Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

Como, Brunate, Torno e gli altri: ecco le passeggiate letterarie con Fondazione Volta e Pietro Berra

La passeggiata di sabato 24 luglio sarà la prima di otto passeggiate tutte coordinate da Pietro Berra, giornalista e scrittore e presidente di Sentiero dei Sogni, ed ideatore del Parco Letterario.

Saranno coinvolti ospiti locali e nazionali (scrittori, poeti, architetti, attori, esperti di paesaggi culturali) e, in diversi casi, anche abitanti dei luoghi attraversati. I comuni interessati sono al momento Como, Blevio, Brunate, Faggeto Lario, Nesso e Torno ma l’adesione al Parco Letterario è aperta a tutti gli enti interessati del lago di Como.

Dal 1992 ad oggi sono nati 29 parchi letterari in Europa: a Como sta per vedere la luce il 30esimo, che si caratterizza rispetto a tutti gli altri perché riunisce la cultura umanistica e quella scientifica, unione incarnata dai massimi esponenti della cultura comacina, come Plinio il Vecchio, Paolo Giovio e Alessandro Volta. – Commenta Luca Levrini – Il parco letterario ci consente di entrare in una rete dove si combinano elementi naturali e umani che desiderano narrare l’evoluzione della nostra comunità attraverso la letteratura. La cultura del passato, oltre a poter essere condivisa con gli altri parchi letterari nazionali, consente il raggiungimento di una consapevolezza che colloca ogni comasco nella storia; il passato si deve necessariamente legare al futuro in una continuità la cui responsabilità è quella attuale. Non solo cultura, ma anche riflessioni che possono dare un senso concreto al valore del nostro territorio”.

Interdisciplinarietà e connessioni tra campi del sapere diversi, nonché tra luoghi del sapere riconosciuti e altri da riscoprire e rigenerare attraverso la cultura, sono caratteristiche centrali del Parco Letterario comasco. Plinio e Volta sono i due principali riferimenti culturali, ma a livello temporale il Parco Letterario parte dal primo poeta noto della Como romana (Cecilio) per arrivare fino ai giorni nostri (tra i principali autori di secoli differenti si segnalano: Leonardo da Vinci, Paolo Giovio, Stendhal, Mary Shelley, Foscolo, Leopardi, Strindberg, Hesse, Slavejkov, Filippo Tommaso Marinetti e Alda Merini)

Questo traguardo, o meglio questo nuovo inizio, arriva nel quinto compleanno del progetto Passeggiate Creative, che si è dimostrato occasione di riscoperta, valorizzazione e rigenerazione dei paesaggi culturali lariani, nonché di costruzione di una rete tra enti e associazioni del territorio per creare percorsi permanenti, di interesse sia per i comaschi che per i turisti. Aggiunge Pietro Berra – Ringraziamo Fondazione Alessandro Volta per il sostegno costante nel tempo che l’ha resa capofila naturale di questa rete e del Parco Letterario”.

Il Parco Da Plinio a Volta si colloca nella rete nazionale e internazionale dei Parchi Letterari costituita da luoghi di interesse turistico e letterario, legati all’identità di un territorio, accomunati dall’obiettivo di valorizzazione e promozione del patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale.

La letteratura è viva come vivi sono i luoghi di ispirazione che oggi come ieri influenzano scrittori, pittori, compositori e poeti per le loro opere che a loro volta offrono a lettori e viaggiatori un metodo nuovo di interpretazione dello spazio. – Afferma Stanislao de Marsanich Presidente de I Parchi Letterari® – Il Lago di Como ne è un esempio meraviglioso.  Stendhal, Mary Shelley, Foscolo, Leopardi, Hesse, Alda Merini lo ricordano ogni giorno e grazie alla sensibilità della Fondazione Alessandro Volta alle loro parole si affiancano le opere di una letteratura universale dedicata alla scienza, alla conoscenza e alla salvaguardia del territorio.  Il Parco Letterario Da Plinio a Volta. Viaggio nelle scienze umane nasce con un compito importante già oggi condiviso da tutta la rete dei Parchi Letterari che dalla Norvegia alla Sicilia guarda al lago di Como con entusiasmo”

Programma della passeggiata creativa inaugurale: Como. Dante e i grandi comaschi. Un “folle volo” da Giovio a Terragni. (con la collaborazione l’Assessorato alla Cultura e l’Assessorato al Turismo del Comune di Como)

Ritrovo sabato 24 luglio ore 10 presso la Pinacoteca Civica di Como (via Armando Diaz 84), fine percorso ore 13 al Monumento ai Caduti di Como. Il percorso si svolgerà tra il centro storico e la zona a lago. Conduce Pietro Berra, giornalista e scrittore e presidente di Sentiero dei Sogni Interventi di Paolo Brambilla, architetto, curatore di mostre su Sant’Elia e sui razionalisti e astrattisti comaschi. Letture di Lorena Mantovanelli. Caccia fotografica al Dante sul Duomo di Como con Mario Marinoni.

Quota di iscrizione: 4 euro, corrispettivo dei biglietti per accedere alla Pinacoteca e al Monumento ai Caduti, aperto eccezionalmente per noi. Verranno raccolti all’atto della registrazione all’inizio dell’evento. Si segnala che in Pinacoteca è allestita la mostra temporanea “Capolavori a confronto. Uomini illustri in un viaggio immersivo tra Como e gli Uffizi” legata a Paolo Giovio e quindi anche alla passeggiata.

 I posti disponibili, in ragione delle misure anti Covid, sono limitati a 40. Iscrizione obbligatoria tramite Eventbrite al link https://danteeigrandicomaschi.eventbrite.it, per informazioni scrivere a info@sentierodeisogni.it 

Nel 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, la passeggiata inaugurale del Parco Letterario “Da Plinio a Volta. Viaggio nelle scienze umane” pone l’attenzione sul tema, finora poco approfondito se non del tutto inedito, della relazione tra l’Alighieri e alcuni dei personaggi comaschi che caratterizzano la storia della città nonché il Parco Letterario medesimo. Si parte da Paolo Giovio, umanista rinascimentale e fondatore del primo museo della storia che incluse Dante sia nella celebre collezione dei Ritratti degli uomini illustri sia negli “Elogia”, le biografie dei personaggi effigiati, per arrivare fino al genio del Razionalismo novecentesco Giuseppe Terragni, che progettò una trasposizione architettonica della “Divina Commedia, il “Danteum”. L’itinerario tra il centro storico e il lago, aperto in Pinacoteca con una proiezione e scandito da aneddoti e letture, ci porterà a compiere un piccolo “folle volo” tra la Como dei tempi di Dante e quella di Giovio e Terragni, con due omaggi a intellettuali di origine lariana (il poeta Giampiero Neri, che deve lo pseudonimo all’omonima fazione dei Guelfi fiorentini, e Maria Corti, la maggiore dantista del Novecento) e una caccia fotografica (chi ha un buon teleobiettivo, lo porti) alla (presunta) statua di Dante sul Duomo di Como.

Calendario completo delle passeggiate creative.

Sabato 24 luglio – Como. Dante e i grandi comaschi. Un “folle volo” da Giovio a Terragni” (passeggiata creativa promossa da Fondazione Alessandro Volta), con la partecipazione di Paolo Brambilla (architetto) e letture dantesche di Lorena Mantovanelli

Domenica 29 agosto – Nesso. Nesso 1821: passeggiata letteraria ai margini del Grand Tour (passeggiata creativa promossa dal Comune di Nesso), con la partecipazione di Gigliola Foglia (guida turistica e scrittrice) e Laura Garavaglia (poetessa)

Domenica 12 settembre – Brunate loc. San Maurizio. Storie sommerse: da Volta alla Resistenza (passeggiata creativa promossa dal Comune di Brunate), con la partecipazione dello scrittore Mattia Conti (“Gli amanti sommersi”, Solferino Libri)

Sabato 9 ottobre – Palanzo. C’era un Volta a Palanzo. Passeggiata favolosa (passeggiata creativa promossa dal Comune di Faggeto Lario), con la partecipazione del poeta Vito Trombetta e di alcuni ex alunni della scuola primaria A. Volta di Palanzo

Sabato 23 ottobre – Como. Da Plinio a San Carpoforo. A tu per tu con i protagonisti della Como romana (passeggiata creativa promossa dal Comune di Como), con la partecipazione di Clemente Tajana (ingegnere e architetto) e di Giancarlo Frigerio (presidente Società Archeologica Comense)

Domenica 31 ottobre – “Più bella della poesia è stata la mia vita”. Il Premio Merini celebra il decano dei poeti italiani Giampiero Neri, di origine lariana (evento promosso dal Comune di Brunate), con la partecipazione di Giampiero Neri e del suo biografo, nonché poeta e scrittore, Alessandro Rivali

Sabato 6 –  Como. Volta e Napoleone 220 anni dopo (passeggiata creativa promossa da Fondazione Volta), con la partecipazione dello scrittore Sergio Valzania (autore di “Napoleone” per Sellerio, “I 10 errori di Napoleone” e “Napoleone e la guardia imperiale” per Mondadori)

Dicembre 2021 – Lago di Como Grand Tour. Crociera letteraria – battellata da Como a Nesso, con letture e citazioni d’autore che toccano tutti i Comuni coinvolti nel Parco Letterario nell’ambito del Pic-Un tesoro di territorio.

 INFORMAZIONI info@fondazionealessandrovolta.itwww.fondazionealessandrovolta.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo