Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

Apocalypse Astra, serve correre: “Salvataggio entro gennaio o sarà abbattuto”. Videoappello dei comaschi con Wagner

Ultimo appello per il cinema Astra, la storica sala di viale Giulio Cesare chiusa dal 2018. Servono 75mila euro e, soprattutto, serve raccoglierli entro fine gennaio.

E se non si riuscirà a raggiungere l’obiettivo? “Il cinema verrà abbattuto”, come scrive oggi senza mezze parole il project manager del progetto di recupero Marco Fumagalli in un nuovo appello che sta rimbalzando in queste ore via Whatsapp sui cellulari di mezza città

Abbattuto per farne un condominio, un supermercato, un garage non si sa, ma quel che è certo è che perdere questa storica sala cittadina, l’unica rimasta in centro, significherebbe perdere un tassello prezioso della memoria e della cultura cittadina e, cosa non meno importante, togliere a un agguerrito drappello di giovani l’opportunità di dimostrare che il cinema, il cineforum e gli incontri culturali non sono “roba da vecchi”.

Come spiegato venerdì scorso in una conferenza stampa tenutasi proprio nella sala dell’Astra, infatti, se verrà raggiunto l’obiettivo di 75mila euro (su un totale di 218 mila euro in parte già coperti da bandi e altri finanziamenti) non solo sarà possibile effettuare tutti i lavori di adeguamento alle nuove normative ma il cinema potrà riaprire le porte con un progetto di gestione tutto nuovo. Ne abbiamo parlato ampiamente qui:

I magnifici 8 che vogliono salvare il cinema Astra. Aiutateli, per voi: 50 anni di locandine, la sala per un giorno, abbonamenti sospesi

Nel weekend, infatti, la programmazione sarà curata dalla casa di distribuzione PGA con una programmazione più “commerciale” mentre in settimana l’attività sarà nelle mani dei giovani della neonata cooperativa Astra 2000 (di cui fanno parte gruppi giovanili come Legàmi, Scout Agesci e Azione Cattolica) che proporranno l’amatissimo cineforum, eventi e attività per le scuole.

La raccolta fondi, attiva sulla piattaforma della Comunità Comasca, a tre giorni dall’inizio è già arrivata a 6mila euro ma il countdown procede inesorabile e il tempo stringe: “Abbiamo poco tempo per raggiungere l’obiettivo e basterebbe meno di un euro a comasco”, scrive Fumagalli.

Chi donerà, oltre al piacere di aver contribuito a salvare un pezzo di storia comasca, potrà accaparrarsi una delle locandine dei tanti film in programmazione in 50 anni di vita del cinema Astra, potrà acquistare un “abbonamento sospeso” (e scontato) per il prossimo cineforum o, per i più generosi, potrà godersi una proiezione indimenticabile riservando la sala tutta per sé.

Per donare basta andare sul sito astracinema.it o su dona.fondazione-comasca.it

oppure con bonifico a Fondazione Provinciale della Comunità comasca onlus

IBAN IT73V0861851410000000008373

Causale Fondo 3388-Cinema Astra

Oppure presso la biglietteria del’Astra tutti i martedì, giovedì e sabato dalle 15 alle 18.30

Info: 375.5375816

In queste ore è stato diffuso un nuovo video a sostegno dell’operazione, è davvero molto bello:

2 Commenti

  1. i cinema sono cose del passato, lo Stato non dovrebbe avere più interferenze nell’economia, basta il comunismo, nessuno si rende conto che finiremo come uno stato in più della Russia o della Cina? All’improvviso gli italiani furono assaliti dalla peggiore cecità … quella di guardare dall’altra parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo