti passi da giganti. Lo diciamo subito, la resa del video “rubato” con uno smartphone, che pubblichiamo sotto, non rende merito all’impatto della scena ma, in ogni caso, ne offre la misura spettacolare. L’obiettivo, come ha spiegato Brunati in passato, è sviluppare: “Un progetto che possa creare un evento importante e duraturo, che sia d’impulso e sostegno all’economia del territorio e al turismo”.

Lo schermo d’acqua è stato provato nei giorni scorsi davanti a Villa Erba, ecco le immagini:

8 Commenti

  1. Non comprendo quali ragioni possono addurre le persone contrarie ad uno siffatto spettacolo. I tempi cambiano e non trovo nulla di male o di grave ad usare la tecnologia attuale per offrire ( a chi gradisce ) gli possono tranquillamente rimanere a casa o cambiare strada , uno spettacolo nuovo,diverso ed notevole wow wow ma soprattutto a costo zero per le casse Comunali. Magari tante persone sono contrarie per partito preso……. I famosi bastian ……

  2. Bellissimo! Ha ragione Stefano! Complimentoni a chi lo ha ideato, realizzato! Attrazioni pacchiane sono ben altre!!! Ma che sono questi commenti? Sempre a lamentarvi!!! Como sta’ diventato una bellissima città! Lo era già (da sempre!) ma è in miglioramento! Queste iniziative ci rendono ancora più orgogliosi di essere comaschi! Basta.

    1. Semplicemente vorrei vivere in una città normale , Como non ha bisogno di certi “spettacoli fenomenali”.
      Di sicuro qualcuno ha seri problemi di gusto estetico.

  3. No grazie sig. Brunati & c. Voleste trasformare la città in una Disneyland di provincia con attrazioni pacchiane al solo scopo di decretarne la desertificazione sociale a fini di lucro per la lobby dei ristoratori ed affittacamere.
    Altro che “record di contatti su FB”.
    Basta !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo