Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

Como si risveglia ma Lugano cala il super asso: 100 opere di Banksy in mostra

Mentre Como dà finalmente segnali di vita sul fronte culturale, con la bella mostra su Manlio Rho in corso alla Pinacoteca, l’esposizione sul Cavalier Antonio Ratti a Villa Olmo (dove arriverà anche l’attesissima “Astratte”) e in attesa di ammirare il Tesoro romano rinvenuto in via Lambertenghi, Lugano cala un asso notevolissimo nella virtuale contesa sul confine.

Dopo il grande successo di Basilea, dove sono accorsi oltre 80mila visitatori, nella città ticinese, per la precisione a Villa Ciani a partire dal 26 gennaio, arriva la mostra che racchiude oltre 100 opere originali, oggetti e serigrafie di Banksy, uno dei maggiori esponenti della street art la cui vera identità rimane ancora sconosciuta.

La mostra presenta una collezione basata su oltre vent’anni di attività, con tutto l’immaginario paradossale dell’artista legato spessissimo a messaggi che approfondiscono i temi del capitalismo, della guerra, del controllo sociale e della libertà in senso lato.
Inevitabile sottolineare che, nella perfetta scia di mistero in cui l’opera di Bansky è nata e fiorita in tutto il mondo, l’artista non è in alcun modo coinvolto in questa mostra. Il materiale infatti proviene interamente da collezioni private, e tutte le opere sono certificate e autentiche.

La mostra “Banksy – Building castles in the sky” è presentata da GC Events in collaborazione con Associazione MetaMorfosi ed è curata da Gianluca Marziani, Stefano Antonelli e Acoris Andipa.

I biglietti sono disponibili in prevendita sin da subito presso i portali autorizzati: Ticketcorner e Biglietteria oppure presso le Manor del Canton Ticino (per maggiori informazioni e l’anteprima delle opere: https://it.banksylugano.ch).

Sul fronte della inevitabile convivenza con la pandemia, verranno applicati i provvedimenti decisi dal Consiglio Federale per accedere alla struttura. Allo stato attuale è obbligatorio indossare la mascherina e presentare il Covid Pass per potervi accedere.

TAG ARTICOLO:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo