Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cronaca

Cacciatore disperso a 2mila metri: 20 soccorritori in campo tra maltempo e ricerca a piedi. Recuperato

Alla fine le operazioni si sono concluse e sono state complicate. Nel pomeriggio parlavamo del cacciatore disperso a Livo.

Dato il maltempo non è stato facile l’intervento per le squadre del Soccorso Nazionale Alpino e Speleologico.

Aggiornamento:

Concluso l’intervento di recupero di un cacciatore della zona, di circa 60 anni, da parte delle squadre Cnsas di Dongo e del Lario Occidentale. Da stamattina alle 11:20 circa una ventina di tecnici della XIX Lariana hanno operato in condizioni di maltempo, tra loro anche un infermiere del Cnsas: l’elisoccorso di Como di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza ha tentato un avvicinamento ma il meteo impediva di andare oltre e quindi ha trasportato le squadre fino a dove era possibile, poi hanno proseguito a piedi. L’uomo era a quasi 2000 metri di quota quando è scivolato e ha riportato alcuni traumi che gli impedivano di camminare. I soccorritori hanno dovuto attraversare alcune valli trasversali, poco battute, con calate per circa 500 metri di dislivello. L’elisoccorso ha infine recuperato la persona infortunata e poi ha trasportato a valle le squadre. Sono intervenuti anche Guardia di finanza e Vigili del fuoco.

Ecco quanto spiegavano poco fa:

Sta per concludersi l’intervento di recupero di un cacciatore della zona, di circa 60 anni, da parte delle squadre Cnsas di Dongo e del Lario Occidentale. Da stamattina alle 11:20 sono circa una ventina i tecnici della XIX Lariana che stanno operando, in condizioni di maltempo: l’elisoccorso di Como di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza ha tentato un avvicinamento ma non è stato possibile e quindi ha trasportato le squadre fino a dove era possibile, poi hanno proseguito a piedi. L’uomo era a quasi 2000 metri di quota quando è scivolato e ha riportato alcuni traumi che gli impedivano di camminare. I soccorritori hanno dovuto attraversare alcune valli trasversali, poco battute, ma hanno portato la persona infortunata fino all’ambulanza. Adesso le squadre sono in fase di rientro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo