Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Velocità folli in città, 126 incidenti rilevati, daspo urbani: il bilancio estivo della Polizia locale di Como

Cinquantanove servizi notturni (da mezzanotte e mezza alle 7.30 del mattino) dal primo giugno al 30 settembre scorso, 74 multe per eccesso di velocità e 76 patenti ritirate. Sono questi alcuni numeri del bilancio dell’attività estiva della Polizia locale di Como.

Nel dettaglio, 38 sanzioni su 74 sono state elevate per velocità superiori o uguali a 100 km/h, 31 per velocità superiori o uguali a 90 km/h ma inferiori a 100 km/h, 5 per velocità inferiori a 90 km/h. Le patenti ritirate complessivamente durante i controlli sono state 76, tra le quali anche 3 per sorpasso vietato e 4 per guida in stato di ebbrezza con rilevo amministrativo.

A questi dati si aggiungono i 56 veicoli sequestrati per mancanza della copertura assicurativa, 20 fermi amministrativi e 199 rimozioni di autovetture irregolarmente parcheggiate. Si aggiungono 10 servizi per la verifica delle norme sull’autotrasporto con pattuglie miste e variabili composte anche da agenti della Polizia Locale di Cantù, Erba e Mariano Comense, nell’ambito del Comando di Polizia Locale Insubriae.

I reati accertati per violazioni alle norme del codice della strada risultato essere 61, di cui 25 per guida in stato di ebbrezza, 6 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, 4 per omissione di soccorso, 5 per lesioni personali colpose.

Gli incidenti stradali rilevati sono stati 187 di cui 126 con feriti.

Sul fronte della sicurezza urbana ne sono stati svolti 5 con l’unità cinofila che hanno permesso di accertare 5 illeciti penali legati allo spaccio e alla detenzione di sostanze stupefacenti; da segnalare poi 4 ordini di allontanamento ai sensi del regolamento di polizia urbana, 3 ubriachezze moleste, una denuncia per somministrazione di alcool ai minori a carico del titolare di un pubblico esercizio.

L’attività di polizia giudiziaria ha portato all’arresto di 3 soggetti e all’individuazione di 28 condotte penalmente rilevanti, tra cui si annoverano: falso in atto pubblico, danneggiamento, immigrazione clandestina, violazione degli obblighi di custodia, a cui si uniscono la ricezione di 15 denunce.

L’attività di polizia amministrativa ha permesso di accertare 39 illeciti a carico di pubblici esercizi e attività produttive in genere, tra le quali degni di nota sono l’attività di intrattenimento e svago in violazione alle prescrizioni dell’autorizzazione relativamente agli orari, la mancanza dei dispositivi per la misurazione del tasso alcolemico per gli avventori dei bar con apertura dopo la mezzanotte, inosservanza del regolamento mercato mercerie, commercio in sede fissa con autorizzazione itinerante, violazioni dell’autorizzazioni per l’occupazione di suolo pubblico.

Sono stati compiuti 64 sopraluoghi relativi a esposti, su un totale di 8.351 richieste di pronto intervento (una media di 68 al giorno) pervenute in centrale operativa.

“Stiamo portando avanti un significativo piano di investimento nel capitale umano, nell’innovazione tecnologica e nella dotazione logistica strumentale – ha commentato l’assessore alla Polizia locale, Elena Negretti – ma la risorsa più importante che il Comando testimonia quotidianamente è il forte senso di appartenenza al Corpo e alla città”.

TAG ARTICOLO:

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo