Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Alta Valle Intelvi, troppe tasse per i cittadini sotto Natale. Il sindaco rinvia la bolletta dell’acqua

Cancellarle non può, rinviarle sì. E allora il sindaco di Alta Valle Intelvi, Marcello Grandi, opta per azionare la seconda leva sulle bollette per l’acqua. E lo fa con una comunicaizone ufficiale ai concittadini, in cui spiega il tentativo del Comune di alleggerire almeno in parte il gravame fiscale di questo periodo.

“Nell’attuale periodo e nel prossimo mese di gennaio saremo costretti a sobbarcarci un notevole carico fiscale per il pagamento delle tase sul servizio rifiuti (Tari) e della fornitura di acqua – scrive Grandi – oltre a quello dell’imposta sulla casa (Imu), con scadenza purtroppo molto ravvicinate”.

“Tutto questo – aggiunge il sindaco di Alta Valle Intelvi – non dipende in alcun modo dalla fusione e dalla costituzione del Comune di Alta Valle Intelvi, come qualche volta erroneamente interpretato, ma dall’applicazione delle norme vigenti e dall’attesa del subentro di Como Acqua Srl nella gestione del sevizio idrico integrato”.

Dunque, ecco la decisione del municipio intelvese.

“Peratanto, al fine di ridurre, seppure in parte, il disagio gravante sulle famiglie in questo periodo – conclude il sindaco – l’amministrazione comunale ha disposto il differimento del pagamento delle bollette per il consumo dell’acqua scadenti il 30 gennaio prossimo, al 30 marzo 2021”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo