RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Ph: archivio
Ambiente, Attualità

Cernobbio e la petizione contro i fuochi artificiali. La replica al sindaco: “Ecco i documenti regionali sulla dannosità”

Ieri parlavamo della petizione che chiede al sindaco di Cernobbio, Matteo Monti, di fermare gli spettacoli pirotecnici in paese. Un documento articolato che evidenzia come vi siano: “Uccelli morti o feriti, cigni spariti, rumore, inquinamento” (qui l’approfondimento completo).

Così abbiamo sentito il contraltare, il primo cittadino. Monti è stato chiaro: “Dalla tassa sullo sparo i soldi per uno studio. Ma gli show restano” (i dettagli qui).

Ora arriva la controreplica della prima firmataria della petizione, Marialuisa Righi che ha inoltrato alla redazione i documenti con cui Regione Lombardia certifica (parlando di aree protette ma è pur vero che i danni non guardano a cosa è protetto e cosa no) i danni causati dai fuochi d’artificio: “Buongiorno, scrivo in merito alla risposta del sindaco di Cernobbio. Ecco qua la documentazione stilata dalla regione Lombardia sulla dannosità dei fuochi d’artificio. Grazie per la disponibilità”.

 

Il testo della Legge Regionale del 17 maggio 2019, recita: ” Nelle aree regionali protette è vietato l’uso di fuochi d’artificio tradizionali che, per l’alta rumorosità e la presenza di sostanze altamente tossiche, costituiscono grave pericolo all’ambiente e alla fauna ivi residente. Sono consentiti spettacoli pirotecnici, previa autorizzazione da parte delle competenti autorità locali, effettuati con fuochi d’artificio a rumore ridotto e a basso impatto ambientale”.

Qui il documento originale:

lr002019051700008

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 Commenti

  1. Le 3 frasi più pericolose della storia: queste cose sono sempre successe. Le tradizioni non si toccano. Abbiamo sempre fatto così.

  2. Sono pienamente daccordo con chi ritiene eccessivo l uso di
    Questi spettacoli pirotecnici, deleteri sopratutto per la fauna stanziale e per gli amici a 4 zampe.

  3. Più che d accordo,bisognerebbe pensare di estendere la raccolta firme a tutto il territorio del lago.perché troppo è troppo.

  4. Sono d’accordo con la limitazione dei fuochi artificiali e non solo sulle rive del Lago di Como. Sono troppi e troppo spesso per ragioni risibili, serve darsi una calmata e avere più rispetto per tutto.

  5. Vorrei informare che la raccolta di firme su change.org è pura fuffa perché non chiede l’abolizione dei fuochi, ma soltanto una moratoria del loro uso. E’ necessario predisporre un’altra raccolta di firme VERA e non fasulla che li cancelli definitivamente per la loro dannosità nei confronti di bambini, anziani e animali, oltre che dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo