RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Politica

Bufera Lega dopo le elezioni, Locatelli: “Salvini ha dato tutto, ci ha messo la faccia e non è in discussione”

In provincia di Como, il primo a dare l’altolà a qualsiasi ipotesi di sfiducia al segretario della Lega, Matteo Salvini, dopo l’insuccesso alle recenti elezioni politiche, era stato Nicola Molteni, appena rieletto alla Camera e sottosegretario uscente.

Oggi – a dispetto di voci storiche del partito, quale quella di Roberto Maroni che ha esplicitamente chiesto “un nuovo segretario” – anche l’assessore regionale e attuale consigliera comunale della Lega, Alessandra Locatelli, rincara la dose.

“Chi parla dovrebbe aver lavorato tanto quanto tutti i militanti, soprattutto in questo momento difficile per il Paese.
La Lega è una e tutti i militanti concordano che non vada spezzata – ha affermato Locatelli – Chi decide e controlla le linee è il segretario nazionale in accordo con il direttivo federale”.

“Siamo rispettosi delle regole e orgogliosi di avere un segretario come Matteo Salvini – aggiunge Locatelli – Ha dato tutto per la Lega, per portarla a essere un partito nazionale mettendoci la faccia e rischiando in prima persona. E’ un valore che tutti i militanti apprezzano. I ragionamenti da fare ci sono, ma non è messo in dubbio il segretario”.

Trionfo centrodestra, Molteni: “La Lega ha pagato con sangue e voti il sostegno a Draghi ma nessuno tocchi Salvini. Per FdI più facile, sono stati alla finestra”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Commenti

  1. Personalmente appoggio la linea di lasciarlo in cattedra a far danni. In primavera alle regionali i leghisti avranno la prova “provata” definitiva. E mi raccomando….candidate ancora Fontana.
    Auguri!

  2. Il fatto che sia l’Onorevole Molteni e sia Locatelli abbiano immediatamente preso le difese del “capitano” vuol dire che è proprio sotto attacco. A parte l’uscita di Maroni, i mal di pancia di Zaia per i risultati in Veneto e l’assordante silenzio di Giorgetti; la delusione che si respira tra le fila della Lega è palpabile. Povero “capitano” dopo tutto quello che ha detto (fatto è una parolona per il “capitano”), si è sentito accusare da Berlusconi di non aver mai lavorato in vita sua e da Maroni di non essere all’altezza di fare il Segretario della Lega. E dire che con lui, la Lega nel primo Governo Conte ha votato il Reddito di cittadinanza che oggi è quasi totalmente distribuito in Campania, in Sicilia e nel resto del Sud Italia. Reddito che si paga ovviamente con le tasse di chi nel Nord Italia lavora……….My God, faccio discorsi da leghista? Ma quale leghista? Salvini o Maroni? My God….😊

  3. La Locatelli ha ragione da vendere: non c’è elettorato che non ipervaluti il concetto di “metterci la faccia” quanto il popolo leghista.
    Puoi fallire miseramente, essere surclassato nei numeri, umiliato dalla storia presente, tradire la tua storia passata; ma se ti sei impegnato e “ci hai messo la faccia”, sei un grande a prescindere.
    Come se a scuola ci fosse da fare il tema e tu consegni in bianco, ma già solo che ti sei ricordato di portare il foglio protocollo a righe, solo per questo meriteresti un 6.
    Mah…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo