Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Omicidio don Roberto, Zoffili al ministro Lamorgese: “Più polizia e militari a Como e in provincia”

Già poche ore dopo l’omicidio di don Roberto Malgesini, il deputato della Lega Eugenzio Zoffili aveva usato espressioni fortissimi.

Omicidio don Roberto, Salvini: “Ringraziato a coltellate”. Sindacati: “Non strumentalizzare”. Braga: “Nessuno speculi”

Oggi, il parlamentare erbese torna in particolare sulla figura di “Ridha Mahmoudi, il tunisino con decreto di espulsione che ha accoltellato a morte don Roberto Malgesini [e che] è stato denunciato per resistenza e oltraggio dopo che ha aggredito due agenti di polizia penitenziaria in carcere”.

“Proprio oggi – afferma Zoffili in una nota – nel corso dell’audizione davanti al Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen che presiedo ho chiesto al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese approfondimenti sull’efferato delitto invitandola ancora una volta a potenziare gli organici delle Forze dell’Ordine e dei militari dell’Operazione ‘Strade sicure’, nella provincia e nella città di Como, che essendo territori di confine sono particolarmente gravati dalle problematiche connesse ai flussi migratori”.

“Ho inoltre chiesto al Ministro che vengano forniti i dati di tutti gli immigrati clandestini presenti sul territorio della provincia di Como che, come l’assassino di don Roberto, sono in attesa di essere rimpatriati avendo ricevuto un provvedimento di espulsione, oggetto dell’interrogazione parlamentare presentata con i colleghi Nicola Molteni, Alessandra Locatelli e Claudio Borghi”, conclude il deputato leghista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: