Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Piscina di Muggiò: sì a una Commissione sul progetto Nessi&Majocchi. “Ma a porte chiuse”

Alla fine, l’ha spuntata il consigliere di Fratelli d’Italia Mario Gorla, almeno per metà: il vicesegretario generale di Palazzo Cernezzi, Donatello Ghezzo, ha infatti espresso parere formale e positivo sulla richiesta di una Commissione comunale dedicata all’illustrazione del progetto depositato da Nessi&Majocchi per rifare completamente la piscina di Muggiò.

Piscina di Muggiò, l’attacco di Gorla (FdI) al sindaco: “La facciamo o no un’operazione trasparenza?”

Con una condizione, riferita dal presidente della Commissione stessa, Luca Biondi (FI), che aveva formalmente inoltrato la domanda di chiarimento a Ghezzo: se seduta sarà, dovrà essere a porte chiuse e limitata agli aspetti puramente progettuali e non a quelli finanziari (come noto legati a una specifica forma di leasing).

Bonifica Ticosa, i missili del sindaco: “Sono stufo di pagare per gli altri”. Piscina di Muggiò: “Decisione presa”

“Il parere è favorevole – ha detto Biondi, riferendo il parere di Ghezzo – sulla base di una sentenza del 2020 del Consiglio di Stato che sottolinea la potenziale utilità per il consigliere nel conoscere i documenti afferenti la fase preliminare tecnica di valutazione, nella fase antecedente la gara”.

Nel documento del vicesegretario generale, però, si parla espressamente di porte chiuse e di presentazione del solo progetto tecnico. Una limitazione – la seconda – contestata dal consigliere del Pd Gabriele Guarisco e, in parte anche dall’assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Gervasoni.

Gabriele Guarisco

Guarisco ha chiesto che, alla luce del fatto che la Commissione dovrà essere a porte chiuse con i consiglieri vincolati al segreto sui contenuti, allora sia illustrata anche la parte economico-finanziaria della proposta di Nessi&Majocchi.

Proposta su cui si sono detti d’accordo il presidente Biondi ma soprattutto l’assessore alla partita.

“Concordo sulla necessità dell’illustrazione del progetto non solo dal punto di vista tecnico – ha detto Gervasoni – e mi muoverò in quella direzione affinché i consiglieri possano intervenire nel merito del leasing finanziario”.

Ora, dunque, seguirà un nuovo passaggio sulla segreteria generale alla luce delle richieste e poi, eventualmente, si definiranno nel dettaglio la convocazione della riunione e le sue modalità si svolgimento.

TAG ARTICOLO:

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab