Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Sanità

“A casa in quarantena ma il mio green pass è sempre attivo”, da Como la denuncia di Stefania

In quarantena da quasi una settimana ma il suo green pass non lo sa. Questa è la situazione paradossale, e potenzialmente molto pericolosa, in cui si trova una nostra lettrice residente nel Comasco.

“La settimana scorsa avevo mal di gola e raffreddore e per prudenza ho fatto un tampone molecolare che ha dato esito positivo – racconta Stefania – quindi ho avvisato il mio medico di base che ha fatto la segnalazione ad Ats, tanto che ho subito ricevuto una mail in cui mi si chiedeva di tracciare gli ultimi contatti e mi è stato fissato un tampone di controllo dopo 10 giorni”.

Chiusa in casa in compagnia del fidanzato, risultato anche lui positivo, Stefania non si è posta il problema del Green pass fino a pochi giorni fa quando, provando a verificare per curiosità se fosse stato revocato, ha scoperto che invece è ancora perfettamente valido.

“Mi è capitato per caso di vedere un servizio di Striscia la Notizia in cui si raccontava di molte persone positive al Covid ma con il Green pass ancora attivo – spiega – così abbiamo verificato e, mentre quello del mio fidanzato è stato revocato, il mio è ancora funzionante nonostante la mia positività sia stata segnalata e recepita da Ats”.

Che il meccanismo di blocco automatico del Green pass non stia funzionando a dovere è un problema noto e le segnalazioni di disservizi si susseguono da giorni in tutta Italia ma, evidentemente, il problema non è stato ancora risolto con il rischio che, chi volesse malauguratamente violare la quarantena nonostante la positività, possa anche accedere a mezzi pubblici o locali.

“Io ovviamente sono a casa isolata ma mi viene da pensare che possano esserci persone con un minor senso civico che, in questo modo, possono continuare a uscire tranquillamente con il rischio di contagiare altri – conclude Stefania – e spero anche che il calcolo dei giorni di quarantena non dipenda dalla disattivazione del Green pass perché non vorrei ritrovarmi bloccata in casa oltre il dovuto, se mai dovessero disattivarlo adesso”.

Ecco qui di seguito un piccolo promemoria sulla revoca (e riattivazione) del Super Green pass in caso di positività al Covid.

Il Super Green Pass viene sospeso automaticamente con tampone positivo, per tutta la durata della quarantena e fino a tampone di controllo negativo.

Grazie al nuovo decreto varato il 5 gennaio, la procedura di riattivazione è stata semplificata: l’esito negativo del tampone molecolare o antigenico di controllo post quarantena viene inserito direttamente da Asl, farmacie o laboratori in cui viene effettuato il test riattivando immediatamente il Super Green Pass e non sarà più necessario il certificato firmato dal medico di base.

Il Ministero della Salute ha però precisato che il tampone negativo riattiva il Green pass bloccato al momento del rilevamento della positività. Per avere il nuovo Green pass da guariti, valido per 6 mesi, sarà ancora solo il medico di base a poter inserire il certificato di guarigione sulla piattaforma.

2 Commenti

  1. L’applicazione C-19 va aggiornata regolarmente, sei settaggi va specificato che deve essere una azione automatica se non lo si fa l’applicazione non carica le variazioni giornaliere dei green pass disabilitati……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo