Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Coronavirus, annuncio del sindaco di Alta Valle Intelvi: “Al Cof di Lanzo aree per Covid19”

L’Intelvese, per ora, appare come una delle zone meno toccate dal Coronavirus. Eppure, la mobilitazione per tentare di arginare il contagio oppure, come in questo caso, di mettervi rimedio sul fronte medico-sanitario è forte.

In questo senso si apprende che il Cof di Lanzo, struttura ospedaliera aggregata al sistema sanitario della Regione Lombardia, “ha dato la sua disponibilità a supportare la Regione stessa in questo momento di emergenza sanitaria”. A rendere pubblica la decisione è il sindaco di Alta Valle Intelvi Marcello Grandi.

“All’interno del COF si stanno approntando aree dedicate all’accoglienza di pazienti COVID19 secondo i protocolli di sicurezza. Il Sindaco di Alta Valle Intelvi, nel condividere la necessità di essere di supporto alla Regione, raccomanda alle persone di evitare inutili e deleteri allarmismi, e di rispettare le norme di movimento stabilite dal governo”, chiude la nota.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

2 Commenti

  1. C’era proprio bisogno di portarli in un centro riabilitativo così piccolo? Non era forse il caso invece di distribuirli nei piccoli ospedali di raggruppare tutti i covid 19 usciti dalla terapia intensiva in una grande struttura a milano ( visto che sono di Milano e dintorni? ) Usare i grandi alberghi di Milano e dintorni se non si hanno più strutture! Se li distribuite nei piccoli ospedali dove ancora non é così presente il coronavirus..rischiate di infettare tutti ancora di più!! Medici..pazienti infermieri e operatori sanitari!

  2. La verità non si dice mai eee. Ad ogni modo io resto del idea Che ci vogliono i militare in tutto il paese solo così ci salveremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo