Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Politica

Cantiere-pasticcio in Borgovico, azzanno Dem: “Tempesta viabilistica perfetta, sarà disastro a Monte Olimpino”

Solo ieri l’antipasto del disastro annunciato. Fase preliminare del cantiere che interesserà da lunedì via Borgovico (segmento Santa Teresa-Villa Olmo) e subito è stato un pasticcio con il Comune che prima ha dato l’ok ai lavori e poi, con la Polizia Locale, li ha stoppati.

Pasticcio in via Borgovico: il Comune autorizza il cantiere, traffico folle, la polizia locale lo chiude d’imperio

Oggi, assist oggettivamente troppo (politicamente) gustoso, arriva l’azzanno del Pd. “Como Nord e i quartieri rischiano la tempesta viabilistica perfetta, visti i lavori programmati dal Comune di Como per le prossime settimane. Se non si interviene con delle soluzioni alternative, a farne le spese saranno inevitabilmente i lavoratori frontalieri e i cittadini” accusano Tommaso Legnani e Barbara Cereghetti, rispettivamente segretario cittadino del Pd di Como e del Circolo Pd Como Nord.

Proseguono: “Come molti altri comaschi abbiamo potuto vedere i disagi creati ieri mattina in via Borgovico da alcuni lavori preliminari. Non osiamo immaginare cosa potrà succedere quando il cantiere sarà nel vivo e chi si deve spostare verso la Svizzera sarà costretto a un girone a senso unico alternato tra via Bixio e Via Bellinzona. Ovviamente, l’autostrada verso la Svizzera è ancora a una corsia, nonostante l’alto scorrimento. La ricetta per il disastro è però data dalla concomitanza con il piano asfalti che prevede altri rallentamenti come in via XXVII maggio e Via San Giacomo, due alternative molto usate dai comaschi per sopperire alle colonne già giornaliere. A ciò si somma il rientro dalle ferie dei frontalieri che tradizionalmente avviene proprio entro la fine di luglio e che porterà migliaia di macchine in più su strade a metà della loro possibile portata”.

“Una viabilità in crisi non è solo un problema per chi si mette alla guida. È un enorme disagio per un quartiere di frontiera come Monte Olimpino, costretto a questo punto ad essere attraversato da una colonna costante di mezzi, con chiare conseguenze per la qualità della vita dei residenti. Il Comune di Como per adesso ha dimostrato la solita scarsa capacità di programmazione. Speriamo solo che ora sia in grado di risolvere la situazione prima che sia il caos” concludono i due esponenti Dem.

Borgovico, caos annunciato: un mese e 20 giorni di cantiere, chiude la corsia verso Villa Olmo. Tutti i dettagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo