Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Como, niente acqua (o quasi) in buona parte della città. Negretti: “Guasto riparato”

Pochissima in centro storico, assente del tutto in altre zone come quella dello Stadio, Camerlata, Rebbio, Breccia e altri ancora.

Problemi alla distribuzione dell’acqua segnalati in tutta Como nel primo pomeriggio di oggi.

“C’è un problema nella caverna Acsm” fa sapere l’assessore alla Sicurezza e Protezione Civile Elena Negretti. “Abbiamo già allertato la Protezione Civile per la distribuzione d’emergenza se i tecnici non risolveranno a breve. Non possiamo permettere in primis che case di riposo e servizi restino senza così come i cittadini. Ci sono anche i servizi alla ristorazione e i bar che in questo momento non possono nemmeno servire un caffè”.

Ora i dirigenti comunali si stanno interfacciando con l’azienda per capire le tempistiche di ripristino.

AGGIORNAMENTO (15.37): L’assessore fa sapere che Acsm ha riparato il guasto: “Ora il servizio deve tornare a regime, ci vorranno circa 30 minuti”

 

 

TAG ARTICOLO:

5 Commenti

  1. “Abbiamo già allertato la Protezione Civile per la distribuzione d’emergenza se i tecnici non risolveranno a breve. Non possiamo permettere in primis che case di riposo e servizi restino senza così come i cittadini. Ci sono anche i servizi alla ristorazione e i bar che in questo momento non possono nemmeno servire un caffè”. Che strano! A Ponte Chiasso tra gennaio e giugno abbiamo avuto per tre volte importanti interruzioni di erogazione acqua per diverse ore a causa di rotture, ma ne l’assessore ne la Protezione Civile se ne sono preoccupati. Ad agosto, sempre a causa dell’ennesima rottura tubature dell’acqua i quartieri di Sagnino e Ponte Chiasso sono rimasti senza GAS per due settimane ed una notte intera senza acqua con danni pesantissimi anche in termini finanziari perché molte caldaie, fornelli, cucine di ristoranti hanno dovuto essere cambiate perché rotte irrimediabilmente e nemmeno sappiamo se verremo risarciti ma, ne l’assessore ne la Protezione Civile se ne sono minimamente preoccupati. Anche nei nostri quartieri vi sono molti servizi di ristorazione, bar e soprattutto almeno 7000 residenti tra cui moltissime persone anziane che erano disperate e famiglie con bimbi piccolissimi che non potevano nemmeno scaldare loro una pappa….altro che caffè!. Abbiamo potuto fare affidamento esclusivamente sulla solidarietà reciproca tra noi cittadini! Evidentemente i nostri due quartieri non fanno parte della città di Como…ma le bollette molto più che raddoppiate arrivano puntualmente. Mistero

  2. Un guasto così esteso è inammissibile, qualcosa non è stato fatto prima. Acsm risponda subito al Comune e a noi cittadini spiegando i motivi. Un’annotazione a margine di altro genere: è una mia sensazione o il gas erogato non ha sempre la stessa capacità calorica. Qualcuno la controlla regolarmente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo